Hockey
29.01.2019 - 22:050
Aggiornamento : 23:46

Ambrì, è davvero un peccato

A Berna i biancoblù di Luca Cereda ci provano, ma gli Orsi sono davvero spietati. Alla PostfinanceArena decide tutto un gol di Ebbett a dieci minuti dal termine

I leventinesi – che si presentano a Berna con l'identica formazione sconfitta sabato in casa dallo Zugo – vengono sconfitti alla PostfinanceArena per 3-2, al termine di una partita in cui, però, non avrebbero meritato di uscire a mani vuote. Contro un Berna che ripropone Genoni in porta e ritrova Kamerzin, mentre è invece assente Bieber.

La gara inizia subito in salita per i leventinesi. Infatti dopo appena 2’ Sciaroni porta in vantaggio i locali, deviando un tiro dalla linea blu di Beat Gerber.  I locali nel complesso tirano di più e sono maggiormente attivi, ma con il passare dei minuti l’Ambrì prende fiducia e coraggio. Finché, a 6’’ dalla prima sirena, brillantemente servito da D’Agostini, Novotny pareggia.

Nel secondo tempo grande prestazione da parte dei biancoblù, a cui manca solo la rete. Diverse le occasioni create, con Kostner, Ngoy, Kubalik e Müller in particolare. Pregevoli pure le giocate di Zwerger, mentre D’Agostini lavora ottimamente pure a livello difensivo. Il Berna, però, è spietato, e un cambio volante avventato permette ad Heim di realizzare il 2-1, al 38’, con Genoni che merita l'assist, dopo essere stato davvero abile nel capire la situazione.

Il terzo periodo si apre invece con la penalità di partita inflitta ad Arcobello (42') per una bastonata ai danni di Kubalik: il susseguente rigore tuttavia non viene concretizzato dal ceco. In powerplay l’Ambrì arriva comunque al pareggio, al 43’, grazie a Hofer. Il Berna però reagisce e in 5 contro 3, a dieci minuti dal termine, segna la rete decisiva con Ebbett. Mentre l’assalto finale dei leventinesi, purtroppo, non dà frutti.

 

Tags
berna
ambrì
minuti
termine
© Regiopress, All rights reserved