Berna
1
Losanna
4
fine
(0-0 : 0-2 : 1-2)
Lugano
1
Friborgo
6
fine
(0-5 : 0-0 : 1-1)
Zugo
2
Ambrì
2
3. tempo
(0-0 : 1-1 : 1-1)
Ajoie
4
Kloten
2
3. tempo
(2-0 : 1-0 : 1-2)
Davos
2
Bienne
3
3. tempo
(1-0 : 0-1 : 1-2)
Ginevra
3
Lakers
2
3. tempo
(1-0 : 0-0 : 2-2)
Zurigo
2
Langnau
2
2. tempo
(2-2 : 0-0)
Sierre
3
Langenthal
3
2. tempo
(2-1 : 1-2)
Dra.gosier-ga
3
Olten
2
3. tempo
(2-0 : 1-1 : 0-1)
La Chaux de Fonds
5
Visp
1
3. tempo
(1-0 : 3-1 : 1-0)
Ticino Rockets
2
GCK Lions
2
3. tempo
(0-1 : 1-1 : 1-0)
Turgovia
1
Winterthur
1
2. tempo
(1-0 : 0-1)
calcio
26.08.2022 - 19:11

Pollero: ‘Con un paio di successi si torna in alto’

Fiduciosa la punta sudamericana del Bellinzona in vista della sfida allo Xamax

pollero-con-un-paio-di-successi-si-torna-in-alto

Per il primo impegno di campionato dopo l’addio del tecnico David Sesa, i granata – che si trovano a metà classifica con 7 punti in 5 gare – ricevono al Comunale lo Xamax fanalino di coda, ancora fermo a quota zero punti. Pare dunque l’occasione ideale per cominciare finalmente a vincere davanti al proprio pubblico, dopo le due batoste casalinghe subite da Stade Losanna e Aarau, macchiate da ben otto reti al passivo. Ne parliamo dunque col difensore Franco Romero, che solo da un paio di settimane – grazie all’arrivo del suo permesso di lavoro – ha potuto essere integrato nel gruppo. «Purtroppo in questo inizio di stagione abbiamo subito troppi gol. Domani però avremo la possibilità di invertire la tendenza negativa e conquistare i tre punti, che sono la cosa più importante. Essendo arrivato qui da poche settimane, non conosco i neocastellani, ma il nostro allenatore Fernando Cocimano ha provveduto a svelarci pregi e difetti dei prossimi avversari». Quale idea del football svizzero ha potuto farsi, in questo primo periodo? «Rispetto a quanto visto in Grecia, dove ho militato lo scorso anno giocando 28 partite su 36 del massimo campionato, non mi pare molto diverso, anche se qui si dà maggiore importanza all’aspetto atletico, si gioca un calcio più fisico».

Sentiamo ora il parere di un attaccante, Rodrigo Pollero, uruguayano come Romero. «Fin qui abbiamo avuto alti e bassi, ma è abbastanza normale, visto che siamo neopromossi. Io avevo già avuto esperienze di Challenge League, un torneo sempre molto equilibrato, e sapevo che poteva succedere. Bastano però un paio di vittorie per ritrovarti in un attimo nelle posizioni di testa della graduatoria. Ora cercheremo di non più ripetere gli errori fatti finora, e credo proprio che questo gruppo ce la farà». Appare infine un altro membro della nutrita comunità uruguayana all’ombra dei Castelli, vale a dire Sergio Cortelezzi. Aggrappato alle stampelle, è ancora indisponibile a causa della frattura rimediata contro lo Stade Losanna ormai quattro settimane fa. «Ci vorrà almeno un mese, forse qualcosa di più, prima di poter tornare ad allenarmi insieme agli altri. Ancora non riesco ad appoggiare il piede sinistro. Mi alleno in palestra tutti i giorni, ma il campo per me purtroppo è ancora off-limits».

Domani il calcio d’inizio al Comunale è fissato alle 18.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved