via-alle-paralimpiadi-di-tokyo-i-giochi-degli-atleti-con-le-ali
Keystone
Un momento della cerimonia di apertura dei Giochi paralimpici di Tokyo
24.08.2021 - 18:42

Via alle paralimpiadi di Tokyo, i Giochi degli atleti ‘con le ali’

La cerimonia si è svolta a porte chiuse, a causa delle severe restrizioni anti Covid in Giappone. Manuela Schär e Philipp Handler i portabandiera svizzeri.

È stato l'imperatore del Giappone Naruhito a dare ufficialmente il via ai Giochi paralimpici di Tokyo, in occasione della cerimonia di apertura allo stadio nazionale. L'evento prende il via sedici giorni dopo la chiusura dei Giochi olimpici e un anno dopo la data prevista. 

Allo spettacolo, seguito dalla sfilata delle delegazioni, hanno assistito unicamente giornalisti e qualche persona dell'organizzazione; a causa delle restrizioni dovute alla pandemia di coronavirus che in Giappone, colpito da una quinta ondata, hanno portato le autorità a decretare un lockdown generalizzato. L'evento godrà di un'esposizione mediatica notevole, in quanto durante i tredici giorni di competizioni il Comitato internazionale paralimpico si attende un'audience di quattro miliardi di spettatori tv.

‘Noi abbiamo le ali’

Per la cerimonia, sul tema “Noi abbiamo le ali”, nello stadio è stato ricreato un aeroporto nel quale un aereo con un'ala sola, interpretato da una ragazza di 13 anni in sedia a rotelle, finiva con il prendere il volo.

Portabandiera della Svizzera sono stati Manuela Schär e Philipp Handler. «È una gioia immensa per entrambi», ha dichiarato l'atleta in sedia a rotelle Schär; mentre lo sprinter Handler ha affermato essere «un grande onore» rappresentare la Svizzera in questa occasione, «sebbene non si sia potuto vedere il mio sorriso, nascosto dalla mascherina».

Fino al 5 settembre, 539 medaglie d'oro saranno contese da 4'400 para-atleti; alcuni dei quali sono delle vere e proprie star, come il tedesco Markus Rehm (salto in lungo), soprannominato ‘Blade Jumper’ vista la sua lama di protesi in carbonio.

La delegazione più numerosa è quella del Giappone, con 254 atleti. Segue la Cina, che dal 2004 chiude al primo posto nel medagliere.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved