Ciclismo
25.05.2019 - 17:300
Aggiornamento : 20:23

Juniores e Under 23 in prima fila

Oltre al movimento scolari, per la stagione 2019 il Vc Mendrisio cala i suoi atout. Panoramica nel mondo del Ticino che pedala

Tanto entusiasmo, tanta voglia di continuare a far bene, con ragazzi giovani. Il Velo club Mendrisio questa stagione, già partita da alcune settimane, schiera una squadra ringiovanita e con un’età media di 19 anni e ha lo sguardo rivolto al futuro. L’adrenalina è quella giusta, la si avvertiva durante la presentazione avvenuta nelle scorse settimane alla Filanda di Mendrisio, tra foto e sorrisi dei giovani corridori.
D’altronde, il 2019 per Mendrisio è l’anno del decimo anniversario da quell’incredibile evento che furono i Campionati del mondo: l’idea di celebrare la ricorrenza stuzzica i vertici, anche se non c’è nulla di sicuro.
Al Gp Bourg de Péage, in Francia, il classe 1998 Giacomo Conti ha ottenuto un lusinghiero ottavo posto, mentre il suo compagno classe 1999 Mauro Genini si è piazzato sul podio, in terza posizione, a Hindelbank, nel Canton Berna; ancora Manuel Belloni è arrivato al decimo rango a Treviso. Insomma, l’inizio è alquanto promettente! La squadra U23-élite si completa con Marco Ghirlanda, Alessandro Santaromita-Villa, Dominik von Burg, Kotaro Ono, Davide Aldegheri, Domenico D’Amore, Leonardo Giani e Alessandro Motti.
«Abbiamo avuto nei nostri ranghi tre atleti che hanno partecipato alle Olimpiadi di Rio, nel nostro carnet contiamo la vittoria di ben 57 titoli di campione svizzero dal 1972», ha affermato con un comprensibile orgoglio Alfredo Maranesi, storico team manager. Ci si è soffermati anche sulla collaborazione con il Velo club Lugano, incentrata sui giovani. «Loris Hochstrasser, cresciuto da noi e ora nelle loro fila, si è classificato al secondo posto al Velodrome Suisse, a Grenchen. E per noi che in Ticino non abbiamo una pista è ancora più lusinghiero. Inoltre, domenica scorsa ha preso parte alla Roubaix U19», prosegue Maranesi.
Dagli juniores, invece, cosa aspettarsi? La scuola prima di tutto! «Sono tutti alla prima esperienza in categoria, non chiediamo loro le prestazioni, ma che pratichino il ciclismo con amore e passione, senza trascurare la scuola. Devono maturare lentamente». Un discorso quadrato e responsabile, che ha fatto annuire e sorridere Ruben Bertogliati, presente alla conferenza stampa.
La società ha ringraziato gli storici sponsor, da FoxTown a Cochi Bibite, da Chicco d’Oro a Mapei sino ad Assos, a cui si sono aggiunti Da Moreno e Asteel, senza scordare il Come di Mendrisio e la direttrice de La Filanda che ha accettato con piacere di far svolgere la presentazione nel suggestivo centro culturale.

Vc Lugano, il punto di forza sono gli juniores
Il gruppo degli U19 è l’espressione della vocazione della società, orientata alla strada. Si compone di 6 ragazzi tutti di nazionalità svizzera, 4 dei quali al loro primo anno in questa categoria. Si tratta quindi di un gruppo giovane, che necessita di fare esperienza. Tra di loro Loris Hochstrasser, che ha iniziato a pedalare tra gli scolari del Vc Lugano per poi passare al Vc Mendrisio negli U17, oggi inserito stabilmente nei quadri della Nazionale svizzera sia su strada sia su pista. La pluriennale collaborazione tra i due velo club è uno dei punti di forza di entrambe le società in quanto garantisce un percorso di crescita serio e organico ai ragazzi. Il gruppo è completato da Gioele David, Julien Kühl e Christian Genini – tutti al secondo anno di categoria – e dai neofiti Robin Furrer e Ivangabriel Petrogalli. La squadra è affidata agli ex professionisti Patrick Calcagni e Antonio Santaromita, coadiuvati da Daniele Giorgetti.
A livello scolari il Vc Lugano conta su 18 ragazzi, che parteciperanno al Kids Tour organizzato da Ticino Cycling. I più grandicelli faranno inoltre qualche esperienza in gare su strada fuori cantone o nell’Italia del Nord. La filosofia rimane saldamente ancorata ai principi della multidisciplinarità portati avanti da Ticino Cycling, abbracciando le 3 discipline della strada, della Mtb e della Bmx. La responsabilità della categoria è affidata all’ex professionista Francesco Frattini.
A livello organizzativo il Vc Lugano ha collaborato con Ticino Cycling e altri velo club ticinesi all’organizzazione del Gp Ticino, mentre domenica è andata in scena la gara scolari di Barbengo.
Ulteriori informazioni si possono trovare sul sito www.veloclublugano.ch.


Vc Arbedo - Castione, il 'novo' velo club riparte dagli scoari
Alla presenza di numerosi simpatizzanti, si è tenuta nelle scorse settimane la presentazione della stagione 2019 del “nuovo” Velo club Arbedo-Castione Immoprogramm.
“Nuovo” perché dopo due decenni di importanti successi con la vecchia dirigenza, il velo club ha cambiato radicalmente pelle con un nuovo sponsor principale. Difatti, dopo i successi ottenuti con la pallavolo e il calcio, Manuele Morelli (lo ricordiamo presidente della promozione in Super League e della finale di Coppa Svizzera dell’Acb), direttore della Immoprogramm, ha deciso di sostenere i giovani ciclisti del Vc Arbedo-Castione, con l’ambizione a breve termine di formare un settore giovanile completo anche oltre l’età scolari.
Da segnalare che il velo club conta una ventina di scolari, seguiti da una decina di formatori, che si allenano prevalentemente con la bicicletta da strada.
Il presidente Patrizio Gottardi ha poi sottolineato come le collaborazioni tra i vari velo club e Ticino Cycling sia fondamentale per la sopravvivenza di uno sport che per i giovanissimi è sempre molto impegnativo anche a causa del traffico intenso che quotidianamente intasa le nostre strade.
Per quanto riguarda le attività sociali, il Vc Arbedo-Castione organizza tre gare scolari in Mesolcina.

Potrebbe interessarti anche
Tags
ticino
mendrisio
club
velo
vc
velo club
lugano
strada
ragazzi
categoria
© Regiopress, All rights reserved