03.10.2022 - 05:30

A Caslano centinaia di lettere per il voto non recapitate

A Bellinzona l’integrazione passa dal ghiaccio, mentre la funivia che sale da Intragna a Pila e Costa crea discussione nelle Centovalli

a-caslano-centinaia-di-lettere-per-il-voto-non-recapitate

Centinaia di lettere con il materiale di voto mai arrivate. È quanto accaduto a Caslano in occasione delle ultime consultazioni federali. Un fatto definito "increscioso" per il quale sono state chieste spiegazioni alla Posta.

L’integrazione dei ragazzi ucraini fuggiti dalla guerra passa anche dal... ghiaccio. È l’opportunità che offrono da qualche tempo i Gdt di Bellinzona.

Niente tasse d’uso e consumo fino a quando la funivia che da Intragna sale a Pila e Costa non verrà rimessa in funzione per il trasporto delle persone. A chiederlo, in una petizione consegnata venerdì scorso al Municipio di Centovalli, sono 90 proprietari d’immobili e turisti.

Duilio Galfetti racconta il ‘suo’ clown Dimitri, che insieme a Pietro Bianchi e Roberto Maggini ricorderà il 5 ottobre con ‘Canti e musica popolare nel Ticino’.

Aldo Sofia, nel suo commento, ci parla della difficile situazione internazionale e di come il filosofo russo Ivan Il’ic, morto in Svizzera, abbia inciso sul pensiero di Putin.

Buon inizio di settimana con laRegione!

Leggi anche:

Caslano, centinaia di lettere per il voto non recapitate

Dalla paura nei rifugi alla motivazione negli spogliatoi dei Gdt

Pila: ‘Niente funivia, niente tasse d’uso e consumo’

‘Dimitri saliva sul palco e taaac, si accendeva la lampadina’

Referendum grotteschi, ‘cristallini’ esempi di democrazia

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved