coi-fumogeni-alla-manif-assolti-due-autogestiti
Iscriviti alla newsletter
Ogni giorno la redazione seleziona le notizie che compongono la nostra newsletters.
Per riceverla tramite email, iscriviti, l'invio è gratuito
ULTIME NOTIZIE Newsletter
Newsletter
19 ore

Un anno senza Marco Borradori

Su LaRegione oggi: il ricordo di Michele Foletti e il bilancio del Municipio; bufera sul Cerere Bio Bistrot; Locarno75, a colloquio con Trevor Anderson
Newsletter
1 gior

Abkhazia, viaggio in un Paese che non esiste

Su laRegione oggi: reportage dalla repubblica separatista; il campo di Tegna rischia di sparire; il ‘bolivariano’ Speziali; Calenda il guastatore
Newsletter
2 gior

Illuminazione pubblica: ‘Un piano d’azione per razionalizzarla’

Su laRegione di oggi: la richiesta del Plr, pensioni statali, scarsa rete in Leventina, storie mondiali
Newsletter
3 gior

Grave fatto di sangue ad Agno, 22enne in pericolo di vita

Lo sparatore 49enne è stato arrestato. Nell’edizione odierna anche i ritardi nel mercato delle auto e quei posteggi a Tegna che qualcuno non vuole
Newsletter
5 gior

Galleria del San Gottardo, code lunghe uguali ma a sud più lente

Su laRegione di oggi: traffico, carovita e dipendenti pubblici, dati sul turismo, ferrovia del Monte Generoso e Acb
Newsletter
6 gior

Sempre più apprendisti nell’Amministrazione cantonale

Su laRegione oggi: il CdS risponde all’Mps; due referendum a Cevio; svolta per via Ronchi a Daro; un concorso di architettura per Lambertenghi
Newsletter
1 sett

Burnout e angherie: l’altra faccia del turismo

Su laRegione oggi: bufera su un hotel di Locarno; carovita e adeguamento degli stipendi degli statali; lupo, voci dalla Val Colla
Newsletter
1 sett

La seconda vita di Estival Jazz

Su LaRegione oggi: la Città sostiene la rassegna; Bellinzona, troppo rumore in golena; la sfida europea del Lugano; Intervista esclusiva con Anastacia
08.06.2022 - 05:30
Aggiornamento: 09.06.2022 - 18:41

Coi fumogeni alla ‘manif’, assolti due autogestiti

Su ‘laRegione’ di oggi si parlerà anche del principio di stupro nel Codice penale, della tassa rifiuti a Bellinzona e di attestati di carenza beni

È finita, a quasi tre anni dai fatti, con un’assoluzione la vicenda giudiziaria di due giovani che il 14 settembre del 2019 parteciparono a un’ampia manifestazione del Centro sociale occupato autogestito (Csoa) Il Molino. Utilizzarono (presunti) bengala.

Ieri il Consiglio degli Stati ha deciso di aderire al principio ‘del rifiuto’ (no significa no) anziché a quello ‘del consenso’ (solo sì significa sì) per ridefinire il reato di stupro nel Codice penale in materia sessuale. Una soluzione – fa notare Cristina Pinho nel suo commento – che non tiene conto della realtà della maggior parte delle violenze sessuali, in cui la vittima non è nelle condizioni di esplicitare il proprio diniego per paura di un accanimento o a causa di una sorta di paralisi psicologica e fisiologica. Anzi, il modello "del rifiuto" ha l’ingiustificabile difetto di colpevolizzare e ignorare le vittime che non hanno potuto opporre resistenza, e sono moltissime.

La formica rossa punzecchia Massimiliano Ay del partito comunista che su ‘Sinistra.ch’ spiega come la guerra sia inevitabile per l’affermazione del multipolarismo.

Il regolamento sui rifiuti di Bellinzona, che prevede un aumento della tassa per tutte le categorie di utenti, potrebbe essere modificato in più punti dal Consiglio comunale. La Commissione della legislazione propone infatti una serie di emendamenti. Emerge inoltre che la proposta di Okkio – ovvero di adottare il ‘modello Losone’ che prevede una maggiore gradualità, risultando più bassa nelle categorie inferiori e più alta in quelle superiori – è stata ignorata dal Municipio dopo i primi approfondimenti.

In futuro, forse già dalle prossime elezioni, i candidati al Consiglio di Stato e ai Municipi potrebbero essere tenuti a presentare pure gli eventuali attestati di carenza di beni. Una proposta contenuta nel rapporto stilato dal socialista Carlo Lepori che la maggioranza della commissione granconsiliare ‘Costituzione e leggi’ ha firmato ieri. Si tratta di un controprogetto all’iniziativa parlamentare depositata poco più di un anno fa dal popolare democratico Claudio Franscella. In ogni caso è anche in arrivo un rapporto di minoranza della leghista Sabrina Aldi.

Leggi anche:

Coi fumogeni alla manifestazione, assolti due autogestiti

Violenza carnale: ‘senatori’ per il principio ‘no significa no’

Un macigno sulle vittime a nascondiglio degli aggressori

I ‘comunisti’ ticinesi tra Marx e Abatantuono

Tassa sui rifiuti a Bellinzona, ignorata la proposta di Okkio

‘Candidati, va presentato anche l’attestato carenza beni’

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
attestati carenza beni molino stupro codice penale tassa rifiuti
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved