Iscriviti alla newsletter
Ogni giorno la redazione seleziona le notizie che compongono la nostra newsletters.
Per riceverla tramite email, iscriviti, l'invio è gratuito
ULTIME NOTIZIE Newsletter
07.12.2021 - 05:30

I numeri delle Officine Ffs. E dei regali di Natale

Quante persone lavoreranno nelle nuove Officine che le Ffs intendono realizzare a Castione? E siete sicuri di avere tutti i pacchetti per il 25?

i-numeri-delle-officine-ffs-e-dei-regali-di-natale

Saranno un po’ più grandi, le Officine Ffs che entreranno in funzione nel 2026 a Castione, almeno come dipendenti: dalle 300 unità a tempo pieno precedentemente indicate si è passati a 360. È quanto prevede il Piano industriale elaborato dalle Ferrovie federali e che sarà presentato ai media oggi pomeriggio a Bellinzona.
A proposito di dipendenti: quelli dell’amministrazione cantonale in futuro saranno più tutelati in caso dovessero segnalare irregolarità: è quanto prevede una modifica legislativa che il Gran Consiglio discuterà nella prossima sessione. Cattive notizie invece per le neomamme sul posto di lavoro: il Consiglio degli Stati ha respinto la proposta ticinese di istituire un divieto di licenziamento.

Sempre il Consiglio degli Stati ha preso una decisione sui test gratuiti per il Covid: una via di mezzo rispetto a quanto proposto dal Consiglio nazionale per evitare costi eccessivi (e che la collettività paghi i test per chi non vuole farsi vaccinare). Già che parliamo di test: quelli obbligatori per il personale sanitario che non si vuole vaccinare restano, dal momento che il Tribunale federale non ha accordato l’effetto sospensivo al ricorso presentato contro questo obbligo.

E di pandemia non discute solo la politica. I negozianti sono alle prese con le difficoltà a procurarsi certi prodotti e visto che non manca tanto a Natale, il rischio è di non avere qualche regalo sotto l’albero. Ma, ha spiegato Enzo Lucibello dell’Associazione dei grandi distributori ticinesi, «gli scaffali sono tutt’altro che vuoti, le merci in stock dovrebbero soddisfare le necessità e i desideri di tutti, pur con qualche sfortunata e inevitabile eccezione». E anche il mondo dello sport si confronta con le restrizioni: le mascherine, certo, ma anche i certificati Covid con le alternative tra 2 e 3G, su cui fa il punto Moreno Invernizzi.

Leggi anche:

Officine di Castione, i tempi pieni salirebbero da 300 a 360

Gole profonde... per legge

Babbo Natale è alle prese con qualche grattacapo

Con quante ‘G’ si scrive ‘sicurezza all’interno dello stadio’?

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved