i-sanitari-restii-a-vaccinarsi-sono-al-posto-giusto
08.07.2021 - 05:40

I sanitari restii a vaccinarsi sono al posto giusto?

Su LaRegione oggi: le critiche del farmacista cantonale ai sanitari non vaccinati, le Officine Ffs in un piano nazionale, boom di arrivi a Lugano

Vaccinazioni ai sanitari, un tema ancora caldo data la reticenza di molti operatori sanitari a farsi vaccinare, scelta che il farmacista cantonale Zanini stigmatizza senza mezze misure: chi lavora a contatto con soggetti fragili e rifiuta la vaccinazione è inadeguato al posto che occupa.  

Le Officine Ffs di Castione entrano nella pianificazione nazionale, con la richiesta, da parte dell’Ufficio federale dei trasporti (Uft) e l’Ufficio federale dello sviluppo territoriale (Are)  di inserimento nel Piano settoriale dei trasporti, su cui dovrà decidere il Consiglio federale. E in più, è stata aperta una consultazione pubblica per raccogliere le osservazioni della popolazione. 

Lugano è in crisi demografica ormai da tempo, ma negli ultimi tempi si intravedono spiragli positivi: anche se sono negativi sia il saldo fra nascite e decessi, sia quello fra partenze e arrivi, questi ultimi sono aumentati più delle partenze.

 Il disagio giovanile si previene parlando ‘alla pari’ e confrontandosi: ne è convinta la Fondazione Gabbiano che ha presentato ai sindaci del Locarnese il progetto 'Peer education', col quale il dialogo tra l'operatore di strada e il giovane si fa più empatico e spontaneo, allontanando derive sociali 

Ancora agli enti locali, ma stavolta ai legislativi dei Comuni si è rivolto il presidente del Gran Consiglio Nicola Pini, che in una lettera Pini scrive ai Primi cittadini chiedendo l’apertura di un dialogo con i vari legislativi e ribadendone l’importanza politica. 

 

 

 

Leggi anche:

I sanitari che rifiutano il vaccino ‘non sono al posto giusto’

Le Officine di Castione nella pianificazione nazionale

Lugano: boom di nuovi abitanti ma il saldo resta negativo

Locarnese, la prevenzione del disagio si fa ‘alla pari’

Pini scrive ai Primi cittadini: ‘Incontriamoci e creiamo una rete’

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved