09.06.2021 - 05:40
Aggiornamento: 10:40

Dalle nevi di Airolo ai confini d'Europa passando per Lugano

Su La Regione oggi: il futuro dei sussidi alle stazioni sciistiche, prove di dialogo nella faccenda del Molino, ricordi calcistici nell'Azerbaijan di 25 anni fa, cupe ombre sulla Bielorussia

dalle-nevi-di-airolo-ai-confini-d-europa-passando-per-lugano

Dopo una stagione invernale da poco conclusa che, stando ai dati, è stata positiva, ora per le stazioni invernali del Ticino si pensa al futuro, un futuro in cui per i sussidi cantonali ci sarà una ricalibrazione: per il nuovo credito quadro 2021/25 sono almeno quattro gli scenari aperti. 

Si torna a parlare, ancora, della vicenda del Csoa Il Molino: dopo la manifestazione di sabato a Lugano, si torna a parlare di dialogo, con la maggior parte dei gruppi in Consiglio comunale favorevoli alla presenza di un mediatore. E in tutto questo, Municipio e Dipartimento Istituzioni tacciono.

Andiamo lontano, parecchio lontano, fino a Baku, dove la Nati debutterà nel cammino agli Europei: il ricordo di Toni Esposito di una notte, sportivamente poco fortunata, di 25 anni fa

Restiamo infine nell'ex Unione Sovietica, più a Ovest, in quella Bielorussia che pesta l'oppositore Protasevich e ne "organizza" la confessione. Il commento in pagina di Roberto Antonini.

 

Leggi anche:

Stazioni invernali, sussidi cantonali verso una ricalibrazione

Molino, sì al mediatore dalla maggioranza dei gruppi in Cc

Di demolizioni, silenzi stampa e risposte che tardano

Toni Esposito: ‘Ricordo una città a pezzi’

La ‘confessione’ di Roman e il ritorno dei processi farsa

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved