Curiosità

Se l'elezione viene decisa... lanciando un paio di dadi

È successo in Wisconsin, negli Stati Uniti, dopo che entrambi i candidati avevano ottenuto lo stesso numero di voti. Un sorteggio singolare ma valido

Prima dei dadi si era pensato anche ad altre ipotesi: dal tradizionale lancio della moneta, all’estrazione di uno dei due nomi da un cappello, fino alla possibilità di pescare da un mazzo la carta più alta.
(Depositphotos)
8 aprile 2023
|

L'elezione per la presidenza del consiglio del villaggio di Sister Bay, in Wisconsin, si è risolta con un lancio di dadi. La singolare vicenda è stata raccontata dalla Bbc.

La soluzione è stata trovata seguendo il codice elettorale statale dopo che i due candidati, Rob Zoschke e Nate Bell, avevano ricevuto 256 voti a testa. Prima di ricorrere ai dadi, però, sono state vagliate altre ipotesi: dal tradizionale lancio della moneta, all'estrazione di uno dei due nomi da un cappello, fino alla possibilità di pescare da un mazzo la carta più alta.

È stata l'impiegata del villaggio, Heidi Teich, a comunicare ai due il risultato, rimasta incredula dopo l'incredibile pareggio. Non potendo essere presenti, entrambi i candidati hanno scelto i loro "campioni" e hanno seguito l'evento tramite zoom. Il lancio ha riportato il suo verdetto: 6 a 2 a favore di Bell.

Zoschke, comunque, ha preso bene la sconfitta e ha deciso che non chiederà un riconteggio, mentre Bell ha proposto di conservare i dadi come ricordo e promemoria dell'imprevedibilità della vita.

Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE