Ti-Press
Curiosità
01.03.2019 - 15:130

Libero di correre, almeno nel bosco

A Wil si scalda il dibattito sull'obbligo di tenere sempre al guinzaglio i cani, anche ai margini dei boschi: il Tribunale amministrativo da ragione agli animalisti

Movimento e contatti sociali sono essenziali per il benessere dei cani: dunque il divieto di lasciarli correre nei boschi deciso dalle autorità di Wil, nel canton San Gallo, viola l'ordinanza federale sulla protezione degli animali. Lo ha stabilito il Tribunale amministativo sangallese, accogliendo un ricorso in questo senso presentato da associazioni animaliste contro il nuovo regolamento di polizia della località.

Il Consiglio comunale di Wil nel giugno 2016 aveva inasprito le norme di polizia: una delle nuove disposizioni prevede l'obbligo di usare il guinzaglio con i cani, tutto l'anno, persino nelle foreste e ai margini dei boschi. La normativa ha immediatamente suscitato lo scontento di proprietari di cani e di amanti degli animali, che hanno presentato alle autorità cantonali un ricorso.

A Wil i quadrupedi già devono essere portati al guinzaglio su strade, sentieri e piazze e in tutti gli spazi verdi pubblici e nei parchi della città: vietando loro di correre anche nei boschi non vi è più di fatto alcun luogo dove lasciar goder loro di sano esercizio fisico, sottolineano i ricorrenti.

Il ricorso sul diritto di voto è stato respinto dal competente dipartimento cantonale, per cui gli animalisti hanno deciso di rivolgersi al Tribunale amministrativo sangallese. Quest'ultimo – stando alla sentenza pubblicata oggi – ha accolto le loro rivendicazioni, giudicando decisamente troppo restrittivo il divieto di lasciar correre liberi i cani in boschi e margini boscosi. La città dovrà ora correggere il tiro.

La sentenza non è tuttavia definitiva: si potrà ancora presentare ricorso al Tribunale federale.

In Svizzera solo Glarona conosce un obbligo di utilizzare il guinzaglio in foreste e margini boscosi tutto l'anno, ma le disposizioni sono tuttavia meno severe rispetto a quelle adottate da Wil. In altri cantoni è in vigore l'obbligo di legare i cani in foreste e ai margini dei boschi solo nella stagione della nidificazione e della riproduzione (tra inizio aprile e fine luglio).

Potrebbe interessarti anche
Tags
cani
boschi
margini
wil
tribunale
obbligo
ricorso
guinzaglio
foreste margini
foreste
© Regiopress, All rights reserved