stati uniti

‘I fondi per Kiev finiti entro l'anno’

Appello della Casa Bianca al Congresso, ma i repubblicani frenano

Joe Biden preoccupato
(Keystone)
4 dicembre 2023
|

I fondi per aiutare l'Ucraina stanno per finire: se il Congresso non approverà nuove risorse, il rischio è quello di mettere in ginocchio Kiev. La Casa Bianca lancia l'allarme e avverte: "Non c'è alcuna riserva magica di fondi disponibili. Siamo senza soldi e quasi fuori tempo massimo".

In una lettera inviata ai leader del Congresso, Shalanda Young, direttrice del budget di Joe Biden, ha esortato la Camera e il Senato ad agire e a farlo rapidamente perché "il momento per aiutare la battaglia democratica dell'Ucraina contro la Russia è ora. Questo non è un problema del prossimo anno".

Partiti in disaccordo

Per la Casa Bianca sbloccare i fondi nelle prossime settimane è essenziale per evitare che la battaglia si prolunghi nel 2024, l'anno elettorale. Sostenere Kiev, ha ribadito l'amministrazione nella missiva, "aiuta a prevenire un conflitto più ampio, nel quale gli Stati Uniti sarebbero direttamente coinvolti contro la Russia nel caso in cui il presidente Vladimir Putin attaccasse un Paese membro della Nato".


Keystone
Il Congresso Usa

L'appello della Casa Bianca è però destinato a cadere nel vuoto se non ci saranno aperture sull'emergenza migranti. Molti repubblicani chiedono infatti che i fondi a Kiev siano legati a misure e risorse per rafforzare il confine con il Messico. L'amministrazione Biden non ha affrontato le "nostre legittime preoccupazioni sulla mancanza di una chiara strategia in Ucraina e sulla strada da seguire per risolvere il conflitto. Allo stesso tempo la Casa Bianca continua a ignorare la catastrofe al nostro confine", ha detto lo speaker della Camera Mike Johnson.

Finora autorizzati 111 miliardi di dollari

Il Congresso finora ha autorizzato 111 miliardi di dollari per l'Ucraina e per far fronte ad alcune necessità essenziali di sicurezza nazionale americane. In ottobre la Casa Bianca ha chiesto ulteriori 61,4 miliardi per aiutare Kiev, con la quale - ha rivelato il Washington Post - gli Stati Uniti si sono spessi trovati non allineati, anche a causa di calcoli sbagliati, nel pianificare la controffensiva contro la Russia. Divergenze che hanno riguardato in diversi casi la "strategia, le tattiche e la tempistica" delle operazioni, con gli Usa che spingevano per un "assalto concentrato sull'asse meridionale mentre la leadership ucraina riteneva che le sue forze dovessero attaccare in tre punti distinti".


Keystone
La guerra in Ucraina continua

Conflitto in secondo piano

L'avvertimento della Casa Bianca sulle risorse ormai ridotte al lumicino per l'Ucraina si accompagna alla fase di stanca del conflitto che favorisce la Russia e alla necessità anche per l'Europa di trovare un accordo sugli aiuti a Kiev entro l'anno. La revisione di bilancio proposta dall'Ue prevede, tra l'altro, fino a 50 miliardi di euro di aiuti all'Ucraina ma il premier ungherese Viktor Orban si è detto contrario. Difficoltà si registrano anche in Gran Bretagna, dove - secondo un rapporto del National Audit Office - rischiano di mancare all'appello 20 miliardi di euro ai programmi fissati per il decennio 2023-2033 di aggiornamento degli arsenali militari britannici.

Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE