ULTIME NOTIZIE Estero
Confine
6 min

Valmorea, centinaia di persone al tributo per don Renzo Scapolo

Sabato pomeriggio si è celebrata la titolazione del ’Parco dell’accoglienza’ dedicato al ex parroco di Caversaccio tra ritratti e testimonianze
Estero
15 min

Re Carlo non parteciperà alla conferenza sul clima

Nonostante negli anni passati vi abbia partecipato, quest’anno il sire non presenzierà all’incontro seguendo il consiglio della premier Truss
Italia
1 ora

Curato grazie a Maradona, nei guai per spaccio

Per l’ex bimbo di Acerra salvato (e curato in Svizzera) dal Pibe de Oro sono scattati gli arresti domiciliari e la revoca del reddito di cittadinanza
Iran
2 ore

Caso Mahsa Amini: da inizio proteste morte almeno 92 persone

L’Ong Iran Human Rights ha accusato le forze di sicurezza di aver ‘represso in modo sanguinario’ le rivolte
Italia
4 ore

L’Odissea degli ultimi: nel 2022 sono 1’400 i morti in mare

In quasi dieci anni, sono invece 25mila le persone che hanno perso la vita nel tentativo di attraversare il Mediterraneo
Iran/Usa
5 ore

Onu, liberato Baquer Namazi insieme al figlio

L’uomo, ex responsabile dell’Unicef, era stato incarcerato nel febbraio del 2016. Entrambi erano stati condannati a dieci anni di prigione per spionaggio
Bosnia ed Erzegovina
7 ore

Di elezioni generali e profonde crisi politiche

Oggi le votazioni ‘federali’ nel Paese balcanico, fra lo spettro dei nazionalismi e dei populismi
Portogallo
23 ore

Pedofilia: il vescovo di Fatima indagato per copertura abusi

Il religioso è rimasto sorpreso dall’informazione, fornitagli da una persona legata ai media: “Collaborerò per chiarire queste situazioni drammatiche”
Africa
1 gior

Burkina Faso, secondo colpo di stato in otto mesi

Il nuovo uomo forte del Paese, nominato presidente dell’Mprs, è ora il capitano Ibrahim Traoré. Frontiere terrestri e aeree chiuse.
Europa
1 gior

Crisi energetica: con gasdotto Grecia-Bulgaria nuova era Ue

L’Ue, ha sottolineato la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, ha sostenuto il progetto “sia finanziariamente che politicamente”
Estero
1 gior

Falle Nord Stream in zona discarica armi chimiche

Ma è probabile che l’effetto delle perdite di gas sulle armi chimiche sia minimo, poiché sono sepolte a diversi chilometri
Italia
1 gior

Prega sulla tomba del padre per 33 anni, ma non è lui

Al cimitero in Abruzzo. La scoperta da parte di una donna di 61 anni nel momento della traslazione della salma nell’ossario.
Estero
1 gior

‘Rascismo’: il fascismo russo che piace a Putin

L’ideologia del Cremlino ha una robusta matrice intellettuale nella storia del Paese e condensa alcune caratteristiche classiche dell’estrema destra
Estero
1 gior

‘Nessuna minaccia imminente sull’uso dell’atomica della Russia’

Lo ha detto il Consigliere per la sicurezza nazionale Usa Jake Sullivan, aggiungendo che ‘i militari americani in Europa sono pronti a ogni evenienza’
Estero
1 gior

Afghanistan, kamikaze si fa esplodere in una scuola a Kabul

Il bilancio delle vittime parla di almeno 20 i morti, per lo più ragazze, e 35 i feriti. Sospettato il ramo afghano dell’Isis
Confine
1 gior

Valmorea dedica un Parco a don Renzo Scapolo

L’intitolazione avrà luogo sabato nell’area verde delle scuole del comune, con tanto di testimonianze di coloro che lo hanno conosciuto
14.02.2022 - 21:15

Kiev sospesa tra guerra e pace

‘Mercoledì l’attacco’. Ma Lavrov parla di un accordo possibile. Gli Usa intanto spostano l’ambasciata

Ansa, a cura de laRegione
kiev-sospesa-tra-guerra-e-pace
Marcia anti-russa a Kiev (Keystone)

Qualche crepa si apre nel muro contro muro della crisi ucraina, ma Kiev resta drammaticamente in bilico tra guerra e pace. Mentre la diplomazia tenta freneticamente di aprirsi una strada alternativa al conflitto con la missione del cancelliere tedesco Olaf Scholz a Kiev e poi a Mosca, dalla Russia arrivano timidi segnali di apertura.

Ci sono “chance” di trovare un accordo con l’Occidente, ha detto in mattinata il ministro degli Esteri Serghei Lavrov incontrando Vladimir Putin e spiegando che i suoi diplomatici stanno preparando una risposta di 10 pagine alle proposte Usa sulla sicurezza.


Olaf Scholz e Volodymyr Zelensky (Keystone)

Ma da Oltreoceano continuano ad arrivare segnali d’allarme, con Washington che ha annunciato lo spostamento dei restanti funzionari della sua ambasciata da Kiev a Leopoli - una mossa definita da Zelensky un “grosso errore" - mentre il segretario di Stato Antony Blinken ha parlato di “un’accelerazione drammatica” nel dispiegamento di forze russe al confine con l’Ucraina, che secondo fonti dell’amministrazione hanno iniziato a muoversi in "posizioni da attacco”, con “ben oltre centomila” uomini schierati. Uno schieramento cui gli americani rispondono continuando a rafforzare gli alleati dell’area, con altri otto caccia F-15 atterrati alla base polacca di Lask.

La data è il 16 febbraio

E si rafforza anche l’allerta sul d-day dell’attacco: il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha fatto sapere di essere stato informato sui dettagli del possibile piano di invasione, che dovrebbe avvenire mercoledì, come indica da giorni l’intelligence americana: una data-spauracchio che il leader di Kiev ha provato ad esorcizzare decretando una “giornata dell’unità", in cui la popolazione sarà invitata a "sventolare le bandiere ucraine e a indossare i colori nazionali”.

In questo scenario di caos, da Mosca sembrano giungere messaggi di apertura. Il ministro della Difesa Serghei Shoigu ha fatto sapere che “una parte delle esercitazioni" delle forze armate alle porte dell’Europa "si sta concludendo, un’altra sarà completata nel prossimo futuro”. Di “esigui canali per il dialogo” ha parlato anche il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov.

Il caso Nato

Alla carota dei luogotenenti si accompagna però il bastone del capo: l’espansione a est della Nato, ha accusato ancora una volta Vladimir Putin, “è infinita e molto pericolosa” e avviene “a spese delle ex Repubbliche sovietiche, inclusa l’Ucraina”. Una posizione che il leader del Cremlino ribadirà nell’incontro di martedì con Scholz, che da Kiev ha provato intanto a raffreddare gli animi.

La questione dell’ingresso dell’Ucraina nell’Alleanza atlantica attualmente “non è in agenda”, e proprio per questo, ha detto, è strano che Mosca agisca come se lo fosse. Un ennesimo tentativo di sgombrare il tavolo da quello che l’Occidente considera il grande pretesto della crisi, ma su cui Kiev continua a non mollare.


Una manifestante a Kiev (Keystone)

Tanto che a un paio di metri di distanza, nella sala in cui si svolgeva la conferenza stampa congiunta, Zelensky ha insistito sul fatto che l’ingresso nella Nato “garantirebbe la sicurezza“ del suo Paese, rilanciando anche l’accusa contro il gasdotto Nord Stream 2 considerato “un’arma geopolitica” nelle mani di Mosca. Anche l’erede di Angela Merkel, del resto, resta affacciato al bivio. “In caso di aggressione militare, saremmo pronti a sanzioni su vasta scala. Se la Russia violerà nuovamente la sovranità ucraina, sapremo cosa fare“, ha avvertito, tornando a minacciare "gravi conseguenze”, ma invitando allo stesso tempo Mosca a "cogliere le offerte di dialogo”, dopo aver già sollecitato "segnali immediati di de-escalation”. Toni ambivalenti, come del resto è la situazione, mentre da Londra il premier Boris Johnson ha chiesto a Putin un passo indietro “dall’orlo del precipizio” ma in una telefonata con il presidente americano Joe Biden ha concordato sul fatto che resta una "finestra per la diplomazia”.

Le grandi manovre diplomatiche

Nessuno insomma vuole farsi cogliere di sorpresa. E mentre l’Ue, dopo l’allarme della Polonia, prepara un piano d’aiuti per i Paesi di primo arrivo nella gestione dei possibili rifugiati, la diplomazia continua a vivere ore convulse. Una sessione ad hoc dei leader europei potrebbe tenersi a margine del summit di giovedì tra Ue e Unione Africana, e non si esclude neanche un summit straordinario di quelli del G7, che intanto ha assicurato di aver preparato un pacchetto di “sanzioni economiche e finanziarie con conseguenze enormi e immediate sull’economia russa”.

Anche l’Italia prova a ritagliarsi un ruolo di primo piano. Di Maio sarà martedì a Kiev, dove “ribadirà il pieno sostegno dell’Italia alla sovranità e integrità territoriale dell’Ucraina” e “confermerà il convinto appoggio italiano a ogni sforzo negoziale”. Probabilmente giovedì il ministro è invece atteso a Mosca per un incontro annunciato dal suo omologo Serghei Lavrov. Sempre che la situazione non precipiti prima.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved