ULTIME NOTIZIE Estero
medio oriente
3 ore

Dall’Iran al Libano, la rivolta è donna

In piazza per rivendicare il diritto di non portare il velo oppure a rapinare banche che occultano i loro risparmi: un mondo messo a tacere alza la voce
italia
11 ore

Elezioni: ancora 109 posti in Parlamento da assegnare

Le donne sono la metà degli uomini. Per completare i nomi di deputati e senatori resta da capire cosa sceglieranno i leader che erano in più listini.
Estero
11 ore

‘Plebiscito per l’annessione’. Putin vuole smembrare l’Ucraina

Medvedev torna ad agitare lo spettro dell’atomica. Per i filorussi il 95% avrebbe votato a favore
mar baltico
11 ore

Perdite di gas da Nord Stream. Scambi di accuse: ‘Sabotaggio’

Danni “senza precedenti” nel tratto tra Danimarca e Svezia a 80 metri di profondità. E intanto il prezzo sale
Russia
14 ore

In sette giorni 66’000 russi sono entrati nell’Unione europea

La maggior parte, fuggita dopo la mobilitazione annunciata da Putin, è passata attraverso i valichi di frontiera finlandesi ed estoni
Stati Uniti d'America
14 ore

Elon Musk diventa il più ricco d’America

Scalzato l’ex ceo di Amazon Jeff Bezos. Al terzo posto il fondatore di Microsoft Bill Gates. Fuori dalla top ten Mark Zuckerberg.
inghilterra
16 ore

Ben 27 miliardi di monete dovranno essere sostituite con Cr3

Reso noto il nuovo sigillo dedicato a Carlo III, monogramma che sarà utilizzato su edifici pubblici, documenti, francobolli e invii postali
Confine
17 ore

Scacchi, al Trofeo Castello in Valsolda vince Luca Baluta

La quinta tappa del VII° Grand Prix under 16 della Svizzera italiana si è tenuta sabato 24 settembre
LA GUERRA IN UCRAINA
18 ore

Un agosto a Kaliningrad

Il mio amore per la Russia non può giustificare l’Operazione militare speciale in Ucraina.
Stati Uniti
1 gior

La Florida si prepara all’uragano Ian

Sono 300mila le persone che sono state evacuate dalle aree più esposte
03.02.2022 - 19:29

Chi era Abu al Qurayshi, l’erede del Califfo

Originario di Mosul, fu imprigionato dagli Usa come al Baghdadi. Ora parte la caccia ai successori

Ansa, a cura de laRegione
chi-era-abu-al-qurayshi-l-erede-del-califfo
Keystone
La casa del raid

La morte del leader dell’Isis, Abu Ibrahim Hashimi al Qurayshi, indebolisce solo in apparenza la ramificata organizzazione armata, capace di mobilitare autonomamente le sue innumerevoli cellule sparse nei territori siriani, iracheni e in altri contesti internazionali.

Chi prenderà il suo posto?

Dopo due anni e mezzo dall’uccisione, sempre per mano americana e sempre nel nord-ovest della Siria, del califfo Abu Bakr al Baghdadi, la decapitazione odierna del cosiddetto Stato islamico apre comunque le porte a interrogativi su chi sarà il successore di Qurayshi, al secolo noto con diversi nomi e pseudonimi, tra i quali Abdallah Qardash e Amir al Mawla.

I nomi che circolano sembrano appartenere tutti alla ristretta cerchia dei Qaradisha, il clan originario di Tell Afar e a cui apparteneva lo stesso Qurayshi. Tra i papabili emerge il profilo dell’attuale capo del consiglio consultivo, Sami Jabburi, anche noto come Hajj Hamid, poco più che trentenne e salito nelle gerarchie interne all’Isis per i suoi successi nel gestire la transizione tra Baghdadi e Qurayshi. Ma spicca il nome anche dell’attuale wali (governatore) di Mosul, Ahmad Khattab, noto come Abu Khattab. Sebbene sia indicato come una figura delle seconde linee, alcuni affermano che proprio dalle apparenti retrovie l’Isis preferisca scegliere i suoi leader.


Al Qurayshi aveva 47 anni

Aveva 47 anni

Di Qurayshi si sa con relativa certezza che al momento della sua uccisione, in una casa immersa negli oliveti nella regione siriana di Idlib al confine con la Turchia, stava per compiere 47 anni. Era nato nel 1976 in Iraq, alla periferia di Mosul, nella piana di Ninive, come gran parte dei dirigenti di spicco dell’organizzazione insurrezionale emersa circa dieci anni fa da una costola irachena di al Qaida.

Gli Stati Uniti hanno ammesso in passato che, come nel caso di al Baghdadi, anche Qurayshi era stato arrestato dalle truppe Usa in Iraq nell’immediato post-Saddam e poi in seguito rilasciato. Durante i suoi interrogatori risalenti al 2008 – hanno rivelato documenti non più secretati del Pentagono – Qurayshi aveva rivelato decine di nomi e dettagli sui ranghi qaidisti iracheni di allora.

Uscito dal carcere Usa in Iraq, il 30enne jihadista riprende la sua ascesa dentro l’organizzazione qaidista, a cui aveva aderito subito dopo l’avvio dell’invasione anglo-americana dell’Iraq nel 2003. E dal 2009 cresce all’ombra dei suoi superiori e membri più anziani della resistenza qaidista anti-americana, che trova nell’alta valle del Tigri e nella piana di Ninive la sua roccaforte sociale e politica.

La carriera

Dopo la presa di Mosul da parte del neonato Stato islamico nel 2014, Qurayshi sovrintende al Diwan militare (ministero della guerra) con sede a Mosul, diventata ormai sede del Califfato. E si afferma come una delle personalità di maggior rilievo nell’ufficio consultivo, una sorta di Politburo dell’Isis.


Al-Baghdadi (Keystone)

In seguito alle sconfitte militari subite nel 2017, Baghdadi e i suoi fedelissimi, tra qui Qurayshi, riparano nella vicina Siria. E qui devono arrendersi di nuovo nella primavera del 2019. Fino al fatale raid contro Baghdadi nell’ottobre di quell’anno. Avvenuto a poche decine di chilometri da dove ha trovato la morte, secondo il racconto ufficiale di Washington, lo stesso Qurayshi.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved