germania-verso-la-quarta-dose-non-escluso-il-lockdown-duro
La scritta “Niente panico” per le strade di Tel Aviv (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
LIVE

Kiev: ‘Massicci bombardamenti nell’est del Paese’

Nel frattempo Mosca disposta a lasciar uscire dal porto di Mariupol le navi che portano grano solo se si eliminano le sanzioni. Segui il live de laRegione
Estero
3 ore

Italia, dissequestrata la storica biblioteca dei Girolamini

I sigilli vennero messi dieci anni fa nell’ambito di un’inchiesta sul furto di migliaia di volumi antichi
Estero
3 ore

Trasporto aereo, aumentano i bagagli persi o in ritardo

Sono più di quattro ogni mille passeggeri le borse e valigie smarrite, giunte tardivamente, rubate o danneggiate.
Estero
3 ore

Partire, restare... l’incertezza attanaglia i rifugiati siriani

Dall’inizio della guerra in Siria nel 2011, cinque milioni di persone hanno cercato rifugio in Turchia. Ora ci sono pressioni perché rientrino in patria.
Confine
14 ore

Pfizer: vaccini a prezzo di costo nei paesi poveri

‘È ora di cominciare a chiudere questo divario fra chi ha accesso alle cure più avanzate e chi no’, ha detto al Wef il Ceo del colosso farmaceutico
Confine
14 ore

Stroncato da un infarto il senzatetto svizzero trovato a Como

Si tratta di un 66enne il cui corpo era stato scoperto da un giovane lo scorso 15 maggio
Estero
16 ore

Francia, fermato un 18enne: ‘Preparava un attentato per l’Isis’

Il giovane ha ammesso di star organizzando l’attacco. Un video in cui presta fedeltà allo Stato islamico è stato trovato in suo possesso.
Stati Uniti
19 ore

‘Aveva provato a chiamare i soccorsi, ma lui le ha sparato’

Massacro di Uvalde, lo straziante racconto delle piccole vittime della follia omicida del diciottenne
Estero
19 ore

Adesione alla Nato, delegazioni di Svezia e Finlandia in Turchia

Ankara appoggerà la candidatura dei Paesi scandinavi solo se questi rinunceranno al sostegno al gruppo armato Pkk
Speciale Ucraina
20 ore

Zelensky apre ai negoziati. Ma a patto che la Russia si ritiri

Orrore a Mariupol: rinvenuti duecento cadaveri tra le macerie di un rifugio. Segui il live de laRegione
Vaticano
1 gior

‘Basta col traffico indiscriminato delle armi!’

Al cordoglio per le vittime in Texas si unisce Papa Bergoglio. ‘Impegniamoci tutti perché tragedie così non possano più accadere’
Stati Uniti
1 gior

Foto di armi al compagno pochi giorni prima della strage

Dal racconto di altri studenti, il killer veniva spesso deriso per gli abiti che indossava e la situazione finanziaria della famiglia
Stati Uniti
1 gior

Texas, si aggrava il bilancio della sparatoria: 21 i morti

L’ira del presidente Biden: ‘Perché vogliamo vivere con questa carneficina? Perché continuiamo a consentire che questo accada?’
22.12.2021 - 22:39
Aggiornamento : 22:56

Germania verso la quarta dose, non escluso il lockdown duro

Record di casi in Regno Unito, strette in tutt’Europa. Oms: ‘In arrivo la tempesta’

Ansa, a cura de laRegione

Sale l’allerta in Europa e nel mondo per l’impennata dei contagi, spinti dalla variante Omicron. E mentre la Gran Bretagna registra un record di casi - oltre 106 mila e mai così tanti in un giorno da inizio pandemia - la Germania si prepara ad alzare ulteriormente la guardia: il ministro della Salute parla della probabile necessità di una quarta dose, annunciando di aver già ordinato 80 milioni di dosi Biontech, adeguate alla nuova mutazione. E non esclude la possibilità di dover ricorrere ad “un lockdown duro“, anche se per ora non sono previste altre strette. "Non ci sono linee rosse”, ha detto Karl Lauterbach mentre l’Oms lancia un nuovo allarme: “Una nuova tempesta sta arrivando” con Omicron che, entro poche settimane, "dominerà in più Paesi della regione, spingendo sistemi sanitari già sotto pressione sull’orlo del baratro”.

Una situazione di emergenza che si respira anche in Francia, dove si teme un’ impennata dei contagi nei prossimi giorni, fino “a 100 mila al giorno” entro la fine dell’anno. E che continua a far scattare strette in tutto il vecchio continente, con nuove restrizioni in Austria, in Belgio e in Spagna. Più dura la risposta in Cina dove ormai la politica ‘tolleranza zero’ ha spinto Pechino a mettere in lockdown la città dell’Esercito di Terracotta, Xi’an, e procedere a test a tappeto per tutti i suoi 13 milioni di abitanti, dopo la scoperta di una cinquantina di nuovi contagi.

Il caso Israele

In Israele, intanto, tutto è pronto per iniziare le vaccinazioni, con la quarta dose agli over 60 e agli operatori sanitari: la somministrazione, annunciata martedì sera, potrebbe partire già domenica, appena il ministro della Salute darà il via libera definitivo. Alcuni esperti dell’Oms invitano a “vaccinarsi, vaccinarsi, vaccinarsi", anche se la linea ufficiale dell’organizzazione resta quella di considerare i richiami un lusso, invitando a cederli ai Paesi più in difficoltà. Come ribadito dal direttore generale, Tedros Ghebreyesus: "dalla pandemia non si uscirà a colpi di booster”.


Un reparto Covid a Lipsia (Keystone)

Londra in difficoltà

A fare i conti, in prima linea, con la nuova variante resta la Gran Bretagna, che ha registrato 106.122 contagi in 24 ore - compreso il marito della Principessa Anna ora in isolamento. Si tratta del record giornaliero dall’inizio della pandemia (140 i morti), con un aumento di quasi il 60% in una settimana, anche se si registra un calo del 2,7% dei decessi. Misure più dure stanno scattando in diversi Paesi: la Spagna ha reintrodotto l’uso obbligatorio delle mascherine all’aperto, l’Austria farà scattare il coprifuoco per i locali alle 22 dal 27 dicembre, il Belgio chiude cinema e teatri, ma anche le porte degli stadi.

La Germania chiude

In Germania, intanto, è stato il presidente del Robert Koch Institut, Lothar Wieler, a spiegare che il calo dei contagi non può essere motivo di distensione: “L’incidenza settimanale resta troppo alta, molti ospedali sono ancora al limite, e i numeri presto saliranno di nuovo, come si vede in altri Paesi“. Anche nella Repubblica federale si prevede infatti che la variante Omicron - approdata fra l’altro anche al Bundestag, con il contagio di un deputato - possa diventare dominante nel giro di poche settimane. “Dobbiamo prepararci adesso”, ha spiegato il ministro della salute Lauterbach, che ha spinto sulla campagna del booster da portare avanti anche durate le feste di Natale, (nel Paese fermo a quota 70,5% sul fronte dei vaccinati completi). "Non sappiamo però quanto duri l’efficacia del richiamo contro la Omicron - ha aggiunto rispondendo a una domanda -. E ritengo che sarà probabilmente necessaria una quarta dose”. Quindi l’annuncio: "Abbiamo già acquistato 80 milioni di dosi aggiornate contro Omicron dalla Biontech, che dovrebbero essere a disposizione fra aprile e maggio”.

Berlino ha deciso già una riduzione dei contatti a partire dal 28 dicembre anche per i vaccinati, che potranno incontrarsi in gruppi di massimo 10 persone. Anche gli stadi torneranno a chiudersi al pubblico, ma secondo molti virologi le misure arrivano tardi. E lo stesso Koch Institut ha invitato a una riduzione di contatti più drastica da subito, con la chiusura di locali e ristoranti, provocando il primo scontro col governo Scholz.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved