covid-19-la-fine-della-pandemia-e-plausibile-dopo-omicron
Keystone
I dati delle infezioni intanto crescono
ULTIME NOTIZIE Estero
regno unito
9 ore

Niente più multe per BoJo, ma il Partygate non finisce qui

Chiusa l’indagine della polizia. Il Labour chiede le dimissioni di Johnson, che non molla
Estero
9 ore

Preoccupa il vaiolo delle scimmie, primo caso in Italia

L’Oms vigila. Altri contagiati erano stati segnalati in Svezia, Spagna, Portogallo e Regno Unito. ‘Sintomi lievi e basso pericolo di trasmissione’
medio oriente
9 ore

Lascia deputata di sinistra, governo di Israele in minoranza

Bennet in crisi, si prospettano ancora nuove elezioni. Netanyahu ora spera di tornare al potere
Confine
15 ore

Centovallina, i treni circolano unicamente fino a Camedo

Il cedimento di un muro della strada statale oggetto d’interventi di messa in sicurezza all’origine dell’interruzione del collegamento
Estero
16 ore

Crimea, i tatari ricordano i deportati da Stalin sfidando Mosca

Nonostante i divieti e il rischio di punizioni, circa 70 persone hanno manifestato per commemorare le vittime della deportazione del popolo tataro nel ’44
Confine
16 ore

Sospesi per quasi quattro mesi i lavori sulla A9

In vista del traffico estivo si sono fermati i lavori nella galleria San Fermo Sud, che riprenderanno in settembre
Estero
17 ore

L’Europarlamento chiede lo status di candidato per la Moldavia

Con 512 a favore, 43 contrari e 39 astenuti il Parlamento di Strasburgo sollecita le istituzioni europee a riconoscere la Moldavia come Paese candidato
Estero
18 ore

Germania: spari a scuola, un ferito a Bremerhaven

La polizia ha fermato una persona, una seconda sarebbe in fuga
Speciale ucraina
19 ore

Nato, sosterremo Kiev per tutto il tempo necessario

"L’Ucraina non accetterà mai l’occupazione della Russia" ha dichiarato Rob Bauer, presidente del Comitato militare Nato Segui il live de laRegione
23.01.2022 - 22:11
Aggiornamento : 23:39

Covid-19, la fine della pandemia è plausibile dopo Omicron

Lo ha affermato il responsabile dell’Oms per l’Europa, che prevede un nuovo picco di contagi entro marzo.

Ats, a cura de laRegione

Omicron dovrebbe segnare la fine della pandemia in Europa. Ultima tappa dopo due anni che hanno segnato il mondo, la variante ha infatti aperto una nuova fase che dovrebbe “plausibilmente” portare all’estinzione del virus. L’analisi è del responsabile dell’Oms per l’Europa Hans Kluge che prevede un nuovo picco di casi entro marzo, con il 60% dei cittadini europei contagiati, prima della graduale fine dell’incubo.

Una luce in fondo al tunnel, dunque, mentre il virus continua a correre con picchi di contagi in tutto il mondo. Non solo in Europa (la Germania ha toccato un’incidenza settimanale record di 772,7 casi su 100mila abitanti) ma anche in Russia e in tutta l’Asia, dalla Cina fino alla Nuova Zelanda. Dove la premier Jacinda Ardern ha rinviato le nozze, a causa delle nuove restrizioni decise dal suo governo.

Una decisione presa dopo un picco di casi nella vicina Australia (88 morti in un solo giorno), con l’obiettivo di continuare a rimanere tra le nazioni meno colpite dal Covid: la nuova Zelanda ha registrato ufficialmente 15’104 contagi e 52 decessi dall’inizio della pandemia.

La Cina teme per i Giochi invernali

La corsa di Omicron preoccupa anche la Cina, determinata a portare avanti gli imminenti Giochi invernali e per questo pronta a chiudere, come accaduto nelle scorse settimane, intere città anche per pochi casi, oppure a monitorare, con tamponi a tappeto, intere province. È quello che sta accadendo a Fengtai, uno dei 16 distretti della municipalità di Pechino, dove le autorità sanitarie hanno dato il via a un controllo generalizzato, con un round di tamponi molecolare su tutto il territorio dopo la segnalazione di un nuovo cluster.

Russia: contagi record

È giunta invece al terzo record giornaliero consecutivo di contagi la Russia. Sono stati 63’205 i casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, dopo i 57’212 contagi di sabato e le 49’513 infezioni di venerdì scorso. Anche Mosca – epicentro dell’epidemia nel Paese – ha segnato un nuovo record, per il quarto giorno consecutivo, con 17’528 nuovi casi. Sia i contagi della capitale, sia quelli nel resto del Paese sono dovuti soprattutto alla diffusione della variante Omicron. I dati del governo indicano 326’112 morti per Covid-19 dall’inizio della pandemia. Tuttavia, l’agenzia di statistica Rosstat – che basa i suoi dati su una definizione più ampia dei decessi provocati dal virus – ne conta quasi il doppio.

Proteste contro le restrizioni in Belgio e Francia

E contro le restrizioni anti-Covid continuano anche le proteste. Migliaia sono scesi in piazza per protestare contro il super green pass sabato sera in Francia, mentre a Bruxelles la domenica pomeriggio è iniziata con una serie di scontri tra manifestanti e polizia. I dimostranti hanno lanciato oggetti contro le forze dell’ordine, che hanno reagito utilizzando gas lacrimogeni e idranti nel quartiere delle istituzioni europee. In migliaia hanno sfilato anche dall’altra parte dell’oceano, a Washington, dove nel mirino di 20mila no vax sono finiti il presidente Joe Biden e il virologo Anthony Fauci.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
covid-19 europa oms pandemia
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved