el-salvador-legalizza-i-bitcoin
Il presidente Nayib Bukele (Keystone)
09.06.2021 - 17:480
Aggiornamento : 22:35

El Salvador legalizza i Bitcoin

Il Paese centramericano è il primo al mondo a farlo. Il tasso di cambio tra la moneta virtuale e il dollaro sarà stabilito dal mercato

El Salvador è il primo Paese al mondo a legalizzare il Bitcoin. La criptovaluta potrà essere usata usata per tutti gli acquisti di beni e servizi, incluso il pagamento delle tasse. La Bitcoin Law è stata approvata dal Congresso con 62 voti a favore su un totale di 84. Insomma una super maggioranza per "un voto storico", ha detto il 39enne presidente Nayib Bukele, fan del Bitcoin tanto da avere come foto sul profilo Twitter una sua immagine con il meme dei 'laser eye' popolare fra i devoti delle valute digitali.

La legge entrerà in vigore fra 90 giorni e il prezzo del Bitcoin sarà determinato dal mercato. La criptovaluta è famosa per i suoi forti sbalzi di prezzo che da anni alimentano i timori sulla sua sostenibilità e lo scetticismo dei contrari, convinti che sia solo una bolla speculativa. Nonostante il crescente interesse degli investitori istituzionali, il Bitcoin di recente è sotto pressione, complice anche l'odio-amore di Elon Musk per la valuta digitale.

La criptovaluta

Con i suoi tweet il patron di Tesla ha caratterizzato le sedute degli ultimi mesi della criptovaluta, spingendola in alcune occasioni alle stelle - come il picco di aprile a quasi 65.000 dollari - e in altre facendola invece affondare con i suoi cinguettii criptici. Al momento il Bitcoin si aggira sui 34.000 dollari e, dopo il via libera di El Salvador, ha guadagnato il 5% spingendosi a 34.229,17 dollari. Per El Salvador l'uso generalizzato potrebbe segnare una svolta. Caldeggiata da molti come strumento di eccellenza per l'inclusione finanziaria, la criptovaluta potrebbe colmare infatti l'ampio gap di penetrazione dei servizi bancari, oltre a ridurre drasticamente i costi delle rimesse, schizzate lo scorso anno al record di quasi sette miliardi di dollari ed effettuate prevalentemente da salvadoregni che lavorano negli Stati Uniti.

"Porterà inclusione finanziaria, investimenti, turismo innovazione e sviluppo economico per il paese", ha twittato Bukele poco prima del voto in Congresso caldeggiando il via libera della misura che ha fortemente voluto e che rientra perfettamente nella sua idea di volersi affermare come un nuovo stile di leader per l'America latina.

La sua mossa comunque non convince molti analisti che la ritengono azzardata, soprattutto perché rischia di far naufragare il programma con il Fondo Monetario Internazionale al quale si lavora da oltre un anno e determinante per il Paese.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved