mosca-arresta-sull-aereo-il-leader-di-open-russia
Andrei Pivovarov di Open Russia (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Estero
l’approfondimento
3 ore

Cos’è e da dove viene Forza Nuova

Unico gruppo neofascista italiano con ambizioni elettorali, ha un passato da banda armata e un futuro molto incerto. Intanto infiammano le piazze no vax
Estero
10 ore

Caso Eitan, in Israele denunciata di furto la zia Aya

A sporgerla Etty Peleg, la nonna materna del bimbo di sei anni conteso nel processo per la sua custodia. Il verdetto potrebbe essere imminente.
Estero
11 ore

Le proteste contro il green pass non fermano l’Italia

Tensione e blocchi nei porti, ma la situazione resta sotto controllo. Boom di vaccini e tamponi dopo l’entrata in vigore dell’obbligo di pass per lavorare
afghanistan
11 ore

Nuova strage in moschea: 41 morti e 70 feriti

L’attacco è avvenuto a Kandahar, roccaforte dei talebani nel sud del Paese. Forti sospetti sull’Isis
Confine
15 ore

Varese, è l’ora del ballottaggio tra Galimberti e Bianchi

Il pronostico sembra favorire il candidato del centrosinistra, ma la Lega vuole riprendersi la ‘Città giardino’
Estero
17 ore

Regno Unito, deputato Tory accoltellato e ucciso nell’Essex

David Amess, 69 anni, è stato aggredito all’interno di una chiesa metodista durante una riunione con gli elettori
Estero
17 ore

Gli Usa riaprono i confini l’8 novembre ai viaggiatori vaccinati

Lo affermano i media americani citando un funzionario della Casa Bianca. Nella decisione sono inclusi i cittadini europei
Estero
17 ore

Dagli scavi di Ercolano emerge lo scheletro di un fuggiasco

A 25 anni dagli ultimi scavi, ritrovati i resti di un abitante dell’antica cittadina colto dalla valanga di fuoco e gas mentre tentava di fuggire in mare
Estero
18 ore

In Germania c’è l’accordo per il governo Spd-Verdi-Liberali

Lo ha dichiarato il candidato alla cancelleria dell’Spd Olaf Scholz. Si passa ora alla fase delle trattative di coalizione
Estero
01.06.2021 - 20:390
Aggiornamento : 21:06

Mosca arresta sull’aereo il leader di Open Russia

Scatta la nuova stretta dopo il caso Minsk-Ryanair. Il Cremlino ordina nuovi blitz e perquisizioni e incarcerca Pivovarov, una delle voci più critiche

Blitz, arresti e perquisizioni a tappeto. A tre mesi dalle elezioni parlamentari in programma a settembre, la repressione del dissenso nella Russia di Putin non accenna a rallentare. A San Pietroburgo il direttore del disciolto gruppo d'opposizione Open Russia, Andrei Pivovarov, è stato fermato dalla polizia e fatto scendere all'ultimo minuto da un aereo già pronto a decollare alla volta di Varsavia.

Azione inusuale

Un'operazione insolita, che avviene poco più di una settimana dopo che le autorità bielorusse hanno suscitato indignazione in tutto il mondo costringendo un Boeing della Ryanair a un atterraggio fuori programma a Minsk per un allarme bomba poi rivelatosi infondato e il cui vero obiettivo, secondo molti, era arrestare il dissidente Roman Protasevich e la sua ragazza, che viaggiavano su quell'aereo. "Questa azione è inusuale perché se i russi volevano arrestare questa persona potevano farlo prima dell'imbarco", ha detto il vice ministro degli Esteri polacco Piotr Wawrzyk commentando l'arresto di Pivovarov. Il dissidente ha 39 anni e rischia di trascorrerne sei dietro le sbarre. Oggi è stato trasferito a Krasnodar, nel sud della Russia, da dove è partita l'inchiesta contro di lui.

Gli investigatori lo accusano di pubblicazioni a sostegno di "un'organizzazione non desiderabile" che risalgono allo scorso agosto. Ma lo stesso ramo internazionale di Open Russia era stato bollato con l'infamante etichetta di "organizzazione non desiderabile" quattro anni fa e in Russia gli attivisti continuavano a lavorare attraverso un ente a sé stante, che era guidato appunto da Pivovarov. Open Russia è stata fondata da Mikhail Khodorkovsky, l'ex magnate del petrolio e bestia nera del Cremlino che ora vive all'estero dopo aver trascorso dieci anni in prigione per una condanna che molti ritengono politica. Il gruppo in Russia si è sciolto il 27 maggio per evitare grane ai suoi iscritti dopo che alla Duma hanno proposto una nuova stretta sulle organizzazioni non desiderabili. I guai con la giustizia per Pivovarov sono però arrivati lo stesso, e dopo appena quattro giorni. Secondo il team di Pivovarov, gli agenti nella notte hanno pure perquisito l'appartamento del dissidente a San Pietroburgo.

La reazione dell’Ue

Non si è fatta attendere la reazione dell'Ue che in una nota del portavoce del servizio di azione esterna ha esortato le autorità russe a rilasciare "immediatamente e senza condizioni" l'attivista. "Questo caso non è un incidente isolato, ma conferma un modello continuo di riduzione dello spazio per la società civile, l'opposizione e le voci critiche, nonché i media indipendenti nella Federazione Russa", ha denunciato l'Ue.

E infatti stamattina nuove perquisizioni sono state denunciate nelle abitazioni di altri oppositori. Dmitri Gudkov, un ex deputato, ha fatto sapere che la polizia è entrata nella sua casa di campagna alle porte di Mosca e nelle abitazioni di due suoi alleati. "C'è una perquisizione nella mia dacia vicino Kolomna", ha scritto Gudkov su internet. "Non conosco il motivo formale. Quello reale però è chiaro". Il padre di Dmitri Gudkov, Ghennadi Gudkov, anch'egli ex deputato e ora all'estero, ha detto che nelle stesse ore la polizia si è presentata pure nelle abitazioni di altri familiari. "Una magnifica mattina nella Russia di Putin", ha commentato con sarcasmo.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved