draghi-incassa-la-fiducia-e-i-cinquestelle-si-spaccano
(Keystone)
18.02.2021 - 21:560
Aggiornamento : 22:37

Draghi incassa la fiducia e i Cinquestelle si spaccano

L'Italia ha ufficialmente un nuovo governo, ma ora l'attenzione si sposta sul futuro del movimento fondato da Beppe Grillo

a cura de laRegione

Combattere la corruzione e le mafie garantendo un processo “giusto e di durata ragionevole” nel rispetto della Costituzione. Mario Draghi sa bene che questo chiedono gli investitori stranieri da tempo all'Italia, e ma è anche certo che la strada indicata serva a riconquistare la “fiducia dei cittadini”. Senza “legalità e sicurezza” non c’è futuro, che rappresenta invece la cifra del “suo sguardo” e che il nuoco premier spera ispiri il “lavoro comune”. L’ossatura del programma di governo, Draghi l’ha illustrata già al Senato. E così, in vista del voto di fiducia alla Camera, sceglie una replica breve: tredici minuti in tutto in cui chiarisce solo qualche passaggio, dalle piccole e medie imprese alla giustizia (il più applaudito) ma anche alle carceri. Gli istituti penitenziari “sono sovraffollati”, osserva, e non bisogna trascurare la "paura" del contagio.

I primi transfughi

I numeri su cui può contare anche alla Camera saranno più che robusti e neanche il caos M5S è capace di metterli a rischio: alla fine, nel secondo voto di fiducia, saranno 535 i sì (con 56 no e 5 astenuti). Il dissenso dentro il Movimento è diventato però ufficiale e la scissione spesso evocata è ormai una realtà. In mattinata vengono espulsi 15 senatori; a poco meno di due ore dal voto sei deputati pentastellati escono allo scoperto e annunciano il loro ‘no’ (alla fine saranno 16, più 4 astenuti e 12 assenti), ma la presidente di FdI Giorgia Meloni è pronta a scommettere che presto aumenteranno e non solo dentro M5S. “Oggi sono tutti con lei. Vedrà quando scatterà il semestre bianco quanti temerari dissidenti usciranno fuori”, dice intervenendo in aula e ribadendo il voto contrario del suo partito. Salvini intanto si dice convinto che presto in Parlamento ci saranno altre novità: una manciata di parlamentari traslocherà alla Lega - assicura - e non saranno solo M5S.

 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved