agitu-uccisa-da-chi-voleva-aiutare-questione-di-soldi
Agitu Gudeta
ULTIME NOTIZIE Estero
Olanda
1 ora

Cadono due gondole nel parco a tema, quattro feriti

Una giostra perde pezzi: momenti di paura questo pomeriggio al Sprookjesbos di Valkenburg, nei Paesi Bassi
Estero
4 ore

Stavolta è un guasto informatico a tenere a terra easyJet

Dopo i voli cancellati causa Covid in aprile, la compagnia low-cost fermata da problemi con i computer. Duecento decolli annullati nel Regno Unito
Estero
5 ore

La Cina contro Blinken: ‘Il suo discorso ci infanga’

La Cina reagisce alle parole del segretario di Stato americano secondo cui Pechino è ‘la sfida a lungo termine più seria per l’ordine internazionale’
Estero
9 ore

Canada, la polizia uccide un uomo armato vicino a una scuola

Un portavoce dell’Unità investigativa speciale della polizia di Toronto ha spiegato che due agenti di polizia hanno sparato all’uomo e lo hanno ucciso
Speciale Ucraina
LIVE

Fra Kiev e Mosca resta il nodo dei colloqui

Per il negoziatore russo ‘i colloqui son di basso profilo ma continuano’. Zelensky: ‘Necessario parlare a Putin’. Segui il live de laRegione
Estero
19 ore

Strage di Uvalde, morto di dolore il marito della maestra eroina

Due giorni dopo la strage che è costata la vita alla moglie Irma e ad altri 19 bambini, Joe Garcia è morto d’infarto
Estero
19 ore

Ciriaco De Mita, la politica s’inchina all’ultimo premier Dc

Morto oggi ad Avellino all’età di 94 anni. Il Presidente Mattarella, in un lungo comunicato non formale: ‘Un innovatore nel solco di Sturzo e Moro’.
Confine
22 ore

Disastro al Mottarone: ‘Fune vecchia ed errori umani’

Depositata la relazione intermedia della Commissione di indagine del Ministero dei trasporti. Poco spazio alla tesi della tragica fatalità
Estero
1 gior

Kiev: ‘Segnali di un’escalation a est’

Nel frattempo Mosca disposta a lasciar uscire dal porto di Mariupol le navi che portano grano solo se si eliminano le sanzioni. Segui il live de laRegione
30.12.2020 - 20:08

Agitu uccisa da chi voleva aiutare, questione di soldi

Un 32enne ghanese ha confessato l’omicidio dell’imprenditrice etiope, figura simbolo dell’integrazione in Italia

Trento – Lo aveva accolto nella sua casa dandogli lavoro e un tetto, lei che da Addis Abeba, dove era tornata dopo gli studi in sociologia a Trento, era dovuta fuggire nel 2010 per un mandato di cattura dopo essersi opposta alla sottrazione delle terre agli agricoltori da parte delle multinazionali. Lavoravano insieme da tempo. Si fidava di lui, al punto che dopo una prima esperienza la scorsa estate lo aveva richiamato, da metà ottobre, nella casa di Frassilongo, paese della Valle dei Mocheni, in Trentino, dove Agitu Ideo Gudeta, imprenditrice etiope di 42 anni (ne avrebbe compiuti 43 tra pochi giorni) viveva e aveva costruito da zero un'azienda agricola e un allevamento di capre, "La capra felice". Agitu aveva anche aperto un negozio a Trento e pensava ad un agriturismo per la prossima primavera.

Per uno stipendio non versato

Una fiducia spezzata dalla violenza cieca per una mensilità non corrisposta, come ha raccontato lo stesso Adams Suleiman, 32 anni, ghanese, confessando di aver ucciso la donna al pm Giovanni Benelli e ai carabinieri che lo hanno fermato nelle vicinanze della casa - di cui aveva le chiavi e dove vive al piano terra - in una stalla, nella quale si era rifugiato dopo essersi cambiato la giacca sporca di sangue. L'uomo, difeso dall'avvocato Fulvio Carlin, si trova ora in carcere a Spini di Gardolo. Ha espresso pentimento e "grande dolore" per il gesto compiuto. Durante l'interrogatorio avrebbe anche detto di voler morire.

L'uomo ha raccontato agli inquirenti di aver discusso con Agitu, poi di aver recuperato un martello in una stanza vicina alla camera da letto e quindi di aver colpito la donna 4 o 5 volte alla testa. In merito alla presunta violenza sessuale avvenuta dopo l'aggressione, quando la donna era agonizzante, saranno solo i risultati dell'autopsia e gli esami tecnici - è stato specificato - a fornire al pubblico ministero, nei prossimi giorni, gli elementi per un quadro più chiaro e per procedere ad eventuali ulteriori contestazioni.

Grande commozione in Trentino e non solo

L'omicidio di Agitu Ideo Gudeta ha destato grande commozione, non solo in Trentino, con tante manifestazioni di cordoglio sia da parte delle istituzioni - il presidente della Provincia Fugatti, il sindaco di Trento Franco Ianeselli, il procuratore Sandro Raimondi - che della politica. Ma soprattutto da parte delle persone che la conoscevano perché avevano letto e saputo della sua storia di coraggio e determinazione.

Agitu era diventata un simbolo dell'integrazione ma anche dell'imprenditoria e aveva ricevuto premi e riconoscimenti. Altri la conoscevano perché acquistavano i suoi prodotti al mercato contadino in piazza Santa Maria o nel suo negozio di piazza Venezia, dove oggi molti hanno deposto fiori e si sono fermati in raccoglimento, come davanti alla porta della casa a Frassilongo. Una camminata con le candele a cui hanno partecipato circa 300 persone è stata organizzata nel pomeriggio a Trento per ricordare Agitu. "Dormiva 4 ore per notte: si svegliava all'alba per mungere, poi c'erano i mercati, i due negozi che aveva aperto. Tante, troppe cose. Eppure aveva sempre un pensiero per tutti, ti stava vicino", racconta un amico di lungo corso di Trento.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
agitu imprenditrice etiope integrazione omicidio simbolo trento
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved