14.12.2020 - 10:56
Aggiornamento: 17:05

Coronavirus, crescita 'drammatica': Olanda verso un lockdown

Il primo ministro Mark Rutte si rivolgerà alla popolazione in serata, in un discorso televisivo. Prevista anche la chiusura dei negozi che non vengono beni di uso quotidiano.

coronavirus-crescita-drammatica-olanda-verso-un-lockdown
Keystone
Mark Rutte

Dopo la Germania, anche la vicina Olanda si sta dirigendo verso un lockdown. Visto il drammatico aumento delle infezioni, il governo dell'Aia ha convocato una riunione d'emergenza per lunedì.

Il primo ministro Mark Rutte si rivolgerà alla popolazione in un discorso televisivo in serata. Tra le altre cose, è prevista la chiusura di tutti i negozi che non vendono beni di uso quotidiano. I Paesi Bassi e la Germania condividono quasi 580 chilometri di confine comune.

Finora i negozi del paese vicino non hanno mai dovuto chiudere. Le autorità temono che molti tedeschi, per esempio dagli stati della Renania Settentrionale-Vestfalia e della Bassa Sassonia, attraversino il confine per fare i loro acquisti natalizi dopo la chiusura nel loro paese.

"La situazione è molto grave", ha detto il ministro della Salute Hugo de Jonge prima dell'inizio della riunione di crisi. Gli ospedali riuscivano a malapena a sopportare la pressione. Alla fine sono state segnalate circa 10.000 nuove infezioni in 24 ore.

Nei Paesi Bassi vivono circa 17,5 milioni di persone. Da circa metà ottobre è in vigore nei Paesi Bassi un blocco parziale. I contatti privati sono limitati e i ristoranti sono chiusi.

In Germania, per contenere la pandemia di coronavirus, che continua a diffondersi rapidamente, la vita pubblica e privata sarà drasticamente chiusa a partire da mercoledì. La cancelliera Angela Merkel e i premier statali avevano deciso domenica, tra l'altro, che dal 16 dicembre al 10 gennaio il settore del commercio al dettaglio deve chiudere, a eccezione dei negozi per le necessità quotidiane.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved