13.04.2022 - 18:53
Aggiornamento: 19:14

‘Ero in gita a Lugano’. Intercettato a Brogeda con la cocaina

La Finanza scopre un 25enne con 850 grammi di stupefacente confezionato sottovuoto e nascosto nell’auto

di Marco Marelli
ero-in-gita-a-lugano-intercettato-a-brogeda-con-la-cocaina
GdF
Si sperava di confondere finanzieri e cane antidroga

È un racconto inverosimile quello fatto da un 25enne incensurato muratore albanese, residente in Lombardia, arrestato lo scorso fine settimana alla dogana autostradale di Brogeda per essere stato trovato in possesso di 850 grammi di cocaina. Droga confezionata in quattro sacchetti per alimenti sottovuoto, a loro volta contenuti all’interno di una busta di plastica.

"Sono stato in gita a Lugano e lì qualcuno ha messo la droga nel baule della mia auto", è quanto affermato dal 25enne dopo che le Fiamme Gialle della Guardia di finanza di Ponte Chiasso avevano trovato lo stupefacente celato in un doppio fondo dell’auto guidata dal giovane albanese. Gli investigatori non hanno dato credito al suo racconto e l’uomo è finito al Bassone, carcere di Como, per il reato di traffico internazionale di sostanze stupefacenti.

Il confezionamento in sacchetti sottovuoto avrebbe dovuto evitare la scoperta della cocaina da parte di un cane antidroga in servizio a Ponte Chiasso. Lo stratagemma non è però andato a buon fine. Oltre alla cocaina i finanzieri hanno sequestrato anche l’auto e una somma pari a oltre 2mila euro in franchi svizzeri e valuta europea.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved