Venezia
0
Torino
0
1. tempo
(0-0)
LECHEMIA E./LOHOFF J.
GOLUBIC V./TEICHMANN J.
21:00
 
lonza-ha-creato-in-vallese-mille-impieghi-in-sei-mesi
Keystone
Un’azienda, una regione: nel bene e nel male
Economia
23.07.2021 - 14:510
Aggiornamento : 18:06

Lonza ha creato in Vallese mille impieghi in sei mesi

A Visp il gruppo farmaceutico produce il principio attivo per il vaccino di Moderna. Il titolo alla borsa di Zurigo fa segnare un +22% da inizio 2020.

Basilea – Lonza grande creatore di impieghi in Vallese: il gruppo farmaceutico renano, che fra l'altro produce il principio attivo per il vaccino anti-Covid di Moderna, ha generato in pochi mesi un migliaio di nuovi posti di lavoro nel cantone alpino.

"Nel primo semestre 2021 abbiamo assunto oltre 1000 persone a Visp", ha affermato il presidente della direzione Pierre-Alain Ruffieux nella conferenza stampa di commento dei risultati aziendali pubblicati in mattinata. La località capoluogo dell'omonimo distretto è uno dei quattro centri produttivi del preparato per Moderna.

Alla ricerca di altri 2mila dipendenti

Lonza sta ampliando le capacità sul posto, ma non solo per Moderna. E anche a livello globale l'impresa è in piena espansione: la società è ancora alla ricerca di 2000 dipendenti supplementari: Ruffieux non ha voluto dire quanti di questi firmeranno il contratto in Svizzera. Complessivamente a livello mondiale l'organico nel semestre è cresciuto di 1400 unità, per un totale di circa 14'400 dipendenti.

Il gruppo si è separato da poco del comparto chimico, per concentrarsi nelle forniture per l'industria farmaceutica. Le ombre del passato incombono però ancora: l'impresa si è vista costretta ad accantonare 290 milioni di franchi per risanare la ex discarica di Gamsenried, un villaggio fra Visp e Briga, un sito contaminato usato nel Novecento che ha portato all'inquinamento delle acque sotterranee.

Vola il titolo alla borsa di Zurigo

In relazione al presente gioiscono per contro gli investitori. Alla borsa di Zurigo il titolo Lonza è arrivato oggi a guadagnare oltre il 3% in confronto a ieri, stabilendo un nuovo massimo di sempre a quasi 699 franchi. La performance dall'inizio del 2020 è del +22%. Rispetto al marzo dell'anno scorso il valore del titolo è più che raddoppiato.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved