Spettacoli
Il Jazz Cat Club riabbraccia Monty Alexander
Pianista di culto del jazz, arriva ad Ascona il 20 aprile alle 20.30, all’interno di Tra jazz e nuove musiche di Rete Due
Monty Alexander
13 Aprile 2022
|

Ospite del Jazz Cat Club all’interno della rassegna Tra jazz e nuove musiche di Rete Due, Monty Alexander suonerà con il suo trio al Teatro del Gatto mercoledì 20 aprile alle 20.30. Artista jamaicano di culto, tra i più importanti pianisti della storia del jazz, all’età di 78 anni gira ancora il mondo. Classe 1944, nato a Kingston, Montgomery Bernard ‘Monty’ Alexander ha scoperto il pianoforte all’età di 4 anni, dimostrando un innato orecchio musicale; ha iniziato lo studio dello strumento a 6 anni, per poi scoprire il jazz 14enne. Due anni più tardi, il giovane Alexander è già alla testa di Monty and the Cyclones, la sua orchestra da ballo applicata alla maggior parte delle prime hit del rock e del pop. Le performance nel giamaicano Carib Theater di Louis Armstrong e Nat King Cole sono decisive per la crescita del giovane pianista, trasferitosi più tardi negli Stati Uniti con la famiglia.

Nel 1961 la Florida, poi New York, dove diventa il pianista del Jilly’s Night Club; Alexander accompagna Frank Sinatra, diventa amico di Ray Brown, Milt Jackson e Miles Davis e incide il primo di 75 album a suo nome, ‘Alexander the Great’, uscito nel 1964 per la Pacific Jazz e registrato quando ha vent’anni, in piena ascesa. Il sodalizio con John Clayton al basso e Jeff Hamilton alla batteria è storia, così come le sue 23 apparizioni al Montreux Jazz Festival, la prima nel 1976. Risale proprio a quell’anno la collaborazione più importante fra i tre musicisti, sancita dall’album ‘Montreux Alexander’, registrato nella cittadina sul Lemano durante la manifestazione. Di rilievo le collaborazioni con le cantanti Ernestine Anderson e Mary Stallings e l’esperienza nelle formazioni di Dizzy Gillespie, Benny Golson, Jimmy Griffin e Frank Morgan, ma anche i trii con musicisti associati a Oscar Peterson, che rispondono ai nomi di Herb Ellis, Ray Brown, Mads Vinding, Ed Thigpen e Niels-Henning Ørsted Pedersen.

Nel corso degli anni, Monty Alexander si è impegnato in una grande varietà di progetti, spaziando dal blues al gospel, al bebop, al calypso, alla musica reggae. Le origini giamaicane di Alexander sono confluite anche in una reggae band, negli anni ’90, dalla composizione tutta giamaicana. Testimonianza discografica è contenuta, tra il 1996 e il 2001, in ‘Yard Movement’, ‘Stir It Up’ (una raccolta di canzoni di Bob Marley), ‘Monty Meets Sly & Robbie’ e ‘Goin’ Yard’, che contengono vivacità, senso per la melodia, groove e gusto raffinato. Comunque vicino alla tradizione jazzistica classica, legato alle figure che hanno fatto la storia del pianoforte jazz, Alexander è musicista molto amato anche in Ticino: a JazzAscona si è esibito due volte, nel 2006 e nel 2019 con un omaggio a Nat King Cole.

Prevendita online: www.jazzcatclub.ch

Informazioni: info@jazzcatclub.ch