ULTIME NOTIZIE Culture
Spettacoli
6 ore

FIT Festival, la seconda settimana

Si parte martedì 4 ottobre al Teatro Foce con ‘From Syria: is this a child?’, si chiude domenica 9 ottobre con ‘Bears’
Spettacoli
6 ore

Altre accuse di plagio per Ed Sheeran

‘Thinking Out Loud’ troppo simile a ‘Let’s Get It On’ di Marvin Gaye
Cinema
6 ore

10 Film Festival al PalaCinema, tocca al Kurzfilmtage Winterthur

Serata dedicata ai corti ticinesi quella del 6 ottobre alle 20.30, ospite, da Winterthur, il direttore artistico John Canciani
Culture
8 ore

Osi: il dopo Weidmann, per ora, è con Widmer e Flury

Direzione affidata all’attuale vicedirettore Samuel Flury e al membro della direzione Barbara Widmer, nell’attesa del bando per la nuova figura
Spettacoli
9 ore

Phil Collins vende il catalogo da solista e con i Genesis

L’intesa con l’americana Concord vale 300 milioni. Sono esclusi gli album con Peter Gabriel
Ticino7
15 ore

‘Di tutto un pop’ con Sergio Mancinelli

Le sue storie di musica da domani su Ticino7, ogni primo sabato del mese, a parole e in voce (l’intervista)
Culture
1 gior

Come sta la Terra? Chiedilo a Marco Paolini

L’attore/attivista è stato ospite di ‘Emergenza Terra’, la prima conferenza di un ciclo che, kantianamente, si tiene a Mendrisio
Culture
1 gior

Dal bio all’ambiente, l’utopia moderna del Monte Verità

Sabato 1 ottobre presentazione in anteprima di ‘Back to Nature’, nuovo volume su una colonia che ha anticipato molti temi oggi attuali
Cinema
1 gior

‘Guerra, guerrae, guerrarum’

Il fil-rouge della nona edizione del Film Festival Diritti Umani Lugano: i conflitti quali contesti di annullamento dell’umanità. Dal 19 al 23 ottobre
Video
Musica
1 gior

‘Only The Strong Survive’, a novembre il nuovo Springsteen

Il 21esimo album del Boss è un tributo al soul. Fino ad allora, il singolo ‘Do I Love You (Indeed I do)’
Musica
1 gior

Pianoforte e riflessione filosofica in PianoSofia

Dall’1 all’8 ottobre a Milano fra la Casa degli Artisti e Villa Litta Modignani
Scienze
1 gior

Uccelli: una specie su otto rischia l’estinzione

In Svizzera la situazione è particolarmente critica, una proporzione circa tre volte più elevata (il 40% delle 205 specie ne fa parte)
Spettacoli
1 gior

Il rapper americano Coolio trovato senza vita nel bagno

Aveva 59 anni. Era diventato famoso con il singolo ‘Gangsta’s Paradise’ del 1995. È morto a Los Angeles
Culture
1 gior

Con Daniele Dell’Agnola cercando ‘L’orecchio in fuga’

Mentre ‘La luna nel baule’ è attesa a teatro, esce il suo il primo libro illustrato: il prossimo 30 settembre, l’incontro alla Cantina di Muzzano
Culture
2 gior

Percorsi manzoniani a LaFilanda

Quattro domeniche parlando di Promessi Sposi a partire dal 2 ottobre a Mendrisio
Spettacoli
2 gior

Contrordine: Robbie Williams non sarà a Zurigo

L’organizzatore dell’evento ha parlato di problemi di pianificazione per giustificare il mancato arrivo all’Hallenstadion della star britannica del pop.
Arte
2 gior

Due opere di Giacometti donate al Museo d’arte dei Grigioni

Si tratta di due ritratti: uno di ‘Giovanin de Vöja’ e uno di formato ridotto di Annetta Giacometti con il figlio Bruno
Musica
23.07.2021 - 11:09
Aggiornamento: 12:22

Chiara Dubey si ritrova in 'Stranger'

È la canzone ufficiale del Floating Notes Festival di San Bernardino, dov'è attesa dal vivo domani, sabato 24 luglio. Ma è soprattutto riscoprire se stessi.

chiara-dubey-si-ritrova-in-stranger
Dal vivo sabato 24 luglio alla vecchia fabbrica di acque minerali (foto: Christian Schwitter)

È passato qualche anno da quando Billy Joel parlava dell’estraneo che vive in noi, quella faccia che nascondiamo bene e che tiriamo fuori solo quando gli altri se ne sono andati. Lì, 44 anni fa, era ‘The Stranger’. Qui, oggi, è ‘Stranger’ di Chiara Dubey, che l’estranea se la ritrova in casa, complice il silenzio del lockdown. “Io e te eravamo la stessa cosa, ma il mondo è diventato sempre più rumoroso”, canta la singer-songwriter e musicista nella canzone ufficiale del Floating Notes Festival di San Bernardino, dov'è attesa domani, sabato 24 luglio alle 21, tra i nomi di una tre giorni di musica che si apre oggi. ‘Stranger’ ha il suono rigoroso e riconoscibile del suo ‘Constellations’, primo album del quale non stiamo a ritessere lodi già tessute; ‘Stranger’, visto che abbiamo cominciato dal pianista (M), sta dalle parti di Tori Amos, pianista (F); e visto che è nuova nuova (e visto che i ‘rimandi a’ lasciano sempre il tempo che trovano), di ‘Stranger’ possiamo tessere lodi a sé.

Compagna di te stessa

“L’insolita costellazione del lockdown ha permesso di rivolgere l’attenzione verso l’interno e riscoprire la compagnia di se stessi. È stato come ritrovare una vecchia amica, per me”, recita l’ultima, puntuale newsletter di Chiara Dubey. “È stato come rincontrarla dopo tanto tempo e chiedersi come abbiamo fatto a perderci di vista così a lungo”. Detto a voce, durante i preparativi del concerto: «‘Stranger’ è la persona che avevo un po’ tralasciato nel resto dell’anno. Prima del lockdown non c’era mai il tempo sufficiente per prestare attenzione a sé stessi, per ascoltarsi, era come se il nostro guardare fosse completamente focalizzata verso l’esterno. Del come ci sentissimo realmente sembrava non interessarci mai granché. In questa situazione stranissima, d’isolamento, l’unica cosa che ti resta è la tua persona, compagna di te stessa. Solo a quel punto, per forza di cose, rivolgi l’attenzione verso l’interno. È stato un po’ come riscoprirsi o ritrovare una parte di te che avevi ignorato». E ora che vi siete ritrovate, tu e la tua amica, vi state almeno simpatiche? «Sì, assolutamente (ride, ndr). Parlo di un’amica ma si tratta di un’armonia, di una sorta d’equilibrio».

‘Mi hanno trovata’

In verità, a ritrovarsi dopo il lockdown sono stati in tre: Chiara, l’altra di sé e una giovane label zurighese chiamata Livana Music, parte di una struttura più grande, che crede nella costellazione Dubey: «Mi hanno trovata, mi hanno chiesto se fossi disponibile a lavorare con loro. Sono gentili, motivati, ora ho un team e non sono più tutta sola a lavorare per me. Ho firmato un contratto nel quale è inclusa ‘Stranger’». ‘Stranger’, appunto: «Mi è stato chiesto di scrivere una canzone come inno per la manifestazione e visto che il Festival si svolge a San Bernardino ho deciso trascorrere una giornata intera lì. Il trovarmi da sola è stato abbastanza liberatorio, la montagna fa questo effetto su di me. Più che farmi ispirare dall’aria fresca o dalle belle montagne, ho cominciato a pensare al lockdown, a come mi sono sentita, a come mi sento ora, e si è concretizzato il nocciolo del brano».

A San Bernardino, insieme alla nuova canzone, tornano le ‘Constellations’ del disco col quintetto al completo: «Siamo entusiasti di tornare a suonare, di trascorrere due giorni insieme. Siamo un po’ tutti a digiuno di musica live», conclude Chiara. A digiuno almeno dal Teatro di Locarno, settembre 2020, o da Basilea, ottobre dello stesso anno, prima che tutto chiudesse di nuovo; a digiuno, più recentemente parlando, dal live in streaming del gennaio 2021, integralmente fruibile sul Tubo. E quindi si suona dal vivo e il digiuno è finito, finalmente. Quanto alla label, e a quell’accordo di 6 pezzi «che probabilmente diventeranno 12, presto mi metterò a scrivere», c’è tempo. C’è tempo anche per sapere delle collaborazioni di Chiara Dubey con altri artisti, che adesso non si possono scrivere, ma nemmeno sapere. Al massimo ipotizzare. Così proviamo ad alzare la testa, magari è scritto nelle stelle.

Il festival

Note fluttuanti

È la prima edizione del Floating Notes Festival di San Bernardino, festival svizzero di musica sperimentale tutto nuovo che da oggi al 25 luglio ospita live set preparati appositamente per l’evento. A pagamento è la sola giornata di oggi, venerdì 23 (15 franchi il biglietto), a partire dalle 21 con la ‘space harp’ di Kety Fusco, le sperimentazioni viniliche di Camilla Sparksss e gli ampi panorami pianistici di Adriano Koch. Nei giorni successivi, le Drums Stones di Simon Berz, la neoclassica Dubey , il DJ Set Punk Spinning Weird Discs di Peter Kernel e l’alternative pop di Leoni Leoni. Annunciati anche Keri Gonzato ed Effe Effe. Per le condizioni meteo incerte, la musica è tutta alla vecchia fabbrica di acque minerali. Programma completo e orari su www.floating-notes.com.

Leggi anche:

La costellazione Chiara Dubey

È uscito 'Constellations' di Chiara Dubey e ne valeva la pena

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved