chiara-dubey-si-ritrova-in-stranger
Dal vivo sabato 24 luglio alla vecchia fabbrica di acque minerali (foto: Christian Schwitter)
ULTIME NOTIZIE Culture
Teatro Sociale
23 min

Chi fa la mamma tra ‘Boef & Asen’?

Ferruccio Cainero adatta lo spettacolo natalizio scritto da Norbert Ebel nel ’99, sempre attuale. Domenica 28 novembre, con attori di Barabba’s Clowns.
Società
13 ore

Paesaggi sonori per la cura dei bambini

Al Forum cultura e salute Antti Ikonen racconta il progetto di ‘soundscape’ nel nuovo ospedale pediatrico di Helsinki
Musica
20 ore

Tina Turner dottore honoris causa in storia e filosofia

L‘Università di Berna gliela consegnerà il 4 dicembre. Tra le motivazioni: ‘Esempio di via di uscita da molteplici situazioni di discriminazione’
Spettacoli
1 gior

Al Teatro Paravento si trasloca con Salvador Dalí

Prima dello spettacolo con Davide Gagliardi scritto da Egidia Bruno partendo da un un poster “troppo inquietante per appenderlo in camera”
Scienze
1 gior

Covid, il punto dell’Oms per vaccini a bambini e ragazzi

Un rapporto preliminare indica l’utilità di vaccinare i più giovani. Ma la priorità rimane proteggere soggetti fragili. E un’equa distribuzione globale
Società
1 gior

La scuola e l’erosione dell’autorità, un convegno per parlarne

Sabato a Lugano primo appuntamento dell’associazione Essere a scuola. Intervista a uno dei relatori, il filosofo dell’educazione Eirick Prairat
Scienze
2 gior

L’Oceano Artico ha iniziato a scaldarsi a inizio XX secolo

Studi italiani e britannici hanno ricostruito gli ultimi 800 anni di mutamenti di un mare con funzioni chiave nei cambiamenti climatici globali
Spettacoli
2 gior

La sorpresa Carrisi a Tutti i colori del giallo

Lo scrittore e regista italiano presenta, in anteprima, il suo nuovo romanzo ‘La casa senza ricordi’ al festival di Massagno
L’intervista
2 gior

Il Maestro e Di Battista (jazz e cinema in ‘Morricone Stories’)

Sabato 27 novembre il Cinema Teatro di Chiasso ospita Stefano Di Battista col progetto dedicato a Morricone: tutto ebbe inizio a Roma, qualche anno fa...
Spettacoli
2 gior

Olga, tra ginnastica e politica in sala il film di Elie Grappe

Dal Festival di Cannes alla candidatura svizzera agli Oscar, il giovane regista racconta di un’atleta ucraina in esilio durante la rivoluzione
Teatro
2 gior

‘Misericordia’ di Emma Dante al San Materno

Sabato 27 e domenica 28 novembre ad Ascona la storia di Anna, Nuzza, Bettina e Arturo, nello spettacolo dell’attrice, regista e drammaturga italiana
Spettacoli
2 gior

Max Lazzarin al Murrayfield Pub

Venerdì 26 novembre dalle 22 a Chiasso, il nuovo progetto del pianista e cantante
Spettacoli
2 gior

Lugano esiste: Ermal Meta al Palacongressi il 20 marzo 2022

In radio da venerdì 26 novembre col nuovo singolo ‘Milano non esiste’, il cantautore è atteso in Ticino con l’anno nuovo
Video
Musica
2 gior

Freaky Farm, in direzione ostinata e rotante

‘Coupled Spins’ è il titolo del nuovo brano della coppia Christian Schwarz-Marco Kohler, accompagnato da un bel volo a planare girato in Namibia
Culture
2 gior

Carine Bachmann alla guida dell’Ufficio federale della cultura

Nominata oggi dal Consiglio federale, sostituirà Isabelle Chassot (Alleanza del Centro), eletta al Consiglio degli Stati per il canton Friburgo
Video
Musica
3 gior

Calicantus, ‘Somebody to love’ tra Losone e Montreux

È ‘una botta di vita’ il tributo del coro diretto da Mario Fontana a Freddie Mercury, del quale oggi ricorrono i trent’anni dalla morte
Scienze
3 gior

La sonda Dart è in viaggio, cercherà di deviare un asteroide

Una lunga missione planetaria di oltre 10 milioni di chilometri in 11 mesi per colpire e deviare la traiettoria di un oggetto di 170 metri di diametro
Musica
23.07.2021 - 11:090
Aggiornamento : 12:22

Chiara Dubey si ritrova in 'Stranger'

È la canzone ufficiale del Floating Notes Festival di San Bernardino, dov'è attesa dal vivo domani, sabato 24 luglio. Ma è soprattutto riscoprire se stessi.

È passato qualche anno da quando Billy Joel parlava dell’estraneo che vive in noi, quella faccia che nascondiamo bene e che tiriamo fuori solo quando gli altri se ne sono andati. Lì, 44 anni fa, era ‘The Stranger’. Qui, oggi, è ‘Stranger’ di Chiara Dubey, che l’estranea se la ritrova in casa, complice il silenzio del lockdown. “Io e te eravamo la stessa cosa, ma il mondo è diventato sempre più rumoroso”, canta la singer-songwriter e musicista nella canzone ufficiale del Floating Notes Festival di San Bernardino, dov'è attesa domani, sabato 24 luglio alle 21, tra i nomi di una tre giorni di musica che si apre oggi. ‘Stranger’ ha il suono rigoroso e riconoscibile del suo ‘Constellations’, primo album del quale non stiamo a ritessere lodi già tessute; ‘Stranger’, visto che abbiamo cominciato dal pianista (M), sta dalle parti di Tori Amos, pianista (F); e visto che è nuova nuova (e visto che i ‘rimandi a’ lasciano sempre il tempo che trovano), di ‘Stranger’ possiamo tessere lodi a sé.

Compagna di te stessa

“L’insolita costellazione del lockdown ha permesso di rivolgere l’attenzione verso l’interno e riscoprire la compagnia di se stessi. È stato come ritrovare una vecchia amica, per me”, recita l’ultima, puntuale newsletter di Chiara Dubey. “È stato come rincontrarla dopo tanto tempo e chiedersi come abbiamo fatto a perderci di vista così a lungo”. Detto a voce, durante i preparativi del concerto: «‘Stranger’ è la persona che avevo un po’ tralasciato nel resto dell’anno. Prima del lockdown non c’era mai il tempo sufficiente per prestare attenzione a sé stessi, per ascoltarsi, era come se il nostro guardare fosse completamente focalizzata verso l’esterno. Del come ci sentissimo realmente sembrava non interessarci mai granché. In questa situazione stranissima, d’isolamento, l’unica cosa che ti resta è la tua persona, compagna di te stessa. Solo a quel punto, per forza di cose, rivolgi l’attenzione verso l’interno. È stato un po’ come riscoprirsi o ritrovare una parte di te che avevi ignorato». E ora che vi siete ritrovate, tu e la tua amica, vi state almeno simpatiche? «Sì, assolutamente (ride, ndr). Parlo di un’amica ma si tratta di un’armonia, di una sorta d’equilibrio».

‘Mi hanno trovata’

In verità, a ritrovarsi dopo il lockdown sono stati in tre: Chiara, l’altra di sé e una giovane label zurighese chiamata Livana Music, parte di una struttura più grande, che crede nella costellazione Dubey: «Mi hanno trovata, mi hanno chiesto se fossi disponibile a lavorare con loro. Sono gentili, motivati, ora ho un team e non sono più tutta sola a lavorare per me. Ho firmato un contratto nel quale è inclusa ‘Stranger’». ‘Stranger’, appunto: «Mi è stato chiesto di scrivere una canzone come inno per la manifestazione e visto che il Festival si svolge a San Bernardino ho deciso trascorrere una giornata intera lì. Il trovarmi da sola è stato abbastanza liberatorio, la montagna fa questo effetto su di me. Più che farmi ispirare dall’aria fresca o dalle belle montagne, ho cominciato a pensare al lockdown, a come mi sono sentita, a come mi sento ora, e si è concretizzato il nocciolo del brano».

A San Bernardino, insieme alla nuova canzone, tornano le ‘Constellations’ del disco col quintetto al completo: «Siamo entusiasti di tornare a suonare, di trascorrere due giorni insieme. Siamo un po’ tutti a digiuno di musica live», conclude Chiara. A digiuno almeno dal Teatro di Locarno, settembre 2020, o da Basilea, ottobre dello stesso anno, prima che tutto chiudesse di nuovo; a digiuno, più recentemente parlando, dal live in streaming del gennaio 2021, integralmente fruibile sul Tubo. E quindi si suona dal vivo e il digiuno è finito, finalmente. Quanto alla label, e a quell’accordo di 6 pezzi «che probabilmente diventeranno 12, presto mi metterò a scrivere», c’è tempo. C’è tempo anche per sapere delle collaborazioni di Chiara Dubey con altri artisti, che adesso non si possono scrivere, ma nemmeno sapere. Al massimo ipotizzare. Così proviamo ad alzare la testa, magari è scritto nelle stelle.

Il festival

Note fluttuanti

È la prima edizione del Floating Notes Festival di San Bernardino, festival svizzero di musica sperimentale tutto nuovo che da oggi al 25 luglio ospita live set preparati appositamente per l’evento. A pagamento è la sola giornata di oggi, venerdì 23 (15 franchi il biglietto), a partire dalle 21 con la ‘space harp’ di Kety Fusco, le sperimentazioni viniliche di Camilla Sparksss e gli ampi panorami pianistici di Adriano Koch. Nei giorni successivi, le Drums Stones di Simon Berz, la neoclassica Dubey , il DJ Set Punk Spinning Weird Discs di Peter Kernel e l’alternative pop di Leoni Leoni. Annunciati anche Keri Gonzato ed Effe Effe. Per le condizioni meteo incerte, la musica è tutta alla vecchia fabbrica di acque minerali. Programma completo e orari su www.floating-notes.com.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved