due-brividi-e-a-tutti-un-bel-ciao-ciao-sanremo-le-pagelle
Mahmood e Blanco (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Culture
Spettacoli
11 min

Forever Marilyn, il mito della diva tra foto e memorabilia

A sessant’anni dalla sua morte (avvenuta il 4 agosto 1962), a Torino si inaugura oggi una mostra piena di chicche
Spettacoli
56 min

Per Vasco il bilancio del tour è... ‘Senza parole’

Dopo un tour che in un mese l’ha portato in giro per tutta Italia, il rocker si dice ‘Travolto e stravolto da 701’000 dichiarazioni d’amore’
Incontri
4 ore

Officina Beltrami. Cogliere il rumore del mondo

Intervista all’autore di ‘Il mio nome era 125’ e ‘Cercate Fatima Ribeiro!’, ma anche di tanto altro. Matteo racconta i suoi passi nella narrazione.
Spettacoli
11 ore

Ida Nielsen è ‘una tipa tosta, tostissima’, da bass heavy funk

Carriera personale ed eredità artistica di Prince: a colloquio con la Funk Princess che questa sera sarà sul palco di Ascona con The Funkbots, dalle 23.30
Spettacoli
22 ore

‘Riflessioni musicali’ e ‘Cantar di storie’ con i Vent Negru

La rassegna dello storico gruppo di musica popolare inizierà il 7 luglio a Berzona e andrà avanti per tutto il mese, con una serie di concerti
Scienze
22 ore

La siccità aumenta il rischio di diarrea nei bambini piccoli

L’allarme arriva da uno studio condotto negli Stati Uniti. Il disturbo è nel mondo una tra le principali cause di morte nei bimbi sotto i cinque anni.
Arte
22 ore

Crampiarcore, la prima edizione alla Rada

Pop up interdisciplinare con musica dal vivo, graffiti e prodotti locali il 9-10 luglio a Locarno
Scienze
22 ore

Premio Möbius all’Usi, quando la realtà è sotto attacco

‘Discorsi d’odio, notizie false, metaversi’: questo il tema della 26esima edizione del Möbius 2022, all’Usi di Lugano il 14-15 ottobre
Spettacoli
1 gior

Dee Dee Bridgewater e Ida Nielsen: JazzAscona chiude col botto

Domani sera andrà in scena la proposta conclusiva della rassegna. Si parte da mezzogiorno con il lunch musicale per finire col burlesque di Trixie
Spettacoli
1 gior

In ‘Brothers’ ci sono Andrea e Luca, ci sono i Make Plain

Novità non solo organizzative al Cavea Festival (1-2 luglio): il gruppo lancia sul palco per la prima volta il nuovo pezzo dell’album in uscita nel 2023
Ceresio Estate
1 gior

‘Ciò che piace’ al Trio Quodlibet

Schubert, Penderecki e Beethoven, domenica 3 luglio alle 19 nella Chiesa di Santa Maria Assunta a Sorengo. Intervista alla violista Virginia Luca
Scienze
1 gior

Covid, gatto infetta la veterinaria con uno starnuto

È la prima volta che viene confermato un caso di trasmissione da gatto a uomo
Arte
2 gior

‘Genova città fragile’ a Lugano fino al 15 luglio

Proroga per la mostra ‘Genova città fragile. Una città in mostra’ che rimane nella Limonaia di Villa Saroli fino al 15 luglio
Spettacoli
2 gior

JazzAscona una nottata all’insegna delle note di mescolanza

Domani sera le proposte musicali del festival vedranno susseguirsi sui palchi le Sister Cities Band, con Ari Teitel, Four Deb, Nojo 7, Ashlin Parker
Spettacoli
2 gior

Crivellaro e Bovet aprono il Festival organistico di Magadino

Martedì 5 luglio si terrà il 1° concerto della 60esima edizione che è dedicato a uno dei fondatori e al connubio fra sonorità dell’organo ed elettroniche
Culture
2 gior

Simenon: ‘Con la pietà di Čechov e la spietatezza di Gogol’

Scrittore della mediocrità, si dice, perché la conosceva bene. Non solo ne era circondato, ma vi era ben piantato. Ma scriveva ininterrottamente.
Spettacoli
2 gior

Niente Metallica, in 11’000 chiedono il rimborso del biglietto

Rischio deficit per gli organizzatori dell’‘Out in the Green’ di Frauenfeld, rimasto orfano all’ultimo, causa Covid, della band più attesa
Spettacoli
2 gior

Sean Ardoin: il cajun nelle vene

Erede e innovatore della grande tradizione creola, il musicista zydeco spiega perché è importante coltivare e promuovere la propria eredità culturale
Sogno o son Festival
02.02.2022 - 05:25
Aggiornamento: 03.02.2022 - 10:33

Due ‘Brividi’ e a tutti un bel ‘Ciao ciao’ (Sanremo, le pagelle)

Achille col ciclostile, Morandi col cuore e Ranieri al largo (ma che canzone). È l’anno di Mahmood e Blanco, e pure quello della Rappresentante di Lista

Ieri, in ordine di apparizione, le abbiamo ascoltate così:

Achille Lauro, ‘Domenica – ★✩✩✩✩– A Brescia dicono ‘l’è ac chèla’ (è la stessa). Lauro si autocita come nemmeno Zucchero con Joe Cocker e con l’Harlem Gospel Choir ridotto a macchietta, andava bene pure il playback. Se di martedì l’Achille si battezza, forse giovedì si darà l’eucaristia; sabato, l’ascesa al cielo. Giudizio: voglio una canzone così, piena di ‘Rolls Royce’

Yuman, ‘Ora e qui – ★★★✩✩ – Strofa pinkfloydiana per corde vocali di ferro. È il momento fighetto della scaletta, per un brano che tanto starebbe bene in bocca a quell’elegantone di Tony Hadley. Giudizio: Yesman

Noemi, ‘Ti amo non lo so dire – ★★✩✩✩ – Noemi canta bene anche le istruzioni del tostapane, eppure c’è qualcosa che non quadra. "Su misura per Nek. Lei con la canzone non c’entra nulla” (grazie Laura). Giudizio: Noemi non c’è, è andata via

Gianni Morandi, ‘Apri tutte le porte – ★★★★✩ – Scrive Jovanotti: “A forza di credere che il male passerà / Sto passando io e lui resta”. È l’incipit che dà vita alla Motown, a Tom Jones, allo yé-yé, a ‘Stasera mi butto’ e tutti i favolosi anni Sessanta coi tamburi da ombelico del mondo. La gara ai riferimenti è aperta in questo pregevole inno di liberazione dall’inerzia al quale mancano solo citazioni da ‘Sei forte papà’. Dirige il maestro Mousse T., canta La Storia d’Italia. Giudizio: l’ombelico del Gianni

La Rappresentante di Lista, ‘Ciao Ciao – ★★★★✩ – “La fine del mondo è una giostra perfetta / Mi scoppia nel cuore la voglia di festa”. Se in ‘Don’t Look Up’, mentre il meteorite sta colpendo la terra, l’ultimo desiderio di Brie Evantee (Cate Blanchett) è defecare sull’umanità, Veronica Lucchesi e Dario Mangiaracina vivono l’Apocalisse con allegria e rivalutando la parola ‘culo’, da sempre oscurata dagli asterischi (c***). Giudizio: voglio morire con voi

Michele Bravi, ‘Inverno dei fiori – ★★✩✩✩ – “Se fossimo dei suoni, sarebbero canzoni / E se fossimo stagioni, verrebbe l’inverno” è un chiaro omaggio al poeta Brunello Robertetti (“Se fossi foco, bruciare / Se fossi acqua, bagnare / Se fossi saponetta, strofinare / Se fossi acqua, un’altra volta, sciacquare”). Guzzanti a parte, il bel testo di un Mogol (Alfredo Rapetti, il figlio, in arte Cheope) e la bella interpretazione meritavano un trattamento musicale migliore. Giudizio: Michele comunque bravo

Massimo Ranieri, ‘Lettera di là del mare – ★★★✩✩ – Scrive il Fabio Ilacqua di ‘Occidentali’s Karma’ e ‘Amen’ con Gabbani. Un valzerone sull’America dall’altra parte, una qualsiasi America di salvezza e futuro, tra gli Avion Travel e la lirica, tra canzone napoletana e world music. La voce non regge e l’artista pare, a un certo punto, affogare. La sala stampa lo assolve per troppa grandezza. Giudizio: neapolitani’s karma

Mahmood e Blanco, ‘Brividi – ★★★★✩ – Dall’alto del suo ‘Ghettolimpo’, Mahmood ha scritto una cosa tanto bella da farci dimenticare ‘Tu mi fai impazzire’, l’estate cacofonica del giovane Blanco. I bookmakers li danno favoriti e d’altra parte, se si parla di ‘Soldi’… Giudizio: ovvio, da brividi.

Ana Mena, ‘Duecentomila ore – ★✩✩✩✩ – “Quando la notte arriva / M’ama non m’ama un fiore / America Latina / Un Cuba libre amore”. Col mood tipico della festa della luganighetta e un testo da Lamborghini (Elettra), sono duecentomila ore ma anche tre minuti sono troppi. Voto: 4 mena

Rkomi, ‘Insuperabile – ★★✩✩✩ – Andavo a cento (centoventi) all’ora per trovar la bimba mia, che ha le lentiggini. La chitarra è tamarra, il resto non abbastanza. Giudizio: ciunga ciunga ciù

Dargen D’Amico, ‘Dove si balla – ★★★✩✩ – "Mi piace la musica dance” e si sente, “che brutta fine le mascherine” ed è vero. Per quel certo fastidio da positività rasenta Lo Stato Sociale di ‘Una vita in vacanza’, ma alla fine si capisce che D’Amico è realmente, disperatamente sincero. Giudizio: portami a ballare

Giusy Ferreri, ‘Miele – ★★★✩✩ – Elegantissima, col nulla cosmico del testo funzionale al ritmo, è la meglio Ferreri dai tempi di… (adesso, così su due piedi, non ci viene il titolo). Sentimentalmente reggae, pare un singolo di Zaz. Giudizio: could you be loved

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved