la-russia-l-ucraina-la-marijuana-stasera-inizia-sanremo
Keystone
Ornella Muti, questa sera
ULTIME NOTIZIE Culture
Spettacoli
33 min

Per Vasco il bilancio del tour è... ‘Senza parole’

Dopo un tour che in un mese l’ha portato in giro per tutta Italia, il rocker si dice ‘Travolto e stravolto da 701’000 dichiarazioni d’amore’
Incontri
4 ore

Officina Beltrami. Cogliere il rumore del mondo

Intervista all’autore di ‘Il mio nome era 125’ e ‘Cercate Fatima Ribeiro!’, ma anche di tanto altro. Matteo racconta i suoi passi nella narrazione.
Spettacoli
11 ore

Ida Nielsen è ‘una tipa tosta, tostissima’, da bass heavy funk

Carriera personale ed eredità artistica di Prince: a colloquio con la Funk Princess che questa sera sarà sul palco di Ascona con The Funkbots, dalle 23.30
Spettacoli
21 ore

‘Riflessioni musicali’ e ‘Cantar di storie’ con i Vent Negru

La rassegna dello storico gruppo di musica popolare inizierà il 7 luglio a Berzona e andrà avanti per tutto il mese, con una serie di concerti
Scienze
21 ore

La siccità aumenta il rischio di diarrea nei bambini piccoli

L’allarme arriva da uno studio condotto negli Stati Uniti. Il disturbo è nel mondo una tra le principali cause di morte nei bimbi sotto i cinque anni.
Arte
22 ore

Crampiarcore, la prima edizione alla Rada

Pop up interdisciplinare con musica dal vivo, graffiti e prodotti locali il 9-10 luglio a Locarno
Scienze
22 ore

Premio Möbius all’Usi, quando la realtà è sotto attacco

‘Discorsi d’odio, notizie false, metaversi’: questo il tema della 26esima edizione del Möbius 2022, all’Usi di Lugano il 14-15 ottobre
Spettacoli
1 gior

Dee Dee Bridgewater e Ida Nielsen: JazzAscona chiude col botto

Domani sera andrà in scena la proposta conclusiva della rassegna. Si parte da mezzogiorno con il lunch musicale per finire col burlesque di Trixie
Spettacoli
1 gior

In ‘Brothers’ ci sono Andrea e Luca, ci sono i Make Plain

Novità non solo organizzative al Cavea Festival (1-2 luglio): il gruppo lancia sul palco per la prima volta il nuovo pezzo dell’album in uscita nel 2023
Ceresio Estate
1 gior

‘Ciò che piace’ al Trio Quodlibet

Schubert, Penderecki e Beethoven, domenica 3 luglio alle 19 nella Chiesa di Santa Maria Assunta a Sorengo. Intervista alla violista Virginia Luca
Scienze
1 gior

Covid, gatto infetta la veterinaria con uno starnuto

È la prima volta che viene confermato un caso di trasmissione da gatto a uomo
Arte
1 gior

‘Genova città fragile’ a Lugano fino al 15 luglio

Proroga per la mostra ‘Genova città fragile. Una città in mostra’ che rimane nella Limonaia di Villa Saroli fino al 15 luglio
Spettacoli
2 gior

JazzAscona una nottata all’insegna delle note di mescolanza

Domani sera le proposte musicali del festival vedranno susseguirsi sui palchi le Sister Cities Band, con Ari Teitel, Four Deb, Nojo 7, Ashlin Parker
Spettacoli
2 gior

Crivellaro e Bovet aprono il Festival organistico di Magadino

Martedì 5 luglio si terrà il 1° concerto della 60esima edizione che è dedicato a uno dei fondatori e al connubio fra sonorità dell’organo ed elettroniche
Culture
2 gior

Simenon: ‘Con la pietà di Čechov e la spietatezza di Gogol’

Scrittore della mediocrità, si dice, perché la conosceva bene. Non solo ne era circondato, ma vi era ben piantato. Ma scriveva ininterrottamente.
Sogno o son Festival
01.02.2022 - 14:09
Aggiornamento: 03.02.2022 - 10:34

La Russia, l’Ucraina, la marijuana: stasera inizia Sanremo

Conferenza n.2 con Ornella Muti sulla graticola. La musica: ospiti i Måneskin, è la notte di Ranieri e Morandi. E dagli Open d’Australia, Berrettini

“È stato un maestro di giornalismo dalla grande capacità d’improvvisazione. Il nostro ricordo va a quella notte”. Il direttore Stefano Coletta apre la seconda conferenza stampa di Sanremo con la commemorazione di Tito Stagno, colui che per gli italiani, nel luglio del 1969, raccontò – checché ne pensino i complottisti spaziali – l’epico allunaggio. Il tutto avviene alla presenza di Ornella Muti, donna di cinema della prima serata, una volta rassicurati che “continueremo a dormire poco, questo sarà un mantra”. Sempre Coletta: “Abbiamo giocato tutti la stessa partita, sono stati scompaginati tanti elementi della vita sociale: stasera prendiamoci questa quota di talento da ascoltare, di sorrisi di cui nutrirsi, sarà emozionante”. Con invito ai media ad andarci piano con la penna.

Per gli amanti della statistica, Amadeus si è alzato alle 5.30, Fiorello alle 6.20. “C’è una grande emozione, più quest’anno che gli altri due”, dice il presentatore. “Evidentemente c’è il poter ritornare alla quasi normalità. Il primo anno c’era l’incoscienza, lo scorso anno lo smarrimento, oggi torno a due anni fa. Non è ansia o timore, ma adrenalina ed entusiasmo”. Rettore ha cantato un pezzo di ‘Chimica’, “ma io non inseguo squalifica. Non ho visto ‘La vita in diretta’”. Temi più pregnanti: “C’è in giro troppa cattiveria, bullismo, violenza verbale. Ognuno ha libertà di dire e vestirsi come vuole. Spero che qualcuno ne parli utilizzando il palco dell’Ariston, ma non lo decideremo noi”. Roberto Saviano l’ha deciso e si occuperà di ricordare i trent’anni dalla strage di Capaci, non prima di giovedì.

Canne al vento

Ornella Muti si dice onorata e spera di far bene quello che deve fare. Della sua canzone del cuore parlerà stasera. Prima di andare su più festivalieri temi, la sala la mette sulla graticola: la marijuana, per cominciare, sulla scia delle polemiche accese da una Ornella Muti pro-cannabis fotografata con la figlia e un ciondolo erbaceo, oggetto della querelle: “La cannabis legale – risponde l’attrice – è già legale. Io spingo quella e non l’aspetto ludico della canna. La cannabis non è ‘la canna’. Sembra che io giri per il backstage distribuendo canne. Mi curo omeopaticamente e, grazie al cielo, non è vietata. Ma ci sono persone più giuste per parlare della cannabis usata in modalità terapeutica. Un bambino non si deve fumare una canna, la pianta dà oli ed estratti. Mia madre ha avuto anni difficili prima di morire, non le fu prescritta, le dovetti dare psicofarmaci che annebbiano la coscienza. L’ho persa senza poterle dire nemmeno ciao”.

Sanremo-Mosca

Fa addirittura capolino il conflitto russo-ucraino e la domanda è per l’attrice, di origini lontanamente russe: “In Russia sono amata a livelli che m’imbarazzano. Io non vivo di politica, non me ne occupo e credo che ormai si sappia. Ci vado con il cuore. Se poi questa cosa diventa un problema, vedrò come decidere”. La flotta russa che passa vicino alla Sicilia porta al rapporto Sanremo-Mosca, sul quale il direttore della Rai, come Papa Francesco, glissa con un “chi sono io per”.

Da Gay.it, riflessione puntale: “Vista la sua influenza, lei potrebbe condannare le violenze del regime russo sulla comunità LGBTQ”. Risposta: “Da quando avevo 15 anni, nel mondo omosessuale mi sono trovata amata e sostenuta. Delle persone m’interessano le anime, non quello che fanno in casa propria. È un tema che trovo addirittura assurdo dover affrontare. Questo aspetto della Russia mi addolora, è un problema che non dovrebbe esistere. Non è una bella cosa”.

Questa sera

Direttamente dagli Open d’Australia, questa sera arriva Matteo Berrettini; ci saranno pure Raoul Bova, Nino Frassica e altri amici sulla nave, la Costa Toscana in rada a Sanremo e dalla quale si fa spettacolo: stasera Colapesce Dimartino, domani Ermal Meta, giovedì Coma_Cose, venerdì Pinguini Tattici Nucleari, sabato Orietta Berti e Fabio Rovazzi (è possibile che cantino ‘Finché la barca va’, si accettano scommesse ma potrebbero essere poco redditizie).

Al direttore artistico “sta bene se uno ha 10 milioni di follower, tanto è il tempo che dirà la sua sulla canzone”, anche se, citando Baglioni, il podio è adesso. Aggravante, gli orchestrali quest’anno non voteranno: la giustificazione non è chiara ed è un vero peccato che non votino, visto che di musica ne sanno parecchio.

Al netto di tutto, questa sera la Sala stampa è chiamata a votare i seguenti artisti, in ordine di apparizione sul palco:

  1. Achille Lauro & Harlem Gospel Choir, ‘Domenica’
  2. Yuman, ‘Ora e qui’
  3. Noemi, ‘Ti amo non lo so dire’
  4. Gianni Morandi, ‘Apri tutte le porte’
  5. La Rappresentate di Lista, ‘Ciao ciao’
  6. Michele Bravi, ‘Inverno dei fiori’
  7. Massimo Ranieri, ‘Lettera di là dal mare’
  8. Mahmood e Blanco, ‘Brividi’
  9. Ana Mena, ‘Duecentomila ore’
  10. Rkomi, ‘Insuperabile’
  11. Dargen D’Amico, ‘Dove si balla’
  12. Giusy Ferreri, ‘Miele’
Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
amadeus festival sanremo sanremo2022
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved