LOCARNO

Hieronymus Bosch, pittore dell'inferno

Giovedì 16 novembre alle 18,15 alla Biblioteca cantonale con il pedopsichiatra e psicoterapeuta Franco Maiullari. Modera Stefano Vassere

Bosch, ‘Il giudizio universale’
14 novembre 2023
|

La conferenza ‘Hieronymus Bosch. La ’Humanitas infelix‘ in un pittore omerico tra Medioevo e Rinascimento’, verrà ospitata giovedì 16 novembre alle 18,15 alla Biblioteca cantonale di Locarno, nell'ambito del ciclo di incontri ‘Enigma e arte’. Dimenticato per secoli, Hieronymus Bosch torna in auge a inizio Novecento con i surrealisti, che vedono le sue bizzarre pitture come una libera manifestazione del sogno e dell’inconscio. Prima di allora il genio neerlandese è considerato, per influenza della Chiesa, un “pittore dell’Inferno”, un inventore di creature mostruose e diaboliche: nessuna delle due letture – entrambe stereotipe – rende conto della sua arte. Relatore Franco Maiullari, pedopsichiatra e psicoterapeuta adleriano, già direttore per molti anni del Servizio medico-psicologico di Locarno. Dopo il pensionamento continua a svolgere una piccola attività di psicoterapia presso il suo studio, scrivendo al contempo contributi di argomento clinico e di mitologia. Nel 2023 cura – per la collana diretta da Vittorino Andreoli ‘Tra genio e follia’, edita da Mind/la Repubblica – il volume su Bosch in cui presenta alcune delle sue proposte interpretative, oggetto della serata. Di prossima pubblicazione, per l’editore Mimesis, un altro libro dedicato alla rivoluzione pittorica e concettuale del grande artista dei Paesi Bassi. Introduce la serata Stefano Vassere, direttore delle Biblioteche cantonali.

Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE