ULTIME NOTIZIE Culture
Microcosmi, Microcinema
2 ore

Fitzcarraldo, Scott, l’epica

Il genere letterario della narrazione eroica raccontato da un romanzo di Benedicta Froehlich, il film di Werner Herzog e Alis Rizzato del Cinema Leventina
Spettacoli
2 ore

Liverpool batte Glasgow e si aggiudica l’Eurovision

La città britannica è stata scelta per ospitare la prossima edizione del festival della canzone continentale
Scienze
5 ore

Guarda lassù, la polvere di una stella antica

Un gruppo di ricercatori ha intravisto e scoperto i residui di una delle prime stelle dell’universo, nata (‘poco’) dopo il Big Bang
Teatro
5 ore

‘Il fondo del sacco’ apre la stagione del Teatro Sociale

Lo spettacolo (gratuito) tratto dal romanzo di Plinio Martini con Margherita Saltamacchia e Daniele Dell’Agnola andrà in scena domenica, alle 16
Musica
6 ore

Il country perde un’altra voce: Jody Miller

La cantante statunitense è morta all’età di 80 anni. In Italia era diventata famosa grazie alla cover di Mina della sua canzone ‘He Walks Like a Man’.
Mostra
7 ore

Lawrence Carroll e la pittura della vita che passa

La Buchmann Galerie di Lugano dedica un’esposizione all’artista di origini australiane scomparso nel 2019. S’inaugura domani, dalle 17.
Scienze
10 ore

L’asteroide che estinse i dinosauri causò mesi di mega-terremoti

Il geologo Hermann Bermúdez presenterà le prove a sostegno della sua tesi il prossimo 9 ottobre durante il meeting della Società geologica americana
RICERCA SOCIALE
18 ore

Quella violenza che non guardiamo

Spesso le persone non intervengono quando assistono a un’aggressione, sia essa reale o virtuale. Perché? Una neuroscienziata prova a spiegarcelo.
Nobel per la Letteratura 2022
1 gior

L’autobiografia universale di Annie Ernaux

Il riconoscimento è andato alla scrittrice francese ‘per coraggio e acutezza’ dei suoi libri: indagini cliniche su vita, memoria e scrittura
19.05.2020 - 12:30
Aggiornamento: 18:31

Locarno 2020: i Pardi di domani saranno online

Confermati i quattro 'Pardini' ai nuovi talenti del cortometraggio, le cui opere saranno fruibili tramite una piattaforma accessibile da tutto il mondo.

locarno-2020-i-pardi-di-domani-saranno-online
Cortometraggi sul web

Nuovi elementi vanno a comporre la sceneggiatura del ‘Locarno 2020 – For the Future of Films’, versione alternativa di un 73esimo Festival mutato a causa dell’emergenza Covid-19. Sono confermati i Pardi di domani, il programma di cortometraggi svizzeri e internazionali che proprio quest’anno festeggia il suo 30esimo anniversario e che si uniforma alla più generale fruizione in digitale dell’intera proposta. Dal 5 al 15 agosto, le opere selezionate saranno disponibili limitatamente a 1'590 spettatori, tramite una piattaforma accessibile da tutto il mondo. Un numero, 1'590, pari al numero di spettatori fisici che ogni anno, a Locarno, può assistere alle proiezioni dedicate ai cortometraggi. Nulla cambia, dunque, nell’intento annuale del Locarno Festival di valorizzare i nuovi talenti tramite un formato rivelatosi per molti di essi un trampolino di lancio verso il lungometraggio. Nuovi talenti che saranno destinatari anche quest’anno di quattro Pardini principali e altri premi secondari.

Alle origini di Internet

L’emergenza sanitaria ha spinto il Locarno Film Festival a confermare il proprio impegno nei confronti del cinema indipendente. Anche attraverso i nuovi ‘spazi’ digitali’, in nome – in primis – della tutela dei cineasti e forte di un formato breve già di per sé adattabile e adattato al web, alla condivisione a distanza. La Direttrice artistica del Locarno Film Festival, Lili Hinstin: “Abbiamo ritenuto che il Festival fosse in grado di apportare qualcosa di concreto e importante in quel laboratorio creativo straordinario che è il formato breve e, nello spirito di utopia proprio di Locarno, abbiamo scelto di tornare al concetto originale di Internet quale spazio di condivisione del sapere senza confini e senza gerarchie. Con il concorso dei Pardi di domani online tenteremo, insieme ai registi, di vivere un’esperienza unica e particolare nella storia del Festival”. 

È quindi affidata alla rete la costruzione di spazi d’incontro tra autori e spettatori, nella consueta alternanza tra film svizzeri e dal resto del mondo scelti tra quelli proposti entro il 3 giugno, ultima data possibile per l’iscrizione. L’intera rosa di corti in gara sarà visibile gratuitamente negli undici giorni del Locarno 2020, senza alcun vincolo geografico e previa prenotazione di uno dei suddetti 1'590 posti. I corti saranno accompagnati da altri contenuti audiovisivi, incluse le conversazioni con gli autori. È in questo momento al vaglio degli organizzatori una possibile circuitazione dei film nelle sale svizzere a manifestazione conclusa. 

I premi

Nell’attesa di conoscere i nomi dei giurati e i premi secondari, che verranno annunciati nelle prossime settimane, Locarno 2020 comunica i quattro award principali: Pardino d’oro Swiss Life per il miglior cortometraggio svizzero (con premio di 10mila franchi); Pardino d’oro SRG SSR per il miglior cortometraggio internazionale (10mila franchi); Pardino d’argento Swiss Life per un cortometraggio svizzero (5mila franchi); Pardino d’argento SRG SSR per un cortometraggio internazionale (5mila franchi).

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved