cantone-formatore-aumentano-i-posti-di-apprendistato
Ti-Press
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
10 min

Approvvigionamento energetico, Ail stoccano gas in Italia

Il Ticino è dipendente dalla disponibilità del Paese limitrofo, unica rete alla quale è collegato, a continuare a lasciar transitare gas verso la Svizzera
Locarnese
1 ora

Gordola, il percorso alternativo per le bici non si trova

Il Municipio risponde all’interpellanza che chiedeva un tracciato più sicuro in collina, in direzione diga della Verzasca. Proposta che non convince
Ticino
4 ore

Pensioni statali, c’è chi chiede di fare retromarcia

Mozione dell’Mps: ‘Assurdo affidare la cassa al mercato azionario, si torni almeno alla proposta iniziale del governo’. La Lega: ‘Sarà referendum’.
Bellinzonese
4 ore

I turisti incolonnati tolgono segnale ai cellulari sui monti

Il problema si è acuito quest’estate. Swisscom evidenzia la grande difficoltà nel realizzare nuove antenne a causa delle contestazioni
Ticino
4 ore

Il Plr: ‘Un Piano d’azione per razionalizzare la luce pubblica’

Illuminazione e lotta agli sprechi, con una mozione Michela Ris chiede al Cantone di fare la sua parte. Nostra panoramica nei Comuni, che fanno già molto
Luganese
15 ore

Lugano apre Palazzo Civico per ricordare Marco Borradori

Si svolgerà nel patio la cerimonia richiesta dalla Lega e fatta propria dal Municipio a un anno dalla scomparsa dell’ex sindaco
Mendrisiotto
15 ore

Mendrisio, i vincitori del tiro sportivo di Pro Militia

Alla manifestazione hanno preso parte una quarantina di tiratori. Ospite anche il direttore del Dipartimento istituzioni Norman Gobbi
Locarnese
16 ore

Locarnese, slitta la passeggiata degli ‘Amis da la forchéta’

La manifestazione sarà riproposta il 22 ottobre in una veste nuova e con numero limitato di persone
Locarnese
16 ore

Film per le famiglie domenica in Piazza Grande

Dopo due anni di pausa forzata dovuta alla pandemia, torna la proposta cinematografica promossa dal Gruppo genitori
Mendrisiotto
16 ore

Il Gruppo Progetto Monte organizza merenda, spettacolo e musica

L’appuntamento, organizzato con il sostegno del Comune di Castel San Pietro, è in piazza della Chiesa a Monte domenica 14 agosto, dalle ore 17 alle 19
Locarnese
16 ore

Monte Comino, domenica torna la festa popolare

Appuntamento in quota al Grotto al Riposo romantico; carne alla griglia, musica e intrattenimenti per i più piccoli nel programma della giornata
Mendrisiotto
16 ore

Chiasso, la piscina quadrata non riaprirà

La decisione è stata presa a titolo precauzionale a seguito della perdita di cloro. Da metà settembre la vasca sarà oggetto di analisi approfondite
Grigioni
16 ore

Un Ferragosto alpino a San Bernardino

Ricca offerta di attività per famiglie in centro al paese e nei dintorni
Luganese
17 ore

Alla Resega sbarcano due nuove macchine del ghiaccio

Le ENGO IceTiger, che vanno a propulsione elettrica, permetteranno di ripulire la superficie della Cornèr Arena in pochissimo tempo
Bellinzonese
17 ore

Il gruppo cornisti di Corzoneso si esibisce a Quinto

Il concerto, organizzato dal Consiglio parrocchiale con il patrocinio del Comune, si terrà lunedì 15 agosto alle 10.45
Bellinzonese
17 ore

Torre, serata di poesia e musica al Cima Norma Art Festival

Appuntamento per sabato 13 agosto a partire dalle 20 nell’ex fabbrica di cioccolato
Luganese
17 ore

Tentato assassinio, c’era alta tensione tra padre e figlio

In via di miglioramento il 22enne. Ieri avrebbe dormito fuori casa per sfuggire alle pesanti liti. Trovata dalla polizia l’arma, un Flobert calibro 22
Grigioni
18 ore

Grigioni, individuato un ottavo branco di lupi

È stato chiamato ‘Wannaspitz’. Attualmente si aggira fra i comuni di Vals, Lumnezia e Ilanz
Bellinzonese
18 ore

A Giubiasco quasi un milione per l’ex palazzo comunale

Dopo una prima fase di risanamento strutturale, è ora necessario installare la nuova caldaia e un impianto per rinfrescare
Locarnese
18 ore

A Fusio si celebra la festa patronale

Il prossimo 15 agosto nel villaggio alto valmaggese si rinnova il tradizionale appuntamento. Nel pomeriggio sarà allestito il mercatino
Bellinzonese
18 ore

Castellinaria, ‘Mercato coperto più accogliente e accessibile’

Per Flavia Marone (presidente del festival) la struttura di Giubiasco presenta vantaggi sia dal punto di vista logistico, sia da quello finanziario
Grigioni
18 ore

I serpenti della Svizzera italiana a San Bernardino

Il biologo Daniele Muri li presenterà durante un incontro pubblico giovedì 11 agosto
Bellinzonese
19 ore

Festa popolare ai monti di Ravecchia

Domenica 14 agosto una giornata per tutti con sapori e musica nostrani
Grigioni
19 ore

Torneo Grandinani quest’anno declinato anche al femminile

Football: nel weekend del 13 e 14 agosto i campi di Roveredo e Lostallo accolgono la 16esima edizione dell’evento nazionale U14
Luganese
20 ore

Val Mara è ‘Città dell’energia’

Il neocostituito Comune ha ottenuto il marchio relativo alle politiche energetiche in linea con gli obiettivi federali in materia
Mendrisiotto
20 ore

Castel San Pietro, nuova guida alla raffineria Mks Pamp

Phaedon Stamatopoulos è stato nominato managing director della filiale momò dell’azienda attiva nel trading della lavorazione dei metalli
laR
 
05.08.2022 - 05:10
Aggiornamento: 14:20

Cantone formatore, aumentano i posti di apprendistato

Dai 147 apprendisti del 2017 ai 180 di quest’anno. Il Consiglio di Stato sulla mozione (bis) dell’Mps: ‘La soglia del 5% verrà raggiunta a breve termine’

Trentatré in più nell’arco di cinque anni. Pochi? Tanti? In ogni caso non sono diminuiti. Il che è già positivo. Cresce il numero dei posti di apprendistato nell’Amministrazione cantonale: dai 147 tirocinanti del 2017 ai 180 di quest’anno (il dato è aggiornato al mese di aprile). Lo indica il Consiglio di Stato pronunciandosi, tramite messaggio, su una mozione inoltrata in gennaio dall’Mps. Nell’atto parlamentare i tre deputati del Movimento per il socialismo – Matteo Pronzini, Simona Arigoni Zürcher e Angelica Lepori – chiedono che il numero degli impieghi d’apprendistato in seno all’Amministrazione "corrisponda ad almeno il 5% del personale"; che il ventaglio di posti di formazione "venga esteso in modo sensibile, coinvolgendo molte altre professioni presenti nell’Amministrazione cantonale"; che il governo elabori e attui "una politica di discriminazione positiva che permetta alle giovani donne di intraprendere delle formazioni in professioni tradizionalmente ‘maschili’ ". Tre richieste che erano già contenute in una precedente mozione, presentata nel settembre 2016 da Pronzini. L’anno seguente, la presa di posizione dell’Esecutivo: "È opportuno sottolineare – scriveva fra l’altro il governo – come il numero di apprendistati presso l’Amministrazione cantonale sia tendenzialmente in aumento, essendo passati negli ultimi dieci anni da un centinaio circa agli attuali quasi 150". E cioè a 147. Così nel 2017. Nel 2022 sono saliti a 180.

Il tasso del 5% non è stato ancora raggiunto, ma poco ci manca, stando al messaggio/rapporto varato l’altro ieri dal Consiglio di Stato sulla mozione che Pronzini e colleghe hanno depositato nel gennaio di quest’anno. "La soglia del 5% di apprendisti rapportato al Piano posti autorizzati (Ppa) – annota l’Esecutivo – è una soglia cui tendere stabilita dalla commissione (parlamentare, ndr) Formazione e cultura, invito che il Consiglio di Stato ha raccolto operando con impegno al fine di raggiungere al più presto la soglia indicata, senza tuttavia porsi limiti. L’invito si è tradotto in una maggiore offerta di posti di tirocinio e nell’assunzione di un maggior numero di giovani che intendono intraprendere questo percorso formativo. Rinviamo al riguardo a quanto già indicato nel messaggio del 2017, evidenziando come l’offerta nel corso degli ultimi anni si è ampliata. Per quanto concerne i risultati tangibili, a testimonianza dell’impegno profuso, evidenziamo – prosegue il Consiglio di Stato – che le intenzioni già espresse dal governo nel 2017 sono state tradotte in cifre, al rialzo. Allo stato attuale (aprile 2022) si conta un totale di 180 apprendisti, a fronte di 147 nel 2017. La percentuale di apprendisti rispetto al Ppa (escluso il personale uniformato) è del 4,2%, a fronte del 3,2 del 2017, con un incremento dell’1%". Assicura l’Esecutivo: "La soglia del 5% verrà raggiunta a breve termine, conformemente alla volontà della commissione Formazione e cultura".

Oggi ventisei percorsi formativi

L’Amministrazione cantonale, segnala poi il Consiglio di Stato, mette oggi a disposizione posti "in 21 tipi di apprendistato che portano al conseguimento di un Attestato federale di capacità (Afc, tirocini triennali e quadriennali con o senza maturità professionale) e in 5 tipi che portano al conseguimento di un Certificato federale di formazione pratica (Cfp, tirocini biennali) per un totale di 26 percorsi professionali, con un’offerta superiore a quella del 2017 (21 percorsi)". I nuovi percorsi di tirocinio sono "l’apprendistato per interactive media designer Afc, Decoratore/trice 3D Afc, Addetto/a alla logistica Cfp, Impiegato/a di economia domestica Afc e viticoltore/trice Afc".

A proposito della terza richiesta formulata dall’Mps, il governo ricorda fra l’altro che nei bandi di concorso "la professione viene sempre indicata anche al femminile. A fronte di candidature di ‘genere’ femminile viene data, in sede di selezione, un’attenzione particolare, peraltro, considerando quanto raccomandato anche dalla Divisione della formazione professionale e dall’Ufficio dell’orientamento professionale, che da anni porta avanti una campagna informativa e di sensibilizzazione sull’abbattimento degli stereotipi di genere e di carriera".


Dati Consiglio di Stato, foto Ti-Press, infografica laRegione

Pronzini: quella percentuale va raggiunta subito, si deve fare di più

Il governo considera dunque "evasa" la mozione. Matteo Pronzini però non ci sta. «A nostro giudizio il contenuto del messaggio è ridicolo – reagisce il parlamentare dell’Mps da noi contattato –. Bisognerebbe chiedere alle famiglie confrontate col fatto che non trovano posti di apprendistato interessanti per i propri figli se si accontentano di questi risultati definiti dal governo tangibili». Secondo Pronzini, di fronte al fatto che «ci sono sempre più posti di tirocinio in professioni che non hanno sbocchi, il Cantone e gli enti locali dovrebbero dare un contributo molto più importante in questo ambito, proponendo un maggior numero di offerte con delle reali prospettive. Mentre invece mancano di concretezza», deplora il deputato, per il quale servirebbero delle soluzioni immediate: «La soglia di almeno il 5% deve essere raggiunta subito, non a breve termine. Se prendiamo ad esempio la necessità, da tutti riconosciuta come urgente, di potenziare la formazione in ambito sanitario, vediamo che di tangibile si fa ben poco». Rispetto all’estensione del ventaglio di posti di formazione, il passaggio dalle 21 professioni nel 2017 alle 26 attuali è ritenuto dal granconsigliere Mps «anch’esso ridicolo. Perché le professioni svolte all’interno dell’Amministrazione pubblica sono molte di più e a nostro parere per obbligo morale dovrebbero essere tutte accessibili, con un occhio attento alle zone periferiche». Quanto alle considerazioni del messaggio governativo sulla discriminazione di genere, per Pronzini sono «offensive nei confronti di tutte quelle ragazze che nel Canton Ticino continuano a essere sempre spinte a svolgere apprendistati nelle solite professioni considerate femminili, come nei settori amministrativo, di impiegata di vendita, di aiuto in ambito farmaceutico. Tutto questo dimostra che il Consiglio di Stato non ha intenzione e volontà di affrontare seriamente il tema della formazione professionale che risulta oggi uno dei problemi centrali in Ticino».

Vitta: dobbiamo garantire anche una formazione di qualità

«L’incremento del numero di posti è un dato di fatto ed è una progressione che continua, perché tale è la nostra intenzione come Consiglio di Stato – sottolinea, interpellato dalla ‘Regione’, il direttore del Dipartimento finanze ed economia Christian Vitta –. In quest’ambito tuttavia non si può certo improvvisare. Formare un apprendista è infatti una cosa seria. Si tratta quindi di individuare i posti che permettano a un o a una tirocinante di apprendere e crescere professionalmente, dato che non in tutti i settori dell’Amministrazione cantonale è possibile formare un apprendista. Non solo. L’apprendista deve essere adeguatamente seguito da persone abilitate a svolgere questo importante compito, persone quindi che hanno seguito dei corsi specifici». Tutto ciò, rileva Vitta, «a garanzia anche della qualità della formazione. E aggiungo che in generale apprendisti e apprendiste concludono positivamente il loro tirocinio nell’Amministrazione». Quanto ai percorsi formativi, il responsabile del Dfe osserva che «non tutti i datori di lavoro possono garantire un’offerta così variegata come quella proposta dall’Amministrazione cantonale, anche in professioni particolari. Di recente per esempio è stato possibile introdurre, all’Azienda agraria cantonale di Mezzana, la formazione di viticoltore».

Parità

Sempre più donne dirigenti

Tornando alle questioni di genere, sempre nella seduta di mercoledì il Consiglio di Stato ha risposto anche all’interrogazione depositata in aprile dal socialista Raoul Ghisletta dal titolo ‘Luce completa sulla parità salariale’. Alla richiesta di avere una fotografia della distribuzione del personale cantonale, suddivisa per genere, nelle varie classi salariali, il governo fornisce una tabella con i dati sollecitati, precisando che la presenza di donne in posizioni dirigenziali è aumentata costantemente. Dal 2005 al 2021 – si legge – la percentuale di donne con funzioni di quadro è passata dal 7,5% (27 donne su 362 dirigenti) al 21% (75 su 357 dirigenti). Il governo rende anche noto che negli anni 2020-2021 ci sono state complessivamente 76 nuove nomine a posizioni dirigenziali di cui 20, pari al 26,3%, sono state attribuite a donne.


Distribuzione personale cantonale (al 3 maggio 2022)

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved