ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
27 min

Al Campus Supsi a Mendrisio si parla di zanzare e altro

In programma per venerdì una conferenza della Società entomologica della Svizzera italiana
Ticino
1 ora

‘I detenuti con misure terapeutiche vanno adeguatamente seguiti’

La richiesta al governo delle commissioni ‘Giustizia’ e ‘Carceri’ è ora nero su bianco. La mozione firmata da tutti i gruppi parlamentari
Ticino
2 ore

‘Avanti’, la porta è aperta a tutti

Presentato il nuovo movimento fondato da Mirante e Roncelli dopo le dimissioni dal Partito socialista. ‘Una forza di centro sinistra, moderna e aperta’
Luganese
3 ore

Pura, condannata a 4 anni la donna che accoltellò l’ex marito

La Corte ha accolto integralmente le richieste di pubblica accusa e accusatore privato, sostenendo che l’imputato abbia mentito per costruirsi un alibi
Ticino
3 ore

Primo incontro fra partiti sul dopo Carobbio agli Stati

Domani rendez-vous tra i vertici cantonali delle forze politiche rappresentate a Berna. Per scongiurare un ‘bel pasticcio’, Farinelli dixit
Ticino
4 ore

Tirocinio, ‘i contratti sciolti non allungano la formazione’

Lo fa sapere il Dipartimento dell’educazione cultura e sport (Decs), che ha anche aperto il concorso per la nomina dei docenti per il prossimo anno
Grigioni
4 ore

Val Calanca, strada forse riaperta prima del weekend

Nella migliore delle ipotesi i lavori di sgombero inizieranno domani. Anche oggi il meteo ha ostacolato la valutazione dei rischi di nuovi scoscendimenti
Luganese
4 ore

Il Convento del Bigorio apre le sue porte per una giornata

L’8 dicembre sarà possibile visitare gli spazi di un monumento cantonale protetto, dal coro dei frati alla cappella Botta
21.07.2022 - 12:27
Aggiornamento: 14:09

Il caldo porta l’aumento dello smog: pronte le misure urgenti

In caso di superamento delle soglie di ozono nell’aria fissate dalla legge scatterebbe il limite di 80 km/h sui tratti autostradali interessati

il-caldo-porta-l-aumento-dello-smog-pronte-le-misure-urgenti

Le alte temperature e l’ampio soleggiamento hanno portato con sé un aumento progressivo dei livelli di immissione di ozono nell’aria, tali da portare, nel Mendrisiotto e, a partire da ieri, su buona parte del territorio della Svizzera italiana, a importanti superamenti della soglia d’informazione alla popolazione di 180 microgrammi per metro cubo (µg/m3) per la media oraria dell’ozono (O3). Nel tardo pomeriggio di ieri, presso le stazioni di misura a Chiasso e Mendrisio è stata inoltre superata la soglia di allarme di 240 microgrammi per metro cubo; a Chiasso con un valore pari a 247 e a Mendrisio con 251 microgrammi per metro cubo.
Con le previsioni di MeteoSvizzera che indicano condizioni meteorologiche sostanzialmente invariate nei prossimi giorni, è dunque presumibile un ulteriore aumento delle concentrazioni di ozono nell’aria. Al riguardo, il Dipartimento del territorio informa che, nell’eventualità di un superamento durante almeno tre ore consecutive in due stazioni di misura della soglia di allarme, scatterebbero le misure urgenti previste dalla legge, ovvero il limite generale di velocità a 80 km/h sulla tratta autostradale interessata dal superamento della soglia d’allarme, ad eccezione dei veicoli prioritari in servizio d’urgenza (polizia, pompieri, ambulanza, Stato maggiore di condotta), e il divieto di sorpasso sulle autostrade e semiautostrade per i veicoli pesanti.

Il Dipartimento del territorio ricorda inoltre che, oltre alle comunicazioni dei media, è possibile informarsi sullo stato dell’aria sui siti internet www.ti.ch/aria e www.oasi.ti.ch/web/dati/aria.html e sull’applicazione per smartphone airCHeck, la quale permette di consultare in tempo reale l’evoluzione delle concentrazioni degli inquinanti principali in qualsiasi punto del territorio.

In questo periodo particolare di smog estivo accentuato, il Dipartimento del territorio ricorda alla popolazione alcune misure atte a diminuire le emissioni d’inquinanti nell’aria.

  • spostarsi a piedi, in bicicletta o con i trasporti pubblici, rinunciando all’uso dell’automobile;
  • evitare l’utilizzo dell’auto per tragitti non indispensabili e in generale servirsi di veicoli a basse emissioni;
  • condividere l’auto con una o più persone anziché viaggiare da soli;
  • rinunciare ai motori a due tempi a favore di scooter con motore a quattro tempi oppure con motore elettrico;
  • impiegare prodotti poveri o addirittura privi di solventi (vernici all’acqua, prodotti di pulitura, colle, spray aerosol e prodotti di trattamento del legno);
  • utilizzare apparecchi da giardinaggio e da bricolage elettrici o utilizzare benzina alchilata per gli apparecchi alimentati a benzina, qualora non fosse possibile rinunciarvi. Diversi Comuni ticinesi offrono inoltre un contributo all’acquisto della benzina alchilata.
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved