ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
16 min

La busecca di Daro al mercato di Bellinzona

Sabato 3 dicembre in Piazza Collegiata saranno cucinati 600 litri della tradizionale specialità. Distribuzione a partire dalle 11.15
Mendrisiotto
18 min

Ligornetto, Atte propone una visita al Museo Vela

L’Associazione ticinese terza età invita i soci alla passeggiata culturale che si avrà inizio martedì 13 dicembre alle 14 davanti al museo.
Luganese
29 min

Durante la notte, Massagno spegnerà le luci natalizie

Riguardo all’illuminazione pubblica, il Comune segnala che ‘l’infrastruttura presente dal 2017 ha permesso di ridurre i consumi del 50%’
Mendrisiotto
39 min

Chiasso: ‘Eco Himal’ un negozio temporaneo di artigianato

All’interno verranno proposti articoli fatti a mano nepalesi, indiani e ticinesi. Lo shop sarà aperto da martedì 6 a venerdì 23 dicembre.
Bellinzonese
47 min

Giovani e giustizia: se ne dibatte ad Arbedo

L’Associazione Franca affronta il tema con Raffaele De Rosa, Antonio Perugini e Tessa Pidò
Luganese
1 ora

All’Otaf di Sorengo un mercatino di Natale

L’appuntamento è per domani, 1° dicembre, all’esterno del centro a partire dalle 18. Presenti musica e prodotti gastronomici offerti.
Mendrisiotto
1 ora

Al Centro anziani di Balerna un Natale solidale

Dal 5 dicembre al 16 gennaio sarà possibile acquistare delle borsette create dagli ospiti. Il ricavato andrà in favore di giovani in difficoltà.
Mendrisiotto
1 ora

Contrabbandavano abbigliamento dal FoxTown: condannati in tre

Il valore della merce era di oltre un milione di euro. In parte era stata spedita in Cina, mentre altri capi venivano rivenduti in una boutique a Legnano
Bellinzonese
1 ora

Nei bandi svelate cifre e atout della nuova Officina Ffs

Castione: sulle opposizioni le Ffs mirano a trovare una soluzione condivisa entro fine 2022. Confermati centrale a cippato, tetti verdi e fotovoltaico
Locarnese
1 ora

Truffe agli anziani nel Locarnese, si cercano testimoni

Scattano le manette per una 36enne e un 40enne. Impietosivano le loro vittime per ricevere denaro e altri beni preziosi
Ticino
2 ore

Imposta di circolazione, dietrofront del Consiglio di Stato

Nella seduta odierna il Governo ha deciso di ritirare i Decreti legislativi urgenti sull’applicazione dell’imposta di circolazione per l’anno 2023
Ticino
3 ore

In Ticino 1’403 nuovi contagi e 6 decessi

I posti letto occupati da pazienti Covid sono 109. Quattro le persone che attualmente si trovano in cure intense
Video
Ticino
4 ore

Un lupo ripreso in un video mentre attraversa la strada a Bodio

Dopo l’avvistamento in Bassa Leventina scatta l’interrogazione al Consiglio di Stato di Sara Imelli (Centro). ‘I gridi d’allarme sono caduti nel vuoto’.
Locarnese
4 ore

Brissago, avvicinamento al Natale

Per il ‘calendario dell’Avvento’ un ricco programma di animazioni e incontri, dall’accensione dell’albero fino alla storica ‘Nodada’
Locarnese
4 ore

Bottega del Mondo di Locarno, aperitivo di compleanno

Per festeggiare con la clientela i 40 anni dall’apertura il negozio promuove, sabato, un momento conviviale e sconti sugli acquisti
Luganese
4 ore

Lugano, domani l’accensione dell’albero di Natale

La Città ricorda il tradizionale appuntamento che si terrà a partire dalle 17.15 in Piazza della Riforma
14.12.2021 - 05:30
Aggiornamento: 16:25

Psichiatria, sempre più vicina la struttura per minorenni

L’Unità di cura integrata potrebbe aver sede nel Bellinzonese. Il Dss: fra stazionario e ambulatoriale è prevista una ventina di posti

psichiatria-sempre-piu-vicina-la-struttura-per-minorenni
Ti-Press

Potrebbe trovare sede nel Bellinzonese l‘Unità di cura integrata per minorenni, struttura pubblica specializzata nella presa a carico di giovani con seri problemi di natura psichiatrica. Il progetto è da tempo sul tavolo del Dipartimento sanità e socialità e nelle intenzioni del Dss verrà inserito nell’attesa Pianificazione sociopsichiatrica cantonale. Un progetto di cui oggi è possibile fornire alcuni ulteriori dettagli. Fra questi, il numero di posti nella struttura. «Sono previsti dieci posti letto per giovani adolescenti che necessitano di un ricovero ospedaliero a causa della loro malattia - spiega, contattato dalla ’Regione’, il Dipartimento -. Il progetto però non si limita a proporre solo delle prestazioni stazionarie, ma vuole integrarle con un’offerta di ospedalizzazione a domicilio (cinque posti in ’home treatment’) e con un ospedale di giorno dotato di cinque posti (’day hospital’). Quindi complessivamente - tra stazionario e ambulatoriale - i posti che si profilano sono una ventina».

La nuova struttura psichiatrica destinata a pazienti minorenni, indica ancora il Dss, «permetterà di rispondere alle necessità di questa fascia d’età, per la quale attualmente il ricovero è possibile soltanto nelle cliniche psichiatriche per adulti - che però non sono specializzate per questa casistica né dovrebbero accogliere contemporaneamente anche minorenni - oppure nel mini reparto di pedopsichiatria dell’Ospedale Civico di Lugano». Un piccolo reparto, cinque i posti letto al quattordicesimo piano del nosocomio sottocenerino, aperto da circa un anno. Scriveva al riguardo il Consiglio di Stato in un comunicato stampa diffuso il 16 dicembre 2020: “Il progetto nasce da nuove modalità di collaborazione fra l’Organizzazione sociopsichiatrica cantonale e l’Istituto pediatrico della Svizzera italiana e si propone come offerta stazionaria per bambini e adolescenti fino ai 16 anni con problematiche psicologiche e psichiatriche”. Il piccolo reparto di pedopsichiatria, precisava il governo, “è da intendersi come una soluzione transitoria e parziale, in attesa che la prossima Pianificazione sociopsichiatrica cantonale definisca un più ampio progetto di Unità di cura integrata per minorenni”.

‘La nuova Pianificazione presto in governo’

E il progetto di Unità di cura integrata, assicura il Dipartimento sanità socialità, «verrà inserito nella Pianificazione sociopsichiatrica, che intendiamo portare all’attenzione del Consiglio di Stato all’inizio del prossimo anno e che dovrà poi essere sottoposta al Gran Consiglio». I progetti della Pianificazione sociopsichiatrica e i relativi impegni finanziari, prosegue il Dss, «sono esclusi dalla tendenza del piano finanziario, ma sono comunque preannunciati anche nel Preventivo 2022». Sul quale il governo ha già varato il messaggio, che è ancora sui banchi della commissione parlamentare della Gestione (sui conti cantonali il plenum del Gran Consiglio si pronuncerà a gennaio). Stando al Preventivo, «le unità di personale» contemplate per la nuova struttura psichiatrica «sono 27,8». Per le quali, continua il Dss, «è prevista una spesa annua lorda di 3,9 milioni di franchi, con entrate per 1,23 milioni e un onere netto quindi di 2,67 milioni».

‘L’auspicio è che possa essere operativa tra un paio d’anni’

Quanto all’ubicazione dell’Unità di cura integrata per minorenni, il Dipartimento diretto da Raffaele De Rosa sta valutando una soluzione d’intesa con la Sezione della logistica: «Gli sforzi sono concentrati per individuare degli spazi nel Bellinzonese e ciò per inserire al meglio questa Unità nella rete dei servizi già presenti sul territorio, con la garanzia della prossimità a un ospedale somatico acuto», ovvero il San Giovanni. L’entrata in funzione? «Dopo l’approvazione della Pianificazione sociopsichiatrica, occorrerà consolidare la soluzione logistica: il nostro auspicio - annota il Dss - è che la struttura possa essere operativa nel giro di due anni». C’è comunque una certa urgenza, anche perché «il mini reparto al Civico, attualmente l’unico reparto di degenza in Ticino destinato esclusivamente a minorenni con problematiche di tipo psichiatrico, è una struttura prettamente ospedaliera che in quanto tale - ricorda il Dss - non permette una presa a carico adeguata, che dovrebbe avere spazi anche per attività e occupazioni, tanto più se si considera che la Pediatria al Civico è situata al quattordicesimo piano dell’ospedale. Purtroppo diversi minorenni devono essere collocati anche in cliniche per adulti». Un argomento, quello del collocamento nelle cliniche, sollevato pure da un’interrogazione depositata nel settembre 2020, e ancora pendente, dai deputati socialisti Sirica, Biscossa, Buri, Corti e La Mantia. Ponendo alcune domande al Consiglio di Stato sul tema “Minorenni e psichiatria”, i cinque granconsiglieri rilevano fra l’altro che "nonostante l’ottimo lavoro di medici e infermieri, così come di tutti i professionisti delle reti sociali di questi utenti, le cliniche non sono i luoghi adeguati per accogliere l’utenza minorenne, che dovrebbe invece essere ospitata in un luogo idoneo e con competenze professionali specifiche”.

La missione della nuova unità psichiatrica non è da confondere con quella del centro educativo chiuso previsto ad Arbedo-Castione, destinato, puntualizza il Dipartimento, «a un’altra casistica e tipologia di presa a carico». Quest’ultimo dossier, derivante dall’iniziativa popolare ‘Le pacche sulle spalle non bastano!’ lanciata dai Giovani liberali radicali e da anni nell’agenda della politica, è sotto la lente della commissione parlamentare ‘Giustizia e diritti’.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved