ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
3 ore

Nasce a Chiasso l’associazione che promuove lo Street food

Professionisti del settore uniscono le forze per organizzare eventi in tutto il Cantone a partire dalla primavera
Locarno
3 ore

La città cresce. Il Municipio vuole un ‘Programma di azione’

Palazzine in costruzione e progetti per decine di appartamenti, tra rischi e opportunità. L’analisi del capo dicastero sviluppo economico e territoriale
Luganese
11 ore

A Tresa nasce un progetto di reinserimento sociale

Municipio e servizio sociale coinvolgono le aziende per creare opportunità di stage, lavori temporanei o di lunga durata per i giovani in assistenza
Ticino
14 ore

Formazione bilingue, studenti friburghesi nei licei ticinesi

Dopo i cantoni di Berna e Vaud, un nuovo progetto per rafforzare il plurilinguismo
Ticino
15 ore

Si torna a fare il pieno in Ticino

Prezzi benzina: dopo il taglio delle accise in Italia, i frontalieri, e non solo loro, riappaiono nei distributori al di qua del confine
Luganese
15 ore

Bioggio, scontro tra due auto alla rotonda

Un ferito leggero e ingenti danni materiali ai due veicoli coinvolti il bilancio del sinistro tra via Strada Regina e via Longa
Luganese
15 ore

Ricerca di persona sopra Caslano, operazione conclusa

Nelle ricognizioni era stata impegnata la Rega, intervenuta anche con un elicottero con termocamera e visore notturno
Locarnese
15 ore

Corsi 2023 dell’Associazione per l’infanzia e la gioventù

Nella sede di Locarno, tedesco e inglese. Ma anche tutoring per dislessia e discalculia
Locarnese
16 ore

Scuola medico-tecnica a Locarno, pomeriggio informativo

Per aspiranti assistenti di studio medico o studio veterinario e per i futuri guardiani di animali
06.12.2021 - 15:24
Aggiornamento: 15:39

Professioni sanitarie e LaMal, decide il Cantone

Dal prossimo 1° gennaio sarà il Dipartimento della sanità e socialità ad autorizzare a esercitare a carico delle casse malati

professioni-sanitarie-e-lamal-decide-il-cantone
Ti-Press
Cambierà la prassi

Dal 1° gennaio 2022 la competenza a rilasciare l’autorizzazione a esercitare a carico dell’assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie (Aoms) ai fornitori di prestazioni che esercitano in ambito ambulatoriale passa ai Cantoni. Il Consiglio di Stato, nella sua ultima seduta, ha quindi approvato la modifica dei relativi regolamenti, affidando la competenza valutativa, decisionale e di vigilanza all’Ufficio di sanità del Dipartimento della sanità e della socialità.

Nel giugno 2020 il Parlamento federale ha adottato il progetto di revisione della Legge federale del 18 marzo 1994 sull’assicurazione malattie (LaMal), che prevede un nuovo modello per autorizzare i nuovi fornitori di prestazioni del settore ambulatoriale, tramite una procedura di autorizzazione di competenza dei singoli Cantoni. Con tale modifica, e con la successiva approvazione il 23 giugno 2021 della modifica dell’Ordinanza del 27 giugno 1995 sull’assicurazione malattie (OaMal), sono inoltre stati regolati nuovi requisiti di qualità per l’ottenimento di tale autorizzazione.

Attualmente la competenza del Cantone si limita all’espressione di un semplice nullaosta e unicamente per i medici che vogliono esercitare a carico dell’Aoms. I medici devono poi indirizzarsi a una società costituita dagli assicuratori malattia (Sasi Sa) per la verifica di altri requisiti formali e l’ottenimento del numero di concordato atto a permettere la fatturazione. Alla medesima società devono rivolgersi anche le altre categorie di fornitori di prestazioni che operano a carico della LaMal.

Dal 1° gennaio 2022, tutti i nuovi fornitori di prestazioni nel settore ambulatoriale delle seguenti categorie saranno interessati dal nuovo modello di autorizzazione: i medici, i dentisti, i farmacisti, i chiropratici, le levatrici, i fisioterapisti, gli ergoterapisti, gli infermieri, i logopedisti, i dietisti, i neuropsicologi, gli psicoterapeuti (questi ultimi dal 1° luglio 2022), i podologi, così come le organizzazioni di chiropratica, di levatrici, di fisioterapia, di ergoterapia, di logopedia, di dietetica, di neuropsicologia, di podologia, di psicoterapia (queste ultime dal 1° luglio 2022), di cure e aiuto a domicilio, gli istituti di cure ambulatoriali effettuate da medici, i laboratori, i centri di consegna di mezzi e apparecchi diagnostici o terapeutici, le case per partorienti, nonché le imprese di trasporto e salvataggio e gli stabilimenti di cura balneare. Il Consiglio di Stato ha attribuito la competenza valutativa, decisionale e di vigilanza all’Ufficio di sanità del Dipartimento della sanità e della socialità (Dss), già responsabile attualmente del rilascio dell’autorizzazione di polizia sanitaria ai fornitori di prestazioni (libero esercizio), e dunque in possesso delle specifiche conoscenze settoriali e di parte dei necessari dati da verificare (possesso del libero esercizio e del titolo di perfezionamento).

Il Dss ha provveduto a informare più dettagliatamente gli Ordini e le Associazioni professionali di categoria. A partire dal 15 dicembre 2021 sarà inoltre possibile trovare maggiori informazioni, così come i necessari formulari per inoltrare istanza di autorizzazione, sul sito dell’Ufficio di sanità.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved