08.11.2021 - 15:53
Aggiornamento: 16:08

Il Cantone cerca un/una Delegato/a alla trasformazione digitale

La figura coordinerà l’elaborazione e l’attuazione di una strategia digitale e guiderà la trasformazione digitale dell’Amministrazione cantonale

il-cantone-cerca-un/una-delegato/a-alla-trasformazione-digitale

Il Consiglio di Stato ha indetto un concorso per la nomina o l’incarico di una Delegata o di un Delegato alla trasformazione digitale. La decisione risponde alla volontà di “dare un impulso decisivo” alla trasformazione digitale dello Stato, che “rappresenta una delle priorità strategiche del governo e permetterà di migliorare la qualità dei servizi pubblici e dei processi amministrativi”. La nuova figura avrà il compito di “coordinare l’elaborazione e l’attuazione di una strategia digitale così come di guidare la trasformazione digitale dell’Amministrazione cantonale”.

Tra gli obiettivi figura della trasformazione digitale, definita dal Consiglio di Stato come “una delle priorità di sviluppo nel proprio programma di Legislatura 2019/2023”, rientra ad esempio il miglioramento del funzionamento del Cantone attraverso le opportunità fornite dagli strumenti digitali di e-government, il cui potenziale di utilizzo e diffusione all’interno dell’Amministrazione cantonale è ancora ampio. La realizzazione di tali obiettivi permetterà, in generale, di migliorare la qualità dei servizi offerti alla cittadinanza e i processi amministrativi in termini di trasparenza e di risorse necessarie.

Per dare un impulso decisivo alla trasformazione digitale del Cantone, il Consiglio di Stato “ritiene necessaria l’istituzione di una Delegata o di un Delegato alla trasformazione digitale. Questa nuova figura avrà il compito di coordinare l’elaborazione e l’attuazione di una strategia digitale, di guidare la trasformazione digitale e il cambiamento culturale necessario e anche fungere da facilitatore in materia di trasformazione digitale nei confronti dei Comuni, del Cantone e della Confederazione”.

La Delegata o il Delegato collaborerà anche nell’ambito della nuova organizzazione ‘Amministrazione digitale Svizzera’, istituita da Confederazione e Cantoni e che sarà attiva a partire dal gennaio 2022. L’organizzazione mira a rafforzare la collaborazione verticale e orizzontale tra i livelli federali e ad accelerare il processo di trasformazione digitale delle Amministrazioni pubbliche.

I dettagli sui compiti e sui requisiti richiesti sono descritti nel bando di concorso consultabile sulla pagina web www.ti.ch/concorsi.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved