NY Islanders
2
PHI Flyers
1
2. tempo
(0-0 : 2-1)
STL Blues
2
NAS Predators
2
1. tempo
(2-2)
VEGAS Knights
PIT Penguins
04:00
 
la-pandemia-non-e-ancora-finita-timori-per-l-autunno
Ti-Press
Regole di comportamento da attuare anche in vacanza
ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
5 ore

Antenna 5G nel camping? A Gudo opposizione collettiva e firme

I vicini chiedono alla Città di Bellinzona e al Cantone di evitare lo ‘sfregio’. Intanto le tre compagnie hanno impugnato la variante di Pr con un ricorso
Locarnese
6 ore

Locarno, ‘non vedevo mia figlia da mesi’

Un papà in attesa di un appuntamento a Casa Santa Elisabetta. ‘Tantissime richieste in tutto il cantone. Ci siamo adoperati per migliorare il servizio’
Ticino
7 ore

Eruzione Tonga, il ‘suono’ dell’esplosione anche in Ticino

Non solo i barometri hanno registrato un’oscillazione importante, anche i sensori infrasuoni hanno captato le onde causate dal vulcano
Luganese
7 ore

Barbengo: al voto la nuova palestra delle Medie

Il Gran Consiglio si esprimerà settimana prossima sul prefabbricato che sostituirà quella provvisoria eretta nel 2011, dopo l’incendio doloso del 2010
Ticino
7 ore

Videogiochi, la Global Game Jam torna in Ticino

L’evento è dedicato in particolare a programmatori, illustratori, grafici e musicisti e in generale a tutti gli appassionati
Luganese
8 ore

Medio Vedeggio, ‘nessuna pressione sul personale per il vaccino’

Il direttore della casa anziani Stella Maris risponde alle accuse. ‘Non sono vaccinato ma non sto facendo nulla di illegale’
Bellinzonese
8 ore

La Scuola moderna di musica suona per il villaggio Neve Shalom

Evento a Bellinzona in occasione della Giornata della memoria organizzato in collaborazione con la Fondazione Federica Spitzer
Ticino
8 ore

Parco veicoli più efficiente grazie al sistema bonus-malus

Il gettito delle imposte di circolazione è previsto stabile per quest’anno. In costante e rapida crescita i mezzi elettrici o ibridi plug-in
Mendrisiotto
8 ore

Castel San Pietro, riciclati 23 vagoni di plastiche domestiche

Due riconoscimenti ecologici per il comune momò. All’edificio ex scuole è stato conferito il certificato Minergie.
Locarnese
9 ore

Minusio: ‘Gente di contrabbando’, cornice di appuntamenti

Conferenza, tavola rotonda e presentazione di un libro a villa san Quirico
Bellinzonese
9 ore

Biasca, Parietti e Buzzi presentano i loro romanzi

Appuntamento per venerdì 21 gennaio alla Bibliomedia. I due scrittori interloquiranno tra loro e leggeranno dei passaggi dai rispettivi libri
Locarnese
9 ore

Cugnasco-Gerra, cresciuta la popolazione nel 2021

Vivono complessivamente 2’842 persone (fra domiciliate e dimoranti). A guidare la statistica demografica è il dato muliebre, seppur di poco.
Ticino
10 ore

Prodotti igienici gratis a scuola, consegnata la lettera aperta

La Gioventù socialista ha trasmesso ufficialmente al Consiglio di Stato la sua richiesta: ‘Sarebbe un importante sostegno concreto’
Locarnese
10 ore

Delitto di Muralto, si va in Appello

Gli avvocati del 32enne germanico che strangolò la compagna alla Palma au Lac ricorrono contro la sentenza di omicidio intenzionale
12.07.2021 - 18:390
Aggiornamento : 23:46

‘La pandemia non è ancora finita’. Timori per l’autunno

L’invito delle autorità sanitarie è quello di vaccinarsi e ad avere comportamenti corretti durante le vacanze. La maggior parte dei contagi è d’importazione

Non è ancora finita e l’autunno potrebbe riservare delle sorprese dal punto di vista dell’evoluzione della pandemia. È questo, in sintesi, quanto affermato dal dottor Giorgio Merlani, medico cantonale, durante l’aggiornamento sulla situazione epidemiologica. «L’estate di quest’anno – ha però precisato Merlani – è diversa da quella dell’anno scorso in quanto abbiamo un mezzo in più per contrastare il virus del Covid: i vaccini». Da qui l’appello agli over 50, ricalcato sulla falsariga degli ‘anziani in letargo” dello scorso anno «a fare il vaccino, a non rimandare l’appuntamento a dopo l’estate ». A preoccupare le autorità sanitarie sono le varianti del virus Sars-Cov 2 che stanno diventando prevalenti. La Delta, nota anche come variante indiana, è ora al 22% dei casi testati positivi. «Solo un mese fa erano due ogni cento i casi di Delta», ha fatto notare il dottor Merlani. Questo vuol dire che la nuova versione del coronavirus sta soppiantando le precedenti. «La variante Delta è molto più contagiosa e si sta diffondendo soprattutto tra i giovani. È vero che non c’è un aumento dei decessi e nemmeno dei ricoveri, ma i contagi stanno crescendo, ha aggiunto Merlani. Con la casistica al rialzo, aumenta anche la probabilità di ospedalizzazioni e complicazioni soprattutto tra le persone più fragili, compresi gli over 50. Ieri, per esempio, si sono registrati due ricoveri in Ticino dopo settimane di numeri tranquillizzanti. Le vacanze all’estero, inoltre, sono un fattore di rischio da ponderare attentamente, soprattutto per alcune destinazioni, ha ricordato da parte sua il consigliere di Stato Raffaele De Rosa preoccupato per l’aumento delle infezioni, raddoppiate in due settimane, in Ticino. L’invito, oltre a rimanere vigili e seguire le misure di igiene che conosciamo, «è di informarsi sulla situazione del Paese che si va a visitare: evitiamo le situazioni a rischio e comportiamoci con prudenza e responsabilità anche in vacanza e nel tempo libero».

Molti dei casi positivi delle ultime settimane sono infatti d’importazione. «Penisola iberica e Gran Bretagna sono le regioni  europee dove la variante Delta è più presente», ha fatto presente il dottor Merlani. «Quest’anno i ‘doppi zero’ nei dati dei contagi non ci sono ancora stati, il virus continua a circolare ed è meglio trasmissibile. Non possiamo vivere all'infinito da reclusi, ma dobbiamo capire che i nostri atti hanno delle conseguenze, e se possiamo guardare al futuro con speranza è grazie alla vaccinazione». 

I vaccini somministrati in Svizzera (Pfizer e Moderna, ndr), ha affermato Merlani, coprono bene anche le varianti. «Ma lo scopo del vaccino non è quello di impedire la malattia al 100%, ma di evitare il decorso grave nella maggioranza dei casi». E porta come esempio il quasi azzeramento dei casi di positività tra gli ospiti delle case per anziani. «Dal 25 gennaio, tre settimane dopo la prima iniezione, rispetto alle due ondate precedenti, a oggi si contano sulle dita delle mani i casi positivi al test Covid». In totale sono quasi 150 mila i ticinesi che hanno ricevuto la doppia dose di vaccino (il 42,5% del totale).

Un quarto dei ticinesi ha incontrato il virus

Ma quanti sono i ticinesi che sono entrati in contatto con il virus negli ultimi 18 mesi, indipendentemente dalla campagna di vaccinazione in corso? Quante persone hanno mantenuto una risposta immunitaria misurabile? Esistono peculiarità di età e di genere? Ebbene, stando allo studio di sieroprevalenza, iniziato nell’aprile del 2020 e attualizzato allo scorso maggio, il 22,3% degli abitanti del Ticino. Il campione, ha ricordato la dottoressa Martine Bouvier Gallacchi, capo servizio di promozione e valutazione sanitaria, è composto da 1500 persone stratificate età e sesso dai 5 anni in su. «Gli anti misurati sono quelli contro la proteina nucleocapside, ovvero quelli che confermano se una persona è stata o meno a contatto con il virus, diversi dagli anticorpi che proteggono in effetti contro la malattia», ha spiegato. Alla prima fase dello studio la percentuale di popolazione entrata in contatto con il virus era del 9% poi salita al 14% nei mesi di novembre e dicembre. 

Delle 68 persone che già avevano anticorpi durante il primo studio, due terzi hanno mantenuto gli anticorpi: «Non vuol dire che siano protetti, ma è un dato epidemiologico, dimostra che dopo un anno rimane una traccia dell'infezione», ha spiegato ancora la dottoressa Bouvier Gallacchi. «Possiamo dunque immaginare che anche gli anticorpi neutralizzanti, quelli che proteggono dal virus, possano rimanere presenti come pure l’immunità cellulare» ha aggiunto Bouvier Gallacchi.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved