CHI Blackhawks
2
TOR Leafs
3
fine
(2-0 : 0-1 : 0-1 : 0-1)
DAL Stars
2
VEGAS Knights
2
overtime
(1-1 : 1-0 : 0-1 : 0-0)
EDM Oilers
2
PHI Flyers
3
1. tempo
(2-3)
laurea-in-psicologia-in-italia-riconosciuta-solo-con-abilitazione
(Keystone)
Ticino
30.03.2021 - 17:340
Aggiornamento : 19:28

Laurea in psicologia in Italia riconosciuta solo con abilitazione

Per esercitare in Svizzera servirà l'autorizzazione alla professione nel paese in cui si studia. Per l'Italia necessario svolgere pratica e superare l'esame di Stato

Complicazioni in vista per gli studenti ticinesi iscritti alle facoltà di psicologia in Italia: dopo l'ottenimento del master, non sarà possibile esercitare subito la professione in Svizzera, ma sarà necessaria una pratica clinica in strutture italiane e dimostrare il superamento dell'esame di Stato per poter ottenere il riconoscimento in patria del proprio titolo di studio. Lo comunica il Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport (Decs) citando la decisione della Commissione federale delle professioni psicologiche (PsiCo), secondo la quale diplomi universitari esteri (con o senza condizioni) in psicologia potranno essere riconosciuti in Svizzera "solo se sarà provato che il candidato è autorizzato a esercitare la professione nel Paese estero in cui ha svolto i suoi studi e che egli è qualificato per far uso del titolo professionale protetto". Il superamento dell'esame di Stato in Italia dopo un periodo di pratica in strutture italiane, precisa il Decs, è l'unico modo per garantire l'equivalenza del diploma italiano con quello di una scuola universitaria svizzera.

In Svizzera, spiega il comunicato, "è possibile utilizzare il titolo protetto già dopo aver concluso con successo gli studi universitari, in Italia invece senza il superamento dell’esame di Stato dopo la conclusione degli studi universitari non si può né utilizzare la denominazione professionale protetta, né esercitare la professione di psicologo. Il Ticino inoltre richiede una pratica clinica presso strutture del territorio per il rilascio del titolo di psicologo, pratica che non può essere seguita se il titolo non viene riconosciuto dalla Commissione federale delle professioni psicologiche".

Per chi non volesse seguire la prassi indicata, il Decs invita a prendere in considerazione il proseguimento in Svizzera degli studi per il master. L’Ufficio dell’orientamento scolastico e professionale è a loro disposizione per consulenze di approfondimento sulla ricerca di percorsi di psicologia presso università svizzere.

I problemi sorgono per gli studenti master o per chi ha già terminato gli studi e si trova nella situazione di non poter certificare il proprio titolo di studio, per cui, come sottolinea il Decs, "purtroppo le cose si sono fatte più complicate". Il Dipartimento dell'educazione comunica in merito che, nonostante le decisioni circa l'equipollenza dei titoli sia materia federale, "cercherà di coinvolgere gli attori del settore e le autorità competenti per evitare inutili complicazioni conseguenti ad un cambio di prassi non comunicato con sufficiente anticipo".

© Regiopress, All rights reserved