Fiorentina
6
Genoa
0
2. tempo
(3-0)
Lakers
5
Langnau
3
fine
(1-1 : 1-2 : 3-0)
BUF Sabres
2
Detroit Red Wings
3
fine
(1-0 : 0-0 : 1-2 : 0-1)
COL Avalanche
2
MIN Wild
1
2. tempo
(2-0 : 0-1)
SJ Sharks
2
LA Kings
0
1. tempo
(2-0)
ARI Coyotes
2
MON Canadiens
1
1. tempo
(2-1)
Seattle Kraken
CHI Blackhawks
23:00
 
da-berna-messaggi-non-lineari-e-disorientanti
(Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
27 min

Antenna 5G nel camping? A Gudo opposizione collettiva e firme

I vicini chiedono alla Città di Bellinzona e al Cantone di evitare lo ‘sfregio’. Intanto le tre compagnie hanno impugnato la variante di Pr con un ricorso
Locarnese
1 ora

Locarno, ‘non vedevo mia figlia da mesi’

Un papà in attesa di un appuntamento a Casa Santa Elisabetta. ‘Tantissime richieste in tutto il cantone. Ci siamo adoperati per migliorare il servizio’
Ticino
2 ore

Eruzione Tonga, il ‘suono’ dell’esplosione anche in Ticino

Non solo i barometri hanno registrato un’oscillazione importante, anche i sensori infrasuoni hanno captato le onde causate dal vulcano
Luganese
2 ore

Barbengo: al voto la nuova palestra delle Medie

Il Gran Consiglio si esprimerà settimana prossima sul prefabbricato che sostituirà quella provvisoria eretta nel 2011, dopo l’incendio doloso del 2010
Ticino
3 ore

Videogiochi, la Global Game Jam torna in Ticino

L’evento è dedicato in particolare a programmatori, illustratori, grafici e musicisti e in generale a tutti gli appassionati
Luganese
3 ore

Medio Vedeggio, ‘nessuna pressione sul personale per il vaccino’

Il direttore della casa anziani Stella Maris risponde alle accuse. ‘Non sono vaccinato ma non sto facendo nulla di illegale’
Bellinzonese
3 ore

La Scuola moderna di musica suona per il villaggio Neve Shalom

Evento a Bellinzona in occasione della Giornata della memoria organizzato in collaborazione con la Fondazione Federica Spitzer
Ticino
4 ore

Parco veicoli più efficiente grazie al sistema bonus-malus

Il gettito delle imposte di circolazione è previsto stabile per quest’anno. In costante e rapida crescita i mezzi elettrici o ibridi plug-in
Mendrisiotto
4 ore

Castel San Pietro, riciclati 23 vagoni di plastiche domestiche

Due riconoscimenti ecologici per il comune momò. All’edificio ex scuole è stato conferito il certificato Minergie.
Locarnese
4 ore

Minusio: ‘Gente di contrabbando’, cornice di appuntamenti

Conferenza, tavola rotonda e presentazione di un libro a villa san Quirico
15.03.2021 - 17:560
Aggiornamento : 18:18

'Da Berna messaggi non lineari e disorientanti'

Il Consiglio di Stato prende posizione sulle misure poste in consultazione dal Consiglio federale non mancando di lesinare critiche e proporre modifiche

a cura de laRegione

"I messaggi del Consiglio federale appaiono non lineari e per certi versi disorientanti". Così esordisce criticamente il Consiglio di Stato nella risposta data oggi circa le misure poste in consultazione dal Consiglio federale riguardo i prossimi allentamenti delle misure di protezione dal coronavirus.

L'esecutivo ticinese, come già evidenziato dal presidente Norman Gobbi, punta l'accento sulle aspettative "inevitabilmente" create negli operatori economici interessati dalle misure a fronte, però, di una terza ondata che, in base a numerosi elementi, sembra ormai iniziata. Elementi secondo i quali il Consiglio di Stato ritiene "indicato rinunciare a ulteriori alleggerimenti oltre a quanto era già stato prospettato a inizio mese" e indispensabile procedere con estrema prudenza, considerato che in Ticino la crescita dei nuovi contagi è costante da alcune settimane, presumibilmente a causa della diffusione delle nuove varianti.

Le considerazioni del Consiglio di Stato

Per quanto attiene le manifestazioni, il Consiglio di Stato "prende atto positivamente della revoca del divieto di principio, sostituito dal limite di 15 partecipanti" e definisce  "benvenuto" anche il limite di 50 spettatori, soprattutto per gli eventi culturali, e il ritorno al limite di 10 persone per le manifestazioni private. Perplessità invece sull'apertura agli eventi con 150 persone anche se all'esterno, allentamento che il governo ticinese ritiene per contro non opportuno e "prematuro"

Riguardo la formazione, il Consiglio di Stato approva il ritorno all'insegnamento in presenza a livello terziario, proponendo però, anzichè il limite assoluto di 15 persone, il limite di capienza dei locali esteso fino al 50% dei posti abituali.

Terrazze aperte: probabile disparità, ma opportunità per ripartire

Per quanto riguarda uno dei temi più controversi, ovvero la riapertura delle sole terrazze per la ristorazione, il Consiglio di Stato riconosce che tale proposta "aveva già raccolto un certo scetticismo nell’ultima consultazione, soprattutto per la disparità fra esercizi pubblici che sono dotati di spazi esterni e quelli che ne sono privi". Tuttavia, sottolinea l'esecutivo, tale allentamento potrebbe costituire "un’opportunità per una prima limitata partenza del settore, e risponde anche alla forte aspettativa di ritorno alla normalità da parte della popolazione".

Torna ancora una volta, inoltre, la richiesta a Berna perchè rafforzi i controlli di frontiera. Ciò anche in seguito al passaggio in zona rossa delle regioni italiane limitrofe, che, se da una parte, con la chiusura di bar e ristoranti risolve momentaneamente il problema delle differenti regolamentazioni ai due lati del confine, dall'altro, dato l'inasprimento delle restrizione italiane, si potrebbe verificare "un afflusso ancor più importante di cittadini italiani sul nostro territorio per ragioni di svago e non solo professionali".

No del Consiglio di Stato, infine, alle proposte di eccezioni alla quarantena per chi si sottopone a test regolari e per le persone vaccinate, in quanto "prive di evidenze scientifiche".

“La situazione rimane fragile”, conclude il Consiglio di Stato,“e occorrerà monitorare attentamente l’evoluzione epidemiologica per seguire l’impatto che queste eventuali nuove disposizioni avranno nelle prossime settimane. Si invita la popolazione a continuare a seguire le raccomandazioni e le misure di protezione in vigore, utili a contenere la diffusione del virus”.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved