tavolino-magico-meno-alimenti-ma-piu-beneficiari
TiPress
Nel 2020 volumi in calo, ma bisogni in crescita
ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
4 min

Cascina in fiamme sull’Alpe di Neggia

La costruzione, secondo le prime frammentarie informazioni, sarebbe stata colpita da un fulmine, incendiandosi
Bellinzonese
37 min

Biasca, aperto il concorso per progettare la casa anziani

La nuova casa di riposo rappresenta la seconda tappa del progetto comprendente anche la realizzazione di stabili scolastici nel comparto Bosciorina
Luganese
44 min

Nato un bimbo al carcere Farera

È la prima volta che una donna partorisce in una struttura carceraria ticinese
Luganese
1 ora

Assistenti di farmacia, consegnati 37 nuovi diplomi

Cerimonia di consegna degli attestati federale di capacità a Lugano. Ospite, il direttore del Dss, Raffaele De Rosa
Locarnese
1 ora

Brissago, alla Hildebrand un ambulatorio per il long-covid

La clinica metterà a disposizione personale specializzato e conoscenze per il percorso riabilitativo dei pazienti toccati dai postumi della pandemia
Locarnese
2 ore

Verzasca, i 105 anni di Aurelio Gnesa

Storico traguardo per il decano della Valle, festeggiato lunedì corso dalle autorità comunali e dei familiari
Mendrisiotto
2 ore

Riva San Vitale, il Fc si riunisce in assemblea

I lavori si terranno mercoledì 13 luglio nella sala patriziale Al Torchio, con inizio alle 20.15
Locarnese
3 ore

Alba, in attesa di risposte da Berna si compattano i ranghi

L’Associazione che si batte a difesa dell’Aeroporto cantonale di Locarno ha pronto un suo Consiglio strategico
Luganese
4 ore

Prima di quella dei conferenzieri, s’alza la voce di Greenpeace

Azione di alcuni militanti ‘verdi’, che in prossimità della sede degli incontri della conferenza sull’Ucraina hanno issato una finta pala eolica
Luganese
4 ore

A Lugano al lavoro per un ‘piano Marshall’ ucraino

Ultimi scampoli di conto alla rovescia in riva al Ceresio: alle 13.30 Ignazio Cassis e Volodymir Zelensky (virtualmente) daranno il via ai lavori
19.01.2021 - 10:00

Tavolino Magico, meno alimenti ma più beneficiari

La pandemia ha avuto importanti conseguenze sul lavoro dell’associazione nel 2020. In Ticino 200 persone in più hanno ricevuto il cibo raccolto.

Piani di protezione per responsabili, collaboratori e volontari; calo del volume degli alimenti raccolti, ma aumento dei beneficiari; e un nuovo, ambizioso progetto nella Svizzera romanda. La pandemia di Covid-19 non ha risparmiato Tavolino Magico. Che però nel 2020 ha “posto le basi per iniziare il nuovo anno con maggior vigore e per sostenere in modo ancora più efficace i poveri di tutta la Svizzera”. Lo scrive l’associazione in una nota diramata oggi. 

Il 2020 è stato ”un anno particolare” con ”notevoli conseguenze anche a livello di recupero e distribuzione di derrate alimentari”. Grazie alle varie misure adottate, Tavolino Magico ha però potuto, dopo una breve interruzione, tornare a fare ciò per cui è noto e apprezzato, ossia distribuire generi alimentari di ottima qualità altrimenti destinati al macero.

Più beneficiari in Ticino 

Per la prima volta da oltre 20 anni, l’associazione non è riuscita ad aumentare il volume di alimenti recuperati rispetto all’anno precedente. Sono state raccolte complessivamente 4’008 tonnellate di derrate, con un calo del circa 11% rispetto al 2019, di cui 800 tonnellate in meno solo durante il lockdown. Gli alimenti recuperati sono stati distribuiti ogni settimana a oltre 20mila persone, molte delle quali – sottolinea l’associazione – erano ancora più in difficoltà del solito a causa della pandemia.

Malgrado il periodo di chiusura forzata, di qualche settimana, durante la primavera, Tavolino Magico ha potuto distribuire nella Svizzera italiana 511 tonnellate di cibo di ottima qualità (erano 600 nel 2019). I beneficiari sono saliti a 2’016 (erano 1’800 nel 2019). Ogni settimana si recano in uno dei nostri 14 centri di distribuzione per ricevere dai 300 volontari soprattutto cibo fresco che il team della piattaforma logistica di Cadenazzo (una cinquantina di persone, soprattutto di programmi occupazionali) ha salvato dalla distruzione.

Tavolino Magico ha inoltre accolto 9 ragazzi del pretirocinio di integrazione, che così hanno potuto ambientarsi nel mondo del lavoro in vista di una formazione.

Fornitore di servizi logistici nella Svizzera francese

Un progetto ”dal futuro promettente” è stato avviato in Romandia. Nel quadro di ‘Étoile Romande’, l’ente di sostegno alimentare potenzierà la sua attività nella Svizzera francese, investendosi così di un nuovo ruolo. Per la prima volta, Tavolino Magico sarà un fornitore di servizi logistici, piuttosto che direttamente un ente di sostegno alimentare. Da maggio 2021, sarà operativa una piattaforma di trasbordo ‘Hub WCH’ presso lo stabilimento di Venoge-Parc a Penthalaz (Vd).

Da quest’anno, grazie alla partnership con la Coop, saranno selezionate a mano frutta e verdura non più idonee alla vendita nei centri di distribuzione Coop della Svizzera occidentale. I prodotti, invece di venir distribuiti nei centri di distribuzione di Tavolino Magico, andranno ai beneficiari degli enti di sostegno alimentare partner di tutta la Svizzera francese. La piattaforma di trasbordo di Penthalaz è gestita da collaboratori provenienti da programmi occupazionali, in collaborazione con l’organizzazione Mode d’emploi.

Il progetto ha un potenziale enorme, sottolinea l’associazione. Solo nella prima fase di espansione potranno essere salvate dalla distruzione ogni anno circa 300 tonnellate di frutta e verdura per un valore di 2 milioni di franchi, afferma il direttore Alex Stähli, citato nella nota.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
alimenti cibo distribuzione tavolino magico
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved