laRegione
Nuovo abbonamento
popolazione-in-ticino-aumentano-soltanto-i-divorzi
Prima la festa, poi il Pretore (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
5 ore

Racconti al telefono in piazza Governo a Bellinzona

La bibliocabina si trasforma. Alzando la cornetta si potranno ascoltare narrazioni registrate in diverse lingue
Locarnese
14 ore

Centovalli, un’immersione multisensoriale nel territorio

Concretizzata la realizzazione del sentiero energetico tra Rasa e Palagnedra, progetto nato dalla collaborazione tra Masterplan e OTLVM
Luganese
14 ore

Il tram-treno, l’aeroporto il ‘nodo’ di Cavezzolo

Aspettando lo studio commissionato dal Cantone, ulteriori riflessioni sul progetto e le sue conseguenza
Ticino
21 ore

Caso pp, il governo chiede di essere coinvolto

Procuratori bocciati dal Consiglio della magistratura, il Consiglio di Stato scrive al parlamento. E lunedì audizioni in commissione e risposte in Gran Consiglio
Ticino
23 ore

Permessi, interrogazione a Roma sulla politica di Gobbi

L'ha presentata il senatore dem Alessandro Alfieri. Il sindaco di Luino Pellicini: 'Una pulizia etnica amministrativa'
Ticino
23 ore

Tutti i radar della prossima settimana

Ecco l'elenco completo delle località in cui verranno svolti dei controlli della velocità mobili e semi-stazionari
Caslano
1 gior

È disturbato mentalmente l'anziano piromane

Secondo la perizia psichiatrica, c'è un rischio medio-alto di recidiva, senza cure adeguate
Bellinzonese
1 gior

‘Prima i nostri’ e dicastero uguaglianza: due no a Bellinzona

Il Consiglio comunale si appresta a respingere la mozione Lega/Udc e a ritenere irricevibile quella dell'Mps
Ticino
1 gior

Presidio antirazzista a Lugano

Movimenti e sindacati di sinistra manifesteranno contro la politica, ritenuta discriminatoria, del Dipartimento delle istituzioni in materia di permessi di soggiorno
Gallery
Mendrisiotto
1 gior

A Stabio si festeggia il Pedibus

Il Comune è stato il 'cuore' della Giornata internazionale a scuola a piedi. Per Ata in Ticino è stato un 'grande successo'
Ticino
1 gior

Regio Insubrica, la presidenza tocca al Piemonte

L'assessore Matteo Marnati subentra al lombardo Massimo Sertori. Passaggio di consegne questa mattina ad Arona
Ticino
27.06.2019 - 12:050

Popolazione, in Ticino aumentano soltanto i divorzi

I dati 2018 dell'Ustat sul movimento naturale nel nostro Cantone rilevano il saldo più basso mai registrato negli ultimi 100 anni tra nascite e decessi (-596 persone)

Il saldo naturale tra nascite e decessi raggiunge in Ticino il valore più basso mai registrato negli ultimi 100 anni, cioè -596 persone. I dati del movimento naturale 2018 rilevati dall'Ufficio cantonale di statistica (Ustat) confermano e accentuano le tendenze in atto da alcuni anni: meno nascite, decessi e matrimoni e più divorzi. Inoltre vi è un aumento dell’età media al matrimonio e alla nascita del primo figlio.

Nascite ancora in calo

Le nascite registrate in Ticino nel 2018 sono 2.556, in calo di -218 casi rispetto al 2017. Il dato pubblicato oggi rafforza la diminuzione del numero di nascite già evidenziata a partire dal 2016 e porta il bilancio degli ultimi tre anni a un totale di -401 nascite (nel 2015 se ne contavano 2.957). "Il valore del 2018 è simile a quello osservato a metà degli anni 80" indica il rapporto dell'Ustat. Allora però la popolazione contava circa 280 mila abitanti e non i 350 mila di oggi. Rapportati alla popolazione di riferimento, gli svizzeri presentano un tasso di natalità inferiore rispetto a quello degli stranieri (6,9p nascite rispettivamente 8,0p nascite ogni mille persone). E diversamente da quanto avviene in Ticino, il numero di nascite in Svizzera segna un leggero aumento pari allo +0,5%.

Sette anni di saldo naturale negativo

Anche se i 3.152 decessi del 2018 sono meno numerosi di quelli osservati l’anno precedente (2017: 3.230, -78 casi), il loro numero è comunque superiore a quello delle nascite. Di conseguenza, il saldo naturale, risultante dalla differenza tra nascite e decessi, è di -596 persone, un valore notevolmente basso e che rappresenta il minimo mai registrato negli ultimi 100 anni. Sono gli svizzeri ad avere il saldo naturale più negativo, -756 persone, mentre gli stranieri riescono a mantenere il proprio saldo naturale nelle cifre nere, +160 persone. Anche in questo caso la situazione ticinese è differente da quella nazionale: in Svizzera, infatti, il numero di nascite è superiore a quello dei decessi, per cui il saldo naturale è positivo.

A crescere sono i divorzi

I divorzi registrati nel 2018 sono 680, un 5% in più rispetto a quanto rilevato l’anno precedente. È la prima volta dal 2011 che la statistica registra un aumento, seppur contenuto, delle sentenze di divorzio. Le decisioni di divorzio del 2018 sono state dichiarate in media dopo 16,4 anni di matrimonio. Nel dettaglio, il 9,4% dei divorzi vede terminarsi matrimoni celebrati da meno di cinque anni, mentre il 50,7% concerne matrimoni di lunga data, cioè celebrati da più di quindici anni. Nel corso degli anni, la quota di quest’ultima tipologia di divorzi mostra una forte crescita (+25,7 punti percentuali dal 1969), e questo a scapito delle tipologie restanti, che vedono il proprio peso proporzionale stabilizzarsi o diminuire.

Sempre più bambini nati fuori dal matrimonio

Nel 2018 si conferma anche la crescita di nascite che avvengono fuori dall’unione matrimoniale. Infatti, su 2.556 nascite, più di un quarto vede la madre non sposata (702 casi, il 27,5%). Quando nel 1969 sono iniziati i rilevamenti di questi dati, le nascite da madre nubile erano solamente il 3,6%. Fin verso il 1998 questa quota è cresciuta relativamente poco (+4,2 punti percentuali in 29 anni), mentre in seguito ha segnato un incremento molto più marcato (+18,9 punti percentuali in 19 anni, in media un punto percentuale all’anno). La maggior parte delle nascite avviene comunque ancora in seno a coppie sposate (il 68,3%), il restante 4,3% da madri divorziate o vedove. I riconoscimenti di paternità per le coppie non sposate, 788 nel 2018, avvengono nella misura del 59,0% prima della nascita del bambino. L’aumento dei riconoscimenti da parte dei padri osservato negli ultimi anni (+469 casi dal 1999) rispecchia l’evoluzione delle nascite da coppie non sposate.

© Regiopress, All rights reserved