ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
7 ore

‘Dovete osare, la possibilità di fare bene è concreta’

Le elezioni cantonali e il Congresso del Centro, il presidente Dadò sprona candidati e candidate a scendere in campo. Ovvero, a fare campagna
Ticino
10 ore

‘Approfondiremo il tema, ma così su due piedi sono scettico’

Speziali dice la sua sulla congiunzione delle liste con l’Udc per le ‘federali’. Per il presidente Plr: ‘Differenze piuttosto evidenti tra i due partiti’
Bellinzonese
13 ore

‘Fin lì era filato tutto liscio, poi la bottigliata in testa’

Per il sindaco di Cadenazzo Marco Bertoli, il battibecco di Carnevale sarebbe nato da una sigaretta accesa all’interno del capannone
Bellinzonese
17 ore

Coriandoli ma non solo: a Cadenazzo volano pure pugni e calci

Prima serata di bagordi carnascialeschi segnata da una persona ferita al capannone. Il presidente: ‘Episodio fortunatamente isolato e circosrcritto’
Locarnese
22 ore

Brissago, il bando di pesca finisce imbrigliato nelle reti

Il Tribunale amministrativo concede l’effetto sospensivo al ricorso di un professionista che contesta l’ampliamento dell’area inizialmente concordata
Luganese
1 gior

‘Spetta agli organizzatori gestire i propri rifiuti’

Il Municipio risponde a un’interrogazione in cui si questionava sull’impatto ambientale delle manifestazioni pubbliche
Luganese
1 gior

Lac, bilancio condizionato dalla pandemia del Covid

L’ente culturale fa segnare un leggero utile d’esercizio, i conti in Consiglio comunale
Bellinzonese
1 gior

Bodio: riprendono i mercatini benefici dell’Associazione Alessia

A partire da mercoledì 1 febbraio nello stabile ex Monteforno
Ticino
1 gior

Città dei mestieri, ‘un punto centrale, ora bisogna irradiarsi’

Presentato il bilancio del terzo anno: in continua crescita gli utenti alla ricerca di informazioni su formazione professionale e mondo del lavoro
Mendrisiotto
1 gior

Truffe per almeno due milioni di franchi: venti mesi sospesi

Condannato alle Assise correzionali di Mendrisio un 67enne per fatti avvenuti tra il 2012 e il 2014. Danneggiate oltre 19 persone.
Bellinzonese
1 gior

Porte aperte alle Scuole Santa Maria di Bellinzona

Giovedì 9 febbraio possibilità di assistere alle lezioni e incontrare i docenti di scuole elementari e medie
Luganese
1 gior

Gli orologi... del crimine, confiscati e messi all’asta

Rolex, Cartier, e una quantità di monili a un incanto giudiziario a Rivera
Ticino
1 gior

Ufficio anziani e cure a domicilio, nominato Daniele Stival

Prende il posto di Francesco Branca, in pensione dopo una lunga carriera. La nomina è stata decisa nella riunione di mercoledì dal Consiglio di Stato
Ticino
1 gior

Aumento delle stime fiscalmente neutro, oltre 17mila le firme

I promotori dell’iniziativa popolare costituzionale hanno depositato oggi in Cancelleria le sottoscrizioni
Ticino
1 gior

‘La polizia farà la sua parte per ridurre la spesa pubblica’

Lo ha detto Norman Gobbi durante l’annuale Rapporto di Corpo della Cantonale. ‘Positivo il bilancio del 2022 e la capacità di adattamento’
Ticino
1 gior

‘Bandir gennaio’ non bandisce anche i radar

Come ogni venerdì, ecco la lista delle località nelle quali verranno effettuati controlli elettronici della velocità dal 30 gennaio al 5 febbraio
Mendrisiotto
1 gior

Alla scoperta dello scomparso oceano ticinese

Un viaggio artistico in esposizione allo Spazio Arte dello Swiss Logistics Center di Chiasso, alla scoperta dell’oceano preistorico Tetide
Bellinzonese
1 gior

Un rave party techno e tekno farà ballare l’Espocentro

‘Ambiente sicuro e controllato’ spiegano i giovani organizzatori che per l’evento del 4 febbraio hanno coinvolto anche Danno.ch
Grigioni
1 gior

Tra Soazza e Mesocco risanamento A13 da 35 milioni

Cantiere al via il 30 gennaio per la durata di tre anni. Si comincia con la corsia sud-nord
Locarnese
1 gior

A Minusio una chiacchierata con Leo Critelli

Appuntamento alla Villa San Quirico: organizza l’Associazione Quartiere Rivapiana
Bellinzonese
1 gior

‘Il sogno di un uomo ridicolo’ all’oratorio di Bellinzona

Dedicato agli adolescenti, studenti e apprendisti lo spettacolo di Emanuele Santoro proposto da Minimusica nell’ambito della rassegna MaxiTeatro
Ticino
1 gior

Aiti: senza garanzie, meglio lo stop al telelavoro da febbraio

L’associazione industriali ticinesi ritiene ‘ragionevole’ la sospensione senza un nuovo accordo che regoli la fiscalità dei frontalieri in telelavoro
laR
 
27.12.2022 - 10:29
Aggiornamento: 29.12.2022 - 15:19

Il Quartiere intergenerazionale si anima di attività

La casa degli anziani Parco San Rocco è stata aperta il 10 ottobre e ospita attualmente 46 residenti. Il terzo piano sarà operativo a inizio marzo 2023

il-quartiere-intergenerazionale-si-anima-di-attivita
Ti-Press/Pablo Gianinazzi
L’atmosfera natalizia all’interno della casa anziani
+9

Non camere ma abitazioni. Perché i 46 residenti che dallo scorso 10 ottobre vivono nella casa degli anziani di Coldrerio possono continuare a sentirsi cittadini e mantenere le loro relazioni sociali. Quello appena trascorso è stato il primo Natale al Parco San Rocco di Coldrerio. Con l’apertura della struttura e l’assegnazione dei primi appartamenti a misura d’anziano edificati dalla Fondazione Croci – a cui va ad aggiungersi il centro polivalente – il centro polivalente – il nuovo quartiere intergenerazionale al centro del paese è operativo a tutti gli effetti: oltre agli edifici è pronta e utilizzabile anche la nuova piazza con area verde che ha ospitato il mercatino di Natale. Il nuovo quartiere «è stato accolto bene – conferma il sindaco Alain Bianchi –. Il centro è stato ridisegnato dal punto di vista architettonico-edificatorio, ma soprattutto sociale, culturale e di relazioni umane. C’è molto movimento e stanno nascendo molte attività». Il Municipio di Coldrerio ha informato le società del Comune su regolamento e condizioni di affitto delle sale. «I nuovi spazi sono a disposizione anche per loro – spiega il sindaco –. Un valore aggiunto anche per enti e società del paese che usufruiscono di altri spazi e che possono ora venire nel centro del paese». Con l’arrivo del nuovo quartiere, «Coldrerio, con la sua centralità e i suoi servizi, è sempre più attrattivo per tutte le fasce della popolazione: la casa anziani era l’ultima grande opera che ci mancava».

Occupati finora 46 posti letto

Coldrerio mette a disposizione 79 posti letto. «Da subito abbiamo registrato una forte richiesta – commenta il direttore del Parco San Rocco John Gaffuri –. Nella prima settimana le ammissioni sono state 35 e, a oggi, abitano da noi 46 residenti, seguiti da 75 operatori (che diventeranno 120 quando la struttura sarà completa). Abbiamo cittadini di Coldrerio che da anni aspettavano la costruzione della casa anziani, residenti di Coldrerio che abitavano in altre strutture che hanno scelto di tornare nel loro Comune e anche anziani che hanno scelto di trasferirsi nella nostra casa». Attualmente sono operativi il primo piano, che ospita il nucleo Alzheimer e demenze e una piccola comunità di 8 posti letto per anziani relativamente autonomi, e il secondo piano, con un reparto di 29 posti letto. «Molto probabilmente apriremo il terzo piano all’inizio di marzo», aggiunge Gaffuri. In quel momento la rete Parco San Rocco avrà due strutture che lavorano a pieno regime. Per completare il progetto iniziale mancherà la casa anziani di Vacallo. «Ci crediamo ancora perché è un tassello fondamentale per completare la nostra rete – sottolinea Gaffuri –. Così come strutturato, il progetto è molto innovativo proprio nell’ottica di promuovere il legame intergenerazionale, fare comunità e creare il numero di posti letto nella regione previsto dalla pianificazione».

Una casa al centro del paese

Le scelte della Fondazione San Rocco sono chiare e, dopo essere state introdotte a Morbio Inferiore, sono riproposte a Coldrerio. «La casa deve essere al centro del paese – spiega ancora Gaffuri –. Con l’autorità comunale abbiamo creato un quartiere intergenerazionale dove la casa degli anziani è il cuore pulsante e ospita una serie di attività a beneficio degli abitanti, ma nel contempo anche della comunità di Coldrerio». Gli investimenti condivisi con il Comune sono una sala polivalente modulabile (dove, per esempio, si è riunito il Consiglio comunale e si è svolta la tombola dei Belegott), il servizio pasti per la scuola dell’infanzia e le camere mortuarie. Al pianterreno si trovano anche una panetteria-pasticceria, il bar con il ristorante e una gelateria. «Con il Comune – aggiunge il direttore – ci siamo attivati per avere a breve termine l’autorizzazione a locale ristorazione, che permetterà di poter venire a pranzare in casa anziani, incontrando così le persone di Coldrerio e incrementando vita e relazioni sociali dei nostri residenti».

Studiata su tre livelli

Come spiegare il fatto che alcune persone abbiano scelto di trasferirsi in casa anziani? «Ci sono fattori plurimi – risponde ancora Gaffuri –. Le persone non sono malate ma non più autosufficienti ed è responsabilità della casa anziani, oltre all’assistenza, offrire il mantenimento delle relazioni sociali». La struttura di Coldrerio si presenta inoltre «al passo coi tempi» ed è stata studiata su «tre livelli»: camere con spazio decoroso, spazi comuni ai piani e uno spazio di socializzazione al pianterreno, il salone, «dove c’è permeabilità con la comunità». Ultimo, ma non per importanza, «è fondamentale creare una cultura dell’accoglienza, dell’inclusività, che fa della diversità un punto di forza: l’anziano, il giovane e la generazione di mezzo hanno bisogni diversi ma questo vuole essere un luogo che valorizza quelli di ognuno». Le attività che sono state organizzate in questi primi mesi con le varie associazioni del Comune, vanno proprio in questa direzione.

Cambia il ruolo del volontario

Le varie attività, conferma il responsabile riabilitazione Matteo Orefice, «vogliono creare contesti e occasioni affinché nelle relazioni ci possa essere un valore aggiunto per i nostri residenti e per le persone che frequentano la casa. Un obiettivo forse ambizioso, ma è il modo che permette agli specialisti dell’animazione di dare vita al piano terra costruito in poli-divisione con il Comune». Il centro diurno anziani, il preasilo, lo Scoiattolo e un suonatore di piva che ha ricreato il classico ambiente natalizio sono solo alcune delle animazioni che hanno coinvolto i residenti. «Sono già germogliate diverse iniziative e abbiamo accolto diverse persone che hanno chiesto di poter fare volontariato. Il volontariato che sta nascendo oggi, e che fa la differenza, va in una logica di relazione simmetrica con persone che mettono a disposizione le loro competenze e l’esserci per l’altro». La trasformazione di questa figura «è molto importante – conclude Orefice – perché ci permetterà di ampliare ulteriormente l’offerta, dando così la possibilità a chi vive in questa casa di scegliere se partecipare a uno o l’altro tipo di attività e non trovarsi costretto a vivere quello che l’istituzione vuole che viva, sia in termini di esperienza che relazionali».

L’inaugurazione in primavera

L’inaugurazione del Quartiere è slittata alla prossima primavera. «I commenti sono positivi – spiega Tatiana Solcà Audrino, capodicastero Socialità di Coldrerio –. Abbiamo cercato di dare ordine con l’apertura dell’autosilo, nuove strutture moderne e più facilmente accessibili e nuovi servizi come biblioteca, ludoteca e offerte pre e post scolastiche gestite dalle Famiglie diurne. Siamo fiduciosi che il quartiere e la sua piazza diventino un punto d’incontro, essendo uno spazio accessoriato e facilmente utilizzabile, ampio e senza traffico». Già oggi aperti alla comunità, i servizi legati alla salute (fisioterapia, ergoterapia e podologia) dalla primavera saranno erogati anche a domicilio alle comunità di Coldrerio e Morbio Inferiore con l’obiettivo di «costruire percorsi integrati socio-assistenziali ed essere un punto di riferimento per i familiari – conclude John Gaffuri –. Iniziamo a farci conoscere e a incentivare a frequentare i nostri spazi».

Leggi anche:

Parco San Rocco Coldrerio, taglio del nastro a fine autunno

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved