valle-di-muggio-spazio-pubblico-benessere-degli-anziani
Ti-Press
Gli studenti di Summer School all’opera
ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
22 min

Nara, torna la gita enogastronomica ‘Ul gir di alp’

È ancora possibile iscriversi per la passeggiata di undici chilometri con sette tappe che si terrà domenica 14 agosto
Locarnese
54 min

‘Castello incantato’, dalle rive lacustri alla montagna

La rassegna dedicata al teatro di burattini e marionette farà tappa nel Gambarogno e a Cardada nei prossimi giorni
Locarnese
1 ora

Moghegno, lunedì la festa patronale

Oltre alla funzione religiosa, vi sarà un pranzo in comune all’ombra dei faggi; nel pomeriggio lotteria e musica
Bellinzonese
1 ora

‘Più zone naturali per combattere le isole di calore’

È la richiesta dei Verdi in un’interpellanza rivolta al Municipio di Bellinzona, che riprende a sua volta una proposta della Lista civica di Mendrisio
Mendrisiotto
2 ore

Mendrisio, quell’edificio merita di essere tutelato

Interrogazione chiede lumi al Municipio sul lavoro della commissione preposta ad allestire la lista dei beni culturali di interesse locale
Bellinzonese
3 ore

Il cinema di Pieraccioni sotto le stelle di Dalpe

Giovedì 11 agosto alle 21.15 nei prati allo skilift Bedrina verrà proiettato il nuovo film del regista italiano. Entrata libera
Mendrisiotto
4 ore

Chiasso, torna in settembre Penz...iamo

Alla tradizionale corsa podistica di 10 chilometri, si aggiunge un percorso di due miglia per chi vuole divertirsi senza l’assillo della competizione
Locarnese
4 ore

Abusi edilizi, Municipio di Losone bacchettato dagli Enti locali

Vanno contro le disposizioni pianificatorie cantonali alcune licenze legate alla sopraelevazione d’immobili rilasciate. Parte l’interrogazione
Bellinzonese
5 ore

Alla scoperta della villa di Mèdra tra natura e cultura

L’omonima associazione domenica 21 agosto organizza una visita guidata per conoscere la storia e gli aspetti naturalistici del territorio
Bellinzonese
5 ore

Carì, serata jazz a 2’000 metri

Sabato 13 agosto a partire dalle 17 il clarinettista Marco Santilli si esibirà in un trio ad hoc sulla terrazza dell’osteria Belvedere
Luganese
6 ore

Approvvigionamento energetico, Ail stoccano gas in Italia

Il Ticino è dipendente dalla disponibilità del Paese limitrofo, unica rete alla quale è collegato, a continuare a lasciar transitare gas verso la Svizzera
30.06.2022 - 20:27

Valle di Muggio: spazio pubblico, benessere degli anziani

Summer School, studenti e architetti all’opera: un passo in più a favore dell’interazione degli abitanti di Campora, Casima, Muggio, Cabbio e Bruzella.

Revealing encounters o incontri rivelatori. È questo il nome del progetto di studio volto a valutare il potenziale dello spazio pubblico come elemento in grado di favorire l’interazione e lo scambio sociale tra gli abitanti della valle di Muggio e, in particolar modo, dei villaggi di Campora, Casima, Muggio, Cabbio e Bruzella. Alla settimana di studio, o Summer School, hanno partecipato studenti provenienti dal Politecnico di Zurigo, dall’accademia Mendrisio, da Barcellona, da Harvard e da Anversa. Lo studio, nato sullo slancio del progetto pilota di Monte – sarà inaugurato a ottobre e volto alla rivisitazione in chiave architettonico-urbanistica del paese per migliorare la qualità di vita degli anziani che vivono in periferia o in luoghi discosti – è stato organizzato dagli architetti Rina Rolli e Tiziano Schürch dello studio di architettura studioser di Zurigo. Una settimana di ricerca dedicata all’approfondimento delle problematiche come la solitudine e l’invecchiamento demografico nelle realtà periferiche. L’obiettivo? Studiare il potenziale dello spazio pubblico, in particolar modo i nuclei storici, come elemento in grado di favorire l’interazione e lo scambio sociale tra gli abitanti della valle.

Uno studio, più fasi

I sedici studenti, provenienti da diverse latitudini, «si sono occupati, nella fase preliminare, dell’analisi e osservazione degli spazi – ha spiegato Tiziano Schürch –. Prima di intervenire occorre infatti studiare, capire come le persone vivono questi luoghi. Abbiamo insistito affinché gli studenti conoscessero la storia e le abitudini della popolazione del luogo, per far si che gli interventi fossero il più pertinenti possibile, non solo dal punto di vista formale. Ciascuno dei cinque villaggi è stato analizzato da un gruppo di tre studenti».

«A partire dall’osservazione del contesto i ragazzi hanno scelto il luogo in cui intervenire per favorire una situazione di incontro, e successivamente ogni gruppo ha sviluppato un intervento. Si tratta di opere provvisorie che vogliono attivare una situazione che presenta già del potenziale, e che, attraverso piccole aggiunte, vuole favorire l’interazione. Ogni intervento partendo dalle specificità del luogo fornisce l’interpretazione di un tema. Un gruppo si è dedicato per esempio all’ombra, creando in una piazza a Bruzella un lungo tubulare con dei tavolini a diverse altezze dove verrà installato un ombrellone. Due gruppi hanno posto invece delle panchine, ma in maniera innovativa perché ogni panchina è stata studiata per adattarsi alle specificità del luogo. Un altro gruppo, ha sviluppato a Casima un piccolo tavolino a muro per gli anziani che uscendo al pomeriggio hanno bisogno di appoggiarsi e sostare per osservare il panorama. Si tratta di piccoli gesti che non risolvono sicuramente i problemi della solitudine ma che contribuiscono a rendere visibili certe tematiche dal punto di vista architettonico». «I comuni interessati – ha aggiunto Rina Rolli – hanno avvisato gli abitanti e c’è stata la richiesta di collaborazione da parte della popolazione che è stata accolta con interesse. Gli anziani hanno spiegato gli spazi che vengono in piccola parte trasformati e hanno raccontato come vivono oggi questi luoghi».

La Summer School è un laboratorio a cielo aperto in cui gli studenti, con l’aiuto di un’impresa locale e di un fabbro, realizzano gli interventi in giro per i cinque villaggi e che rimarranno fino alla fine dell’estate. «Ci teniamo che il tema tocchi direttamente gli abitanti e che diventi concreto e tangibile», ha concluso Tiziano Schürch, in attesa dell’ultima fase di montaggio prevista per domani.

Leggi anche:

Monte, modello intergenerazionale premiato a livello nazionale

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
anziani spazio pubblico summer school
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved