fermate-dei-treni-e-corsia-tir-il-mendrisiotto-esiste-ancora
archivio Ti-Press
Domande al Consiglio di Stato
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
2 ore

Violento temporale nel Luganese causa smottamenti e allagamenti

I pompieri sono stati sollecitati più volte. Colpito in modo particolare il Malcantone
Ticino
4 ore

Premi cassa malati +10%, Dss: ‘Nel campo delle speculazioni’

La cifra dell’aumento indicata da uno studio di Accenture è ancora solo un’ipotesi, secondo Paolo Bianchi: ‘Indicazioni precise arriveranno prossimamente’
Luganese
4 ore

Tentato assassinio ad Agno: 49enne ha sparato a un 22enne

In pericolo di vita il giovane. È accaduto stamane in via Aeroporto. Arrestato l’autore. Gli inquirenti indagano sul movente.
Luganese
6 ore

Alla Biblioteca di Lugano, letteratura e colazione offerta

Domani doppio incontro sul tema del viaggio. Matinée sulla cronaca locale di prossimità
Luganese
7 ore

StraLugano, seconda edizione per il trofeo dedicato a Borradori

La 10 chilometri CityRun in programma il 10 settembre aggiudicherà il titolo speciale in memoria del sindaco scomparso un anno fa
Locarnese
7 ore

Muralto, prosegue la rassegna Jazz al lago

Giovedì 11 agosto alla Palma au Lac si esibisce il ‘Cool guitar trio’; musica dalle 19 alle 22
Bellinzonese
7 ore

PerBacco! è già tempo di Festa della vendemmia a Bellinzona

La manifestazione invaderà il centro storico cittadino dal 1° al 4 settembre
gallery
Bellinzonese
8 ore

L’alpe Arami di Gorduno diventa ‘un patrimonio di tutti’

Inaugurato l’importante lavoro di recupero e ristrutturazione della baita con ristorazione, dotata di dormitorio, e dei pascoli
06.06.2022 - 14:43
Aggiornamento: 16:19

Fermate dei treni e corsia Tir: ‘Il Mendrisiotto esiste ancora?’

A chiederlo, con un’interrogazione al Governo, sono i deputati del Ppd Luca Pagani, Giorgio Fonio e Maurizio Agustoni

Una situazione "paradossale e incomprensibile" che "richiede un intervento immediato da parte del Consiglio di Stato affinché il Mendrisiotto possa tornare al più presto a essere inserito nella rete di collegamenti IC tra le città svizzere". A presentare la richiesta, con un’interrogazione intitolata ‘Ma il Mendrisiotto per il Cantone esiste ancora?’, sono i deputati Luca Pagani, Giorgio Fonio e Maurizio Agustoni (Ppd) dopo che la scorsa settimana, nell’ambito dell’approvazione del Consiglio nazionale di una mozione di Marco Romano, il Consiglio federale ha spiegato che "la decisione di non prevedere più fermate per i treni IC nel Mendrisiotto, attuata con l’entrata in servizio della transizione dinamica a Chiasso, risale a un accordo del 2009 tra il Cantone e le Ffs". In una risposta del 2017 citata nell’interrogazione appena presentata, il Governo cantonale aveva spiegato a Pagani, Fonio e Agustoni che "per gli orizzonti futuri, la pianificazione in corso da parte di Ffs con l’Ufficio federale dei trasporti ha individuato la difficoltà di svolgere il capolinea a Lugano a causa della limitata disponibilità infrastrutturale. Il Dipartimento del territorio ha quindi chiesto di valutare lo spostamento del capolinea a Mendrisio o Chiasso". In passato i tre deputati momò avevano "definito la mancanza di una fermata nel Mendrisiotto come del tutto inaccettabile e discriminatoria. Ma dal Cantone, al di là delle rassicurazioni, non è giunto alcun segnale concreto". Situazione che porta i firmatari ad affermare che si tratta di "un disinteresse per il Mendrisiotto che fa il paio con l’assordante silenzio del Cantone sulla problematica della prevista realizzazione di una nuova corsia Tir, già oggetto della raccolta di migliaia di firme e al limite di un’insurrezione popolare".

Al Consiglio di Stato viene chiesto "cosa ha intrapreso dal 2008 a oggi per fare in modo che i treni internazionali continuassero a fermarsi nel Mendrisiotto", se è vero che il Cantone "non ha presentato domanda di integrazione del Distretto nella rete dei trasporti a lunga distanza" e se è "finalmente intenzionato a intervenire con atti concreti". Riguardo alla corsia Tir, i deputati vogliono sapere cosa ha fatto il Cantone "per evitare che sulla tratta autostradale tra Coldrerio e Balerna si formassero delle colonne di Tir in attesa di sdoganamento" e come intende intervenire "a sostegno del Mendrisiotto già martoriato dal traffico e dall’inquinamento per evitare il consolidamento di un ulteriore parcheggio a cielo aperto di Tir, come previsto dalla procedura federale".

Leggi anche:

Intercity nel Mendrisiotto: il Consiglio nazionale dice ‘sì’

Corsia per i Tir, il Basso Mendrisiotto studia la strategia

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved