ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
7 min

Monteceneri ha 122 abitanti in più

Nel comune continua a esserci una maggioranza di uomini. Le nascite sono state superiori ai decessi
Bosco Gurin
23 min

Metrò alpino, ‘un’apertura per tutta la Valle’

L’Associazione dei Comuni valmaggesi (Ascovam) scrive al direttore del Dipartimento del territorio per perorare la causa del collegamento con la Formazza
GALLERY
Luganese
1 ora

Valorizzazione e conservazione alla torbiera di Gola di Lago

Gli interventi dell’Ufficio della natura e del paesaggio avevano l’obiettivo di conservare la qualità ecologica del biotopo
Ticino
2 ore

In discoteca a 16 anni, più flessibilità su orari e capacità

Al via la consultazione sulla proposta di revisione totale della Legge su esercizi alberghieri e ristorazione. Stop all’obbligo di presenza per il gerente
Mendrisiotto
2 ore

‘Il benessere alimentare’, se ne parla a Chiasso

Nell’incontro promosso da Acd a Villa Olimpia si affronteranno vari temi legati all’alimentazione
Luganese
3 ore

Massagno festeggia con i tifosi la sua prima Coppa della Lega

Al termine della partita contro il Monthey, domenica 5 febbraio ci sarà una maccheronata conviviale. Prima della contesa iniziale parola alle autorità
Ticino
3 ore

In Ticino la Legge sul salario minimo è rispettata al 97%

Solo il 2,9% delle aziende controllate, in tutto 122 su oltre 4’000, ha commesso infrazioni, in buona parte per errori di calcolo o di valutazione
Mendrisiotto
4 ore

Il ‘Giardino di Albert’ trova casa a Vacallo

Il progetto dello studio Montemurro Aguiar Architetti si è aggiudicato concorso di progettazione per la riqualifica del comparto ex scuola ed ex asilo
Locarnese
4 ore

Riazzino, la metafisica dopo Kant

Prosegue il ciclo di conferenze che “Orizzonti filosofici” dedica quest’anno alle filosofie dell’Illuminismo
Locarnese
5 ore

Locarno, lo spettacolo ‘Carnage’ annullato

Previsto sabato sera al Teatro Paravento non potrà essere portato in scena a causa di forza maggiore
Mendrisiotto
6 ore

Una radio di quartiere per dar voce ai ragazzi

Il progetto del Centro giovani di Chiasso cercherà di far avvicinare le nuove generazioni al mondo della comunicazione radiofonica
15.04.2022 - 11:32
Aggiornamento: 14:43

Mendrisio: il governo interviene a tutela di Valera

Il Gran Consiglio tarda a votare il Piano di utilizzazione. E il Consiglio di Stato istituisce una zona di pianificazione

mendrisio-il-governo-interviene-a-tutela-di-valera
Ti-Press
In ritardo sul Puc

Blocco edilizio su Valera, il tempo è scaduto. Due anni non sono bastati, infatti, al Gran Consiglio per apporre il suo sigillo al Puc, il Piano di utilizzazione cantonale, tratteggiato sul comparto e sul tavolo dal marzo del 2020. Un ritardo istituzionale che rischia di aprire un varco a progetti non in linea con la pianificazione che il governo cantonale ha codificato per questa area nel ‘cuore’ del Mendrisiotto, sul territorio di Mendrisio. Così, di recente, il Consiglio di Stato ha dovuto metterci la proverbiale pezza a salvaguardia dei contenuti del Puc e del futuro dei circa 190mila metri quadrati che si estendono tra Rancate, Genestrerio e Ligornetto. Di recente l’autorità cantonale ha, infatti, deciso di istituire, di nuovo, una zona di pianificazione all’interno del perimetro del comparto. Uno strumento pianificatorio che per i prossimi tre anni – con possibilità di essere prorogato – congelerà la situazione. Il dossier con la scheda descrittiva e il piano sarà in pubblicazione sino al prossimo 23 maggio.

Ammessa solo la manutenzione

L’obiettivo del Cantone è chiaro e dichiarato: "Nella zona di pianificazione – si legge nel dispositivo – è vietato ogni intervento che possa rendere più ardua la pianificazione dell’utilizzazione futura (art. 61 Lst)". Il veto cala sulla "trasformazione, il cambiamento di destinazione e l’ampliamento degli edifici esistenti". Ma soprattutto, "non sono ammesse nuove edificazioni". Come si evince ancora dalla scheda saranno attuabili solo le opere di manutenzione, sottoposte all’approvazione del Municipio locale e al preavviso cantonale. Certo il percorso non sarà lineare: la risoluzione potrà infatti essere impugnata davanti al Tribunale cantonale amministrativo (Tram) e l’eventuale ricorso non avrà effetto sospensivo.E c’è già chi si prepara a una nuova battaglia giuridica. La strategia cantonale cozza, in effetti, con le aspettative dei due maggiori proprietari dell’area, che sin qui si sono appellati a tutti i rimedi a disposizione per contestare destinazione e indennizzi finanziari.

A difesa del Puc

Il governo, in ogni caso, appare determinato a difendere il Puc. Quindi ora come ora, come si ribadisce nella scheda in pubblicazione, ci si prefigge di "evitare che prima dell’entrata in vigore del Puc siano prese misure che possano in qualche modo intralciare o compromettere la realizzazione degli obiettivi citati", di conseguenza "occorre adottare provvedimenti di salvaguardia adeguati alla circostanza". Da fronteggiare, insomma, ci sono le domande di costruzione disarmoniche per rapporto al Piano.

Sullo sfondo vi è, d’altro canto, la volontà di "ricostituire l’originaria vocazione di quest’ampia superficie in un contesto come quello del Mendrisiotto". Passo che "rappresenta quindi una misura indispensabile e concreta atta a concretizzare il citato cambio di paradigma. Si tratta in particolare di una chiara risposta alle continue trasformazioni del territorio e alla sua crescente occupazione con costruzioni e infrastrutture, a scapito degli spazi liberi, ormai rari".

La questione finanziaria

In attesa del voto del parlamento, il Consiglio di Stato ha dovuto, però, fare i conti con scadenze e lungaggini. Soprattutto dopo aver appreso, l’11 marzo scorso, che "la speciale Commissione ambiente, territorio ed energia (Cate) ha deciso di ulteriormente approfondire le implicazioni di carattere finanziario derivanti dai vincoli introdotti con il progetto pianificatorio con l’attribuzione di un mandato a un esperto esterno". In buona sostanza, un perito dovrà pronunciarsi sul valore dei terreni, da sempre un nodo gordiano nel futuro di Valera. A quanto pare le sentenze pronunciate sin qui – inclusa quella dell’Alta Corte nel 2019 – non sono bastate a sgombrare il campo.

Leggi anche:

Svolta verde a Valera

Una zona di pianificazione cantonale per Valera

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved