Ambrì
5
Langnau
6
3. tempo
(2-1 : 0-5 : 3-0)
Lakers
6
Zurigo
5
3. tempo
(2-1 : 3-1 : 1-3)
Olten
5
Winterthur
0
fine
(0-0 : 2-0 : 3-0)
La Chaux de Fonds
7
Ticino Rockets
0
3. tempo
(1-0 : 5-0 : 1-0)
Kloten
6
GCK Lions
2
3. tempo
(2-0 : 2-1 : 2-1)
Visp
2
Zugo Academy
4
3. tempo
(1-2 : 1-0 : 0-2)
Turgovia
0
Sierre
3
3. tempo
(0-1 : 0-0 : 0-2)
informatica-alle-elementari-l-offerta-diventa-facoltativa
Archivio Ti-Press
I computer sono parte integrante della nostra quotidianità
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
41 min

L’audit e i poteri accresciuti di chi lo eseguirà

Caso ex funzionario del Dss, praticamente definita la bozza dell’articolato mandato
Luganese
4 ore

L‘Imam di Lugano è ’completamente riabilitato’

Paolo Bernasconi, legale di Radouan Jelassi, esprime soddisfazione per la sentenza del Tribunale amministrativo federale
Ticino
4 ore

Disagio giovanile, il Sisa (ri)sollecita lo Stato

Alves: occorre contrastare con misure urgenti e concrete il malessere psichico nella popolazione studentesca. Campagna del sindacato nelle scuole
Locarnese
4 ore

Locarno, ‘mi hanno picchiato di brutto, devo andare in ospedale’

Non è un episodio isolato, i pestaggi in Piazza Castello sono filmati e messi sui social da una banda. Accertamenti in corso e misure incisive da adottare
Luganese
5 ore

Lugano, condannato il complice del furto al Mary

Inflitti tre anni di reclusione, di cui sei mesi da espiare, a un 52enne italiano riconosciuto colpevole di truffa, furto e falsità in documenti
Bellinzonese
5 ore

220 milioni in più per le Officine Ffs a Castione

L‘investimento previsto cresce in maniera cospicua. Gli impieghi a tempo pieno passano da 300 a 360. ’Più lavoro grazie alle componenti tecniche’
Ticino
5 ore

Domani i primi fiocchi, ‘automobilisti siate prudenti’

Attese nevicate in pianura, la fase più intensa si verificherà nelle ore centrali della giornata
Bellinzonese
8 ore

Carì, gli impianti si confermano nelle cifre nere

La scorsa stagione invernale ha fatto segnare il record di primi passaggi, un risultato possibile probabilmente grazie all’annullamento dei carnevali
Ticino
9 ore

Mascherine, il Cantone sostiene l’obbligo nei luoghi affollati

Il Consiglio di Stato invita i Comuni a introdurre ‘una misura di prevenzione molto efficace in occasione degli eventi natalizi’
Bellinzonese
9 ore

Disagio nelle case anziani, colloqui con tutti i dipendenti

La Delegazione consortile ha affidato un audit esterno al Laboratorio di psicopatologia del lavoro dell’Organizzazione sociopsichiatrica cantonale
Bellinzonese
10 ore

Assemblea impianti Campo Blenio

Si terrà sabato 11 dicembre alle 18, al termine dei lavori è prevista una cena
Locarnese
10 ore

Il ragazzo pestato è tornato a casa

La madre chiede a chiunque abbia delle prove di farsi avanti
Bellinzonese
10 ore

Dopo un anno di pausa torna Gospel & Spirituals

Per la 31esima edizione sono previsti sei concerti con artisti di varia provenienza
Mendrisiotto
25.11.2021 - 08:240
Aggiornamento : 14:54

Informatica alle Elementari, ‘l’offerta diventa facoltativa’

A Mendrisio l’ora obbligatoria è stata sostituita con un corso doposcuola. Samuel Maffi: ‘Scelta economica e politica, aspettiamo direttive cantonali’

Quello del computer e della tecnologia è un mondo in continua espansione con il quale, per forza di cose, le future generazioni saranno costrette a cimentarsi. In rete non mancano però le insidie. Ecco perché il Municipio di Mendrisio propone un corso facoltativo di alfabetizzazione destinato ai bambini di 4a e 5a elementare che ha lo scopo di “trasferire ai bambini le conoscenze di base dell’uso del pc, degli strumenti di internet e di didattica a distanza. Consentendo loro di usare la tecnologia in sicurezza”. «In passato il corso rientrava direttamente nel programma scolastico, con un’ora alla settimana. Si era partiti dall’istituto Canavée per poi arrivare anche alle sedi dei quartieri, pianificando la spesa nel budget annuale», spiega a ‘laRegione’ il capodicastero istruzione e sicurezza pubblica Samuel Maffi. Una situazione mutata con l’inizio del nuovo anno scolastico. «Qualche mese fa abbiamo deciso di abolire quest’ora. La motivazione è legata ai costi, ma non solo. A livello di scuola elementare l’insegnamento dell’informatica non è disciplinato. A Mendrisio siamo stati in un certo senso degli apripista. La decisione è stata presa anche in attesa che il tema dell’informatica sia regolamentato a livello cantonale. In questo modo non ci sarebbero differenze tra i vari comuni e tutti gli alunni riceverebbero le stesse nozioni».

‘Richiesto dai genitori’

Una decisione, quella di togliere l’ora di informatica, che ha creato un certo malcontento tra i genitori. Diversi di loro si sono rivolti alle autorità cittadine chiedendo che venisse offerta un’alternativa. «Ci siamo quindi adoperati per proporre qualcosa. Questi corsi extra scolastici, che sono facoltativi, rappresentano un compromesso interessante che la Città si può permettere. Sono infatti totalmente gratuiti. Non è obbligatorio come in precedenza, ma permette alle famiglie che lo desiderano di tenersi aggiornati e soprattutto d’introdurre i figli in questo mondo che è un tema molto importante», afferma Maffi.

La pandemia ha infatti mostrato come i giovani, sempre più spesso, siano chiamati a utilizzare il computer anche per studiare e tenersi aggiornati. “I dispositivi elettronici sono parte integrante della nostra quotidianità e le nuove tecnologie ci permettono di essere connessi e raggiungibili in qualsiasi parte del mondo. Imparare a gestirli nella maniera corretta è un percorso graduale che si sviluppa passo dopo passo in compagnia dei genitori”, è uno degli argomenti che si possono leggere nel volantino diffuso dal Municipio. All’iniziativa ha contribuito in maniera importante anche il Comitato genitori.

Tra PowerPoint ed Excel

I corsi saranno differenti in base all’età dei partecipanti e prenderanno il via il prossimo 6 dicembre. Per chi frequenta la quarta elementare sarà spiegato come è fatto un computer (compresi la tastiera e il mouse), come si gestiscono i file e le icone sul desktop e quali sono le connessioni esterne. Per gli allievi più grandi, quelli di quinta, ci saranno invece mansioni un po’ più complesse. Si imparerà a creare una ricerca in Google e a presentarla con PowerPoint. I partecipanti entreranno anche in contatto con Excel (giocando con i numeri) e Word (redigendo un breve testo). «Gli appuntamenti si terranno il lunedì e il sabato in diversi quartieri della Città e a Canavée», precisa il capodicastero, «in base alle adesioni potremmo poi adeguare il programma».

Sul formulario d’iscrizione è chiesto d’indicare quale dispositivo viene abitualmente utilizzato, con quali scopi e se solitamente i genitori supervisionano i figli mentre utilizzano i dispositivi. All’offerta del doposcuola si aggiungono due appuntamenti durante il corso dell’anno scolastico. Il primo è destinato ai più piccoli e si terrà il 19 e 20 aprile. Si tratta di un ‘mini camp’ tecnologico. Sull’arco di due giorni gli iscritti avranno la possibilità di cimentarsi con assistenti vocali e giochi interattivi per il cellulare. Lo scopo è quello di avvicinare i bambini al pensiero informatico, sviluppando competenze trasversali come il ‘problem-solving’. Per i genitori è invece in programma giovedì 28 aprile nell’aula magna di Canavée una serata d’informazione e discussione. Si parlerà delle potenzialità e dei rischi della rete e dei social media per i bambini.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved