ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
1 ora

Case ‘Greenlife’, il Municipio nega la licenza edilizia

A Novazzano l‘esecutivo boccia il progetto del complesso abitativo in zona Torraccia. ’Non è in sintonia con il paesaggio’
Locarnese
5 ore

Delitto Emmenbrücke, il presunto colpevole resta in carcere

Richiesti altri tre mesi di carcerazione preventiva per l’uomo sospettato di aver assassinato la 29enne di Losone nel luglio 2021. C’è anche la perizia
Ticino
5 ore

‘Hanno distrutto la vita di mio padre 87enne. E la giustizia?’

Cede dei terreni a due figlie, ma per la terza ‘è un raggiro, non era in grado di capire’. Quando la fragilità della terza età è sfruttata dai famigliari
Mendrisiotto
13 ore

Tra l’Alabama e il Ticino

L’economista della Supsi Spartaco Greppi commenta la strategia economica prospettata da Ticino Manufacturing dopo l’adesione al salario minimo
Ticino
13 ore

Ancora alcuni posti liberi per la giornata sul servizio pubblico

Giovani a confronto. La manifestazione si svolgerà a Bellinzona l’8 ottobre
Ticino
14 ore

Jaquinta Defilippi e Quattropani dichiarano fedeltà alle leggi

Dopo la loro elezione a magistrati da parte del Gran Consiglio. Lei procuratrice pubblica, lui pretore di Leventina
Luganese
14 ore

‘Per il Decs è permesso fare propaganda politica nelle scuole?’

In un’interrogazione Robbiani e Guscio (Lega) contestano una lettera recapitata alle famiglie nella quale si invita a manifestare al taglio alle pensioni
Luganese
14 ore

Castagnola, credito di 3,5 milioni per via Cortivo

Il progetto intende sostituire le canalizzazioni comunali come pure realizzare un posteggio per cicli e motocicli
Ticino
15 ore

Un ottobre da... radar

Tutti i punti osservati speciali dalla Polizia cantonale della settimana fra il 3 e il 9 ottobre: occhio alla velocità
Bellinzonese
15 ore

Camorino, servono 2,5 milioni in più per il Centro polivalente

Il Consiglio di Stato chiede un credito suppletorio ai già stanziati 11 milioni: ‘Necessario aumentare le superfici degli alloggi’ per richiedenti l’asilo
Luganese
15 ore

Lugano, disavanzo di 5,3 milioni nel Preventivo 2023

Dato positivo, ma da relativizzare, spiega Foletti, considerando il nuovo sistema di calcolo. Moltiplicatore d’imposta: si propone di lasciarlo al 77%
21.10.2021 - 08:54
Aggiornamento: 14:24

Ligornetto: ‘La chiusura del nucleo? Una forma di difesa’

Samuel Maffi, capodicastero Sicurezza pubblica della Città, spiega perché si è agito prima del parere del Tribunale federale

ligornetto-la-chiusura-del-nucleo-una-forma-di-difesa
Ti-Press
Si riapre, di nuovo

È durata tre giorni, quasi lo spazio di un mattino, la chiusura a fasce orarie al traffico pendolare del nucleo di Ligornetto. Finché il Tribunale federale (Tf) non si pronuncerà sulla richiesta avanzata da Stabio – a corredo del ricorso – di applicare l’effetto sospensivo sulla misura, la Città di Mendrisio dovrà incappucciare (di nuovo) la segnaletica e congelare i lasciapassare concessi e le richieste di deroghe ricevute. In ogni caso dentro le stanze del dicastero Sicurezza pubblica non sono stati colti di sorpresa. «Era nei piani – ammette Samuel Maffi – e quando questa mattina (mercoledì, ndr) abbiamo ricevuto la comunicazione da Losanna, con spirito di responsabilità e massima prudenza nell’interpretare le indicazioni dei giudici abbiamo deciso di sospendere momentaneamente il provvedimento». In buona sostanza nello scritto recapitato a Palazzo civico l’Alta Corte sollecita, d’un canto, le osservazioni sulla richiesta dell’esecutivo di Stabio – contrario al divieto orario –, e ordina dall’altro di non prendere misure esecutive. Inutile dire, fa capire il capodicastero, che a Mendrisio si contesta l’effetto sospensivo e il danno ambientale lamentato dai vicini. A questo punto non resta che attendere il parere del Tf, che si confida possa giungere entro dicembre. Una decisione che, a sua volta, avrà i suoi effetti. Di fatto, come ci spiega ancora Maffi, se sarà favorevole a una sospensione, tutto sarà rinviato di un anno e mezzo circa, fino alla sentenza finale, se si rivelerà sfavorevole – «come noi speriamo» – scatterà di nuovo il blocco mattutino e serale.

‘L’obiettivo è tutelare gli utenti deboli’

Da subito, lunedì, sull’introduzione del blocco imposto al traffico considerato parassitario per il ‘cuore’ di Ligornetto, si è creato il caos e si sono innescate le polemiche. Non è stato un po’ rischioso precorrere i tempi? «Di sicuro questi tre giorni sono stati un banco di prova visto le reazioni generali degli automobilisti ticinesi – ci risponde Maffi –. Un rischio? Il nostro non è stato un gesto provocatorio, ma semmai di difesa a denti stretti di una situazione particolare. Consapevoli che la limitazione che ci accingevamo ad applicare è stata ritenuta sopportabile dalle varie istanze interpellate sin qui. Parliamoci chiaro – richiama il municipale –, davanti al pericolo concreto e costante a cui sono sottoposti pedoni, ciclisti e gli abitanti della zona a fronte di un nucleo attraversato da migliaia di veicoli, si è dato il tutto per tutto a tutela della parte debole della cittadinanza, rivendicando altresì l’autonomia su una strada comunale. Spero che la popolazione capisca l’agire dell’esecutivo».

‘Serve una soluzione forte a livello cantonale sul traffico’

Ancora una volta, però, la chiusura al traffico di una strada non ha raccolto solo consensi, pur in una realtà, quella del Mendrisiotto, messa a dura prova da ingorghi e colonne. «Capisco le rimostranze di chi passa il tempo in coda – annota Maffi –, ma mi domando dove sia la soglia di tolleranza dei cittadini del Distretto. Siamo ancora sacrificabili? Fino a quando, in altre parole, si sarà disposti a sopportare 70mila veicoli da sud, per la maggior parte diretti nell’area del Luganese?». L’interrogativo è di stringente attualità. Il sindaco di Stabio Simone Castelletti da queste colonne ha auspicato un tavolo di lavoro allargato e alla presenza dei responsabili cantonali. «Più che un altro gruppo di lavoro – esterna il capodicastero – la regione attende una soluzione globale, che certo non sarà indolore per qualcuno. Ciò che si chiede è che il Cantone valuti un rimedio forte sul tema del traffico».

Leggi anche:

Il nucleo di Ligornetto chiude. E fuori tutti in colonna

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved