a-mendrisio-entra-in-azione-il-rumorometro
Traffico e rumori: conviverci non sempre è facile (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
1 ora

Prezzo d’acquisto delle uve, si torna alle cifre prepandemiche

l’Interprofessione della vite e del vino ticinese ha comunicato l’accordo per i prezzi, che sarà di 4,15 franchi al chilo per il merlot
Ticino
2 ore

WikiMafia non ammessa come parte civile

Processo ‘Cavalli di razza’ sulla ’ndrangheta e le sue ramificazioni (anche) svizzere: il giudice respinge la richiesta dell’associazione
Luganese
2 ore

Lugano, è ancora vivo il ricordo di Marco Borradori

Un centinaio di persone ha partecipato alla cerimonia commemorativa organizzata stasera dal Municipio nel Patio di Palazzo Civico
Ticino
3 ore

Arrivano le multe disciplinari con il QR

La Polizia cantonale ha digitalizzato la procedura
Ticino
4 ore

Prestito vitalizio ipotecario, il Ps rilancia: ecco la mozione

Dopo la sentenza del Tf che accoglie il ricorso dei socialisti Lepori e Ghisletta contro lo sgravio sul valore locativo: ‘Un passo verso gli over 60’
Bellinzonese
5 ore

Una mostra fotografica e Daniele Dell’Agnola al Dazio Grande

Doppio appuntamento a Rodi-Fiesso sabato 20 agosto a partire dalle 15.30
Locarnese
6 ore

Vergeletto, evento benefico alla pista

Sabato dalle 11 si presenta al pubblico l’Associazione Dsa Adhd. Maccheronata e giochi allietano la giornata
Grigioni
6 ore

Il ponte in pietra ‘Casott’ non verrà demolito

La strada artificiale con l’antica struttura ad arco è stata inserita fra gli oggetti di importanza nazionale e verrà ceduta al Comune di Rheinwald
Mendrisiotto
7 ore

Fiera di San Martino, è tempo di iscrizioni

Appuntamento a Mendrisio dal 10 al 13 novembre. Entro il 26 agosto vanno annunciate vendite, mescite, spacci e impianti per il divertimento
Grigioni
7 ore

Niente fuochi d’artificio neppure a Ferragosto a San Bernardino

Le pessime condizioni idriche e il divieto assoluto di accendere fuochi all’aperto rimandano la ricorrenza all’anno prossimo
25.05.2021 - 18:57
Aggiornamento: 19:48

A Mendrisio entra in azione il 'Rumorometro'

La Città è il secondo Comune del cantone in lista di attesa per ottenerlo. Obiettivo, sensibilizzare automobilisti e motociclisti

La Città di Mendrisio è già in lista d'attesa. Anzi, è il secondo Comune del cantone a essersi annunciato per ricevere il 'Rumorometro'. Ovvero l'apparecchio di misura di cui il Municipio intende fare buon uso sul proprio territorio. Anche nel capoluogo, del resto, si convive con i decibel, in alcuni casi al di sopra della soglia limite. E la presenza di importanti assi di collegamento, come autostrada, strada cantonale e ferrovia non aiuta ad abbassare il 'volume' della vita quotidiana. Ecco perché, di fronte alla decisione del Dipartimento del territorio di lanciare una iniziativa con l'obiettivo di sensibilizzare i conducenti di auto e due ruote rombanti sugli effetti negativi del rumore, ci si è subito fatti avanti.

'Interessati al progetto'

In effetti, l'esecutivo, si fa sapere, è "chiaramente interessato al progetto". Tant'è che già nel novembre scorso si era preso contatto con l'Ufficio prevenzione rumori con l'intento di assicurarsi il 'Rumorometro', da "installare in diversi punti sensibili del territorio di Mendrisio". A questo punto, conferma il Municipio rispondendo così in modo positivo agli interrogativi posti il novembre scorso da consiglieri di Verdi e Sinistra - oggi parte de l'AlternativA -, non resta che attendere settembre, quando prenderanno il via le campagne di misura e sensibilizzazione nei Comuni che si sono prenotati (come la Città).

Si punta sui luoghi sensibili

Dove si punterà l'apparecchio per 'catturare' i decibel di troppo? "Il posizionamento dell'apparecchio - spiega il Municipio - non è ancora stato deciso". In ogni caso si sa dove indirizzare il 'Rumorometro'. "In linea di principio - si chiarisce - saranno scelti punti ritenuti sensibili". A fungere da bussola, infatti, sarà il catasto del rumore stradale allestito dal Cantone nel 2018, "in stretta collaborazione con il Comune". Un dossier che ha restituito una mappa puntuale della situazione cittadina quanto a rumori molesti. Di fatto si certifica come sul territorio si sia confrontati a "immissioni foniche superiori ai valori limite di esposizione al rumore". La fonte primaria? Proprio il traffico che attraversa Mendrisio sulle varie arterie stradali. Non a caso, nei Quartieri ne sanno qualcosa.

Le misure possibili

Di ragioni, quindi, non ne mancano per cercare, letteralmente, di attutire il problema. Sulle misure da adottare si erano soffermati, a suo tempo, anche gli autori dell'interrogazione. E ciò a partire, appunto, dal 'Rumorometro', che dà modo di mettere in campo, come ricorda l'esecutivo, "uno strumento atto a sensibilizzare il conducente sul rumore prodotto dal proprio veicolo in relazione a uno stile di guida inutilmente rumoroso". Certo l'apparecchio, si precisa, "non è di principio inteso a documentare il rispetto o meno dei limiti fissati dalle Ordinanze in materia".

Sul da farsi, i provvedimenti possibili per abbassare i decibel lungo le strade comunali e cantonali, richiama l'autorità cittadina, guardano al Piano di risanamento fonico delle strade, "che è già stato pubblicato e approvato". Come dire che la base legale per agire esiste. C'è poi un'altra via percorribile: la posa di asfalto fonoassorbente. Su questo fronte, fa memoria in conclusione l'esecutivo, si può attingere al credito quadro di un milione e 250mila franchi avallato dal Consiglio comunale per il periodo 2019-2023. Le armi per ridurre i rumori stradali, dunque, non mancano. E davanti ai valori registrati sul campo, che confermano come il 31 per cento delle persone e il 15 per cento degli edifici oggi a Mendrisio siano sottoposti a immissioni foniche superiori ai valori soglia, non potranno non essere sfoderate.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
apparecchio città mendrisio rumore rumorometro secondo comune
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved