malessere-in-polizia-a-che-punto-siamo
Ti-Press
ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
16 min

Assemblea dell’Associazione Football Club Locarno

Per i soci del sodalizio calcistico del Lido ritrovo martedì a Palazzo Marcacci. Oltre al preventivo vi saranno le nomine del comitato
Mendrisiotto
18 min

Riva San Vitale, festa di fine estate con concerti dal vivo

Musica live dei gruppi Luis Landrini Band e Vasco Jam. Appuntamento per sabato 27 agosto al Lido comunale tra rock e folclore latino
Locarnese
34 min

Orselina, proiezioni cinematografiche al Parco

Tre serate all’insegna della settima arte nel giardino del paese. Organizzate dalla Pro in collaborazione con Festival, Cisa e Ticino Film Commission
Grigioni
35 min

Maloja/Isola, elicottero fallisce l’atterraggio: 3 feriti lievi

Il velivolo si è ribaltato lateralmente. I tre passeggeri hanno lasciato l’abitacolo da soli
Locarnese
38 min

Cevio, riusciti i due referendum

A decidere sulla vendita di un terreno e la costruzione di una scuola ‘patriziale’ a Bignasco saranno i cittadini
Mendrisiotto
1 ora

Mendrisio, mercato dell’usato a scopo benefico

Appuntamento venerdì 26, sabato 27 e domenica 28 al Mercato coperto organizzato dall’Associazione per la cooperazione tra Ticino e Uganda
Mendrisiotto
1 ora

Morbio Superiore, sabato 27 stand di tiro obbligatorio

Dalle 14 alle 18.30 a Rovagina si potrà tirare 25 m con la pistola e 300 m con il fucile. Impegno da assolvere entro il 31 da tutti i soldati
Mendrisiotto
1 ora

Truffa alle assicurazioni sociali, condannata una 47enne

Inflitta una pena di 24 mesi sospesi condizionalmente. La donna ha truffato per quasi 600’000 franchi. Ora sogna l’indipendenza finanziaria
Locarnese
1 ora

‘Accesso alle rive, il Ticino segua l’esempio di Neuchâtel’

Dopo le transenne posate (e rimosse) in un campeggio di Tenero, interviene l’associazione ‘Rives publiques Suisse’
Locarnese
1 ora

Centovalli, rimpasto dei dicasteri

Con l’ingresso di Cristina Tanghetti, che assume la responsabilità della Sicurezza pubblica e dell’Ambiente, vi sono stati alcuni cambiamenti
Luganese
1 ora

Lugano dedichi una via a Giorgio Salvadé

Interrogazione leghista formula la richiesta per ricordare il medico e politico che fu tra i promotori dell’Università della Svizzera italiana
Luganese
1 ora

Lugano promuove il confronto sui rapporti tra Svizzera e Taiwan

Al Campus Est si terrà una conferenza organizzata dal Dipartimento tecnologie innovative della Supsi in collaborazione con la Città
13.05.2020 - 06:20

Malessere in Polizia, a che punto siamo?

Una quindicina di inchieste amministrative, un clima difficile, l'assunzione di una dottoressa del lavoro. Il Ppd torna a chiedere lumi sul Corpo di Mendrisio

Qual è lo stato di salute del Corpo di Polizia della Città di Mendrisio? Una domanda che torna in auge, non solo politicamente. Sette mesi fa infatti – era il 17 ottobre 2019 – da queste colonne era emerso che all'interno del Corpo ci fosse del malcontento. Ma non solo. Nei mesi precedenti, infatti, l'esecutivo aveva aperto una quindicina d'inchieste amministrative, nei confronti degli agenti e verso un responsabile del Comando. Lo stesso capodicastero Sicurezza pubblica, Samuel Maffi, interpellato da 'laRegione' aveva confermato il fatto che «negli ultimi tempi» si fosse «manifestata una tematica relativa al clima di lavoro». “Vi è una difficoltà” aveva risposto, dal canto suo, il Municipio cittadino rispondendo a un'interrogazione del Partito popolare democratico. A tal punto che, tramite mandato diretto, l'esecutivo ha assunto, esclusivamente per la Polizia, una dottoressa del lavoro incaricata di radiografarne lo stato di salute. Il Ppd, ieri, tramite un'interrogazione firmata dai consiglieri comunali Davide Rossi e Gianluca Romanini torna ad aprire, almeno politicamente, il capitolo. Già ad ottobre erano stati chiesti lumi e le risposte ottenute – scrivono nel nuovo documento – “in parte hanno confermato la situazione difficile e dall'altra erano ancora molto generali vista l'analisi in corso”. Ora, dunque, a mesi di distanza e “a conferma che le nostre preoccupazioni sullo stato di salute del Corpo sono sempre presenti”, vengono riproposti alcuni interrogativi. A partire dal lavoro svolto dalla dottoressa del lavoro, chinatasi sulle problematiche interne: “a che punto è il mandato affidato alla consulente esterna?”, interrogano. Un capitolo, questo, che porta ad ulteriori quesiti: “I problemi riscontrati ad inizio mandato si stanno risolvendo?”. E poi ancora: “Per quando è previsto il rapporto finale di questa analisi e quali problemi sono stati riscontrati?”. Altro fronte dal quale gli interroganti chiedono lumi è quello riguardante l'apertura delle procedure amministrative: “A che punto sono? Hanno portato a delle sanzioni?”.

Tra 'spostamenti' e concorsi

Il caso, emerso ad ottobre, aveva destato un certo scalpore. Oltre alle procedure aperte, infatti, sotto la lente erano finiti alcuni comportamenti (e ordini) discutibili adottati. Alcuni di questi coinvolgevano uno dei quattro membri del Comando. In alcuni casi si parlava di vere e proprie vessazioni: dal chiedere commissioni private durante l'orario di lavoro alle richieste di non far figurare ore straordinarie. O ancora gesti (e frasi) denigratori volti a rimarcare la differente posizione sulla scala gerarchica all'interno del Corpo. Casi che, come detto, avevano portato all'apertura di un incarto. Ora, rilanciano Rossi e Romanini, “è stata creata una nuova funzione nell'organigramma della Polizia?”. Il riferimento riconduce proprio al membro del Comando che, di fatto, non ricoprirà più la funzione precedentemente attribuitagli. Lo si deduce dalla recente apertura del concorso per l'assunzione di un 'Aiutante', responsabile nel settore nel quale era impiegato il quadro. Concorso scaduto il 23 marzo e che prevede l'entrata in servizio al più presto possibile.

Resta ancora un quesito nel documento di Rossi e Romanini: “Ci sono stati degli spostamenti di personale sia interni alla Polizia che tra dicasteri?”. Domanda alla quale, almeno in un caso, stando a nostre informazioni, la risposta è affermativa. Tra i casi venuti alla luce era emerso quello riguardante una dipendente la quale, durante un colloquio – avvenuto con un altro membro del Comando –, era stata presa a male parole fino ad arrivare a sentirsi aggredita verbalmente. Momenti concitati che avevano causato alla collaboratrice un forte stress. Ebbene, stando a quanto si è potuto appurare, la dipendente non sarà più impiegata all'interno della Polizia ma, sempre alle dipendenze della Città, lavorerà per un altro dicastero. 

 

Leggi anche:

Mendrisio, malessere in Polizia

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved