ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
3 ore

Nasce a Chiasso l’associazione che promuove lo Street food

Professionisti del settore uniscono le forze per organizzare eventi in tutto il Cantone a partire dalla primavera
Locarno
3 ore

La città cresce. Il Municipio vuole un ‘Programma di azione’

Palazzine in costruzione e progetti per decine di appartamenti, tra rischi e opportunità. L’analisi del capo dicastero sviluppo economico e territoriale
Luganese
11 ore

A Tresa nasce un progetto di reinserimento sociale

Municipio e servizio sociale coinvolgono le aziende per creare opportunità di stage, lavori temporanei o di lunga durata per i giovani in assistenza
Ticino
15 ore

Formazione bilingue, studenti friburghesi nei licei ticinesi

Dopo i cantoni di Berna e Vaud, un nuovo progetto per rafforzare il plurilinguismo
Ticino
15 ore

Si torna a fare il pieno in Ticino

Prezzi benzina: dopo il taglio delle accise in Italia, i frontalieri, e non solo loro, riappaiono nei distributori al di qua del confine
Luganese
15 ore

Bioggio, scontro tra due auto alla rotonda

Un ferito leggero e ingenti danni materiali ai due veicoli coinvolti il bilancio del sinistro tra via Strada Regina e via Longa
Luganese
16 ore

Ricerca di persona sopra Caslano, operazione conclusa

Nelle ricognizioni era stata impegnata la Rega, intervenuta anche con un elicottero con termocamera e visore notturno
Locarnese
16 ore

Corsi 2023 dell’Associazione per l’infanzia e la gioventù

Nella sede di Locarno, tedesco e inglese. Ma anche tutoring per dislessia e discalculia
Locarnese
16 ore

Scuola medico-tecnica a Locarno, pomeriggio informativo

Per aspiranti assistenti di studio medico o studio veterinario e per i futuri guardiani di animali
Grigioni
17 ore

Il Parco Val Calanca è realtà

Le assemblee comunali di Rossa, Calanca, Buseno e Santa Maria hanno detto di sì con rispettivamente il 100%, il 76%, il 90% e il 100% dei voti
Bellinzonese
18 ore

‘L’unico neo di una tre-giorni riuscita’

L’alterco della serata d’apertura non rovina i bagordi carnascialeschi di Cadenazzo. Bottinelli: ‘Pienone nella ‘replica’, andata liscia come l’olio’
Gordola
18 ore

Aumentare i contributi per gli abbonamenti ai trasporti pubblici

Una mozione per chiedere al Municipio d’introdurre un regolamento con sussidi dal 20 al 50 per cento
Mendrisiotto
18 ore

Torna il corso per giovani tiratori dell’Aurora Stabio

Si svolgerà in marzo a Maroggia, per i ragazzi nati fra il 2003 e il 2008, il 7 febbraio una serata informativa
21.10.2019 - 06:00

Un 'manager' per le cave

Da settembre Nathan Bätscher gestisce e coordina gli eventi all’ombra del marmo di Arzo. Una scelta voluta fortemente dal Patriziato nel segno della valorizzazione

di Andrea Minichiello
un-manager-per-le-cave

Da quasi un mese nuovo responsabile per la gestione e il coordinamento degli eventi negli spazi delle Cave di Arzo è il 25enne Nathan Bätscher. Dopo due anni di dura ricerca, il Patriziato di Arzo, guidato dal presidente Aldo Allio, ha «finalmente» trovato la persona che cercava per le Cave. Uno spazio «veramente caratteristico, particolare e unico» che da diverso tempo era nella mente di molte persone come ‘location’ ideale per eventi e manifestazioni. Fin dagli inizi del progetto di valorizzazione e promozione delle cave, il Patriziato – proprietario dell’area – si è impegnato nella ricerca di qualcuno che gli subentrasse nelle vesti di gestore degli eventi; una ricerca che può dirsi conclusa. Infatti, durante l’ultima assemblea patriziale è stato sottoscritto il contratto di concessione con Nathan Bätscher, responsabile eventi dell’associazione Cavaviva, della quale il Patriziato, nonostante le delusioni iniziali, si dice «veramente fiducioso» per il presente e il futuro di questo patrimonio storico.

Fondata nel giugno 2017, Cavaviva si propone, in effetti, di organizzare e promuovere eventi che enfatizzino la peculiare interazione tra natura, storia, arte e cultura delle Cave di marmo. Missione al momento riuscita con la collaborazione fornita all’associazione Cavea Festival, durante il quale Cavaviva si è occupata di ravvivare l’arco della giornata con il ‘MarmArt Buskers’ – dove diversi artisti di strada si sono esibiti in produzioni artistiche e musicali. Tutto è cominciato grazie all’organizzazione dello spettacolo ‘Cava’, messo in scena dalla compagnia teatrale Onyrikon, e da ‘PasseggiArte’, percorso culturale animato da artisti teatrali, musicali, letterari e danzanti lungo il Sentiero del marmo.

Nonostante la giovane età, Bätscher vanta già una discreta esperienza nel settore, in particolar modo per ciò che concerne l’attività di Cavaviva, in quanto collabora con l’associazione fin dal suo primo evento, lo spettacolo ‘Cava’. Il suo rapporto con questo patrimonio naturale nasce tuttavia con la cerimonia d’inaugurazione del 17 settembre 2017, da cui ha preso il via il suo progetto di diploma realizzato presso la Scuola superiore alberghiera e del turismo. Con questo nuovo incarico, Bätscher ha deciso d’esporsi maggiormente, fungendo da figura di riferimento per ciò che riguarda gli eventi, non solo quelli proposti da Cavaviva, all’interno delle cave, per cui ha già ricevuto numerose richieste di cui si dice «molto felice e ben disposto». Il suo compito sarà, dunque, quello di relazionarsi personalmente con le associazioni interessate ad allestire concerti o spettacoli (in tal senso, per gli interessati, basta scrivere all’indirizzo mail info@cavediarzo.ch), al fine di coordinare al meglio il calendario con le altre manifestazioni, non solo nelle Cave di Arzo ma in tutta la regione. Seppur giovane, Bätscher si è rivelato ambizioso ma con le idee ben chiare per ciò che sarà il suo nuovo incarico: «Mettendoci impegno e volontà si riuscirà a fare buone cose». Tra queste, due sono gli obiettivi prioritari che si è posto a breve-medio termine. Da una parte, concludere e attualizzare, in collaborazione con l’Ente turistico regionale, il sito web – www.cavediarzo.ch –, al fine di renderlo un portale significativo per la promozione delle Cave, così da facilitare il richiamo verso nuovi potenziali interessati a realizzare degli eventi. Dall’altra, far rivivere il luogo coinvolgendo maggiormente la popolazione locale, dagli adulti ai più giovani, offrendo eventi con target diversificati, ma, al tempo stesso, «far conoscere questo territorio a livello svizzero», partendo in prima analisi dalla popolazione del nostro Cantone. Impresa per la quale, si capisce, non sta perdendo tempo. Infatti ci rivela: «Per l’anno prossimo siamo già in contatto per un cinema all’aperto e dei ‘concerti di nicchia’, quindi non concerti grandi come quelli del Cavea, in cava broccatello. Inoltre, posso anticipare che ci sarà uno spettacolo, qua all’anfiteatro, con Gardi Hutter – artista sangallese conosciuta a livello globale, ndr –, che ha vinto un premio molto importante e vorremmo festeggiare con tutta la popolazione».

Un territorio che dal 1300 esportava in tutta Europa i suoi beni più preziosi, i marmi, ora cementa le sue radici sul Monte San Giorgio. Le Cave di Arzo, da polo estrattivo europeo a fulcro attrattivo nazionale. E magari un giorno…

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved