Luganese

Lugano, Endorfine mette la quinta

Dal 15 al 17 si terrà il Festival con ospiti e tematiche attuali e internazionali. Rinnovata la convenzione con la Città

Un’edizione passata del festival
(Città di Lugano)
4 settembre 2023
|

L’Endorfine Festival – che si svolgerà dal 15 al 17 settembre –, noto per aver portato a Lugano tematiche e personaggi di respiro internazionale, giunge quest’anno alla sua quinta edizione. Un successo che si è consolidato negli anni, grazie soprattutto al supporto della Città di Lugano, che il presidente del comitato Andrea Leoni ha definito «un brand che apre le porte in giro per il mondo». Rinnovata per altri due anni la convenzione tra il Festival e la Città.

“Il rapporto con la Città è un punto fondamentale – spiega, nel comunicato, la direttrice di Endorfine, Roberta Nicolò –. Abbiamo voluto un Festival che si potesse radicare in uno spazio preciso, in un luogo per noi importante. La stretta collaborazione con Lugano ci fa guardare al futuro con slancio ed entusiasmo e con il desiderio di offrire un appuntamento di pregio che possa essere sempre più attrattivo. In questi anni gli ospiti che si sono avvicendati in città si sono sentiti accolti. La qualità di un’accoglienza attenta è un valore aggiunto che si riflette non solo sulla città di Lugano, ma su tutto il nostro territorio”.

‘Tre stelle di livello internazionale’

«Uno dei punti vincenti di questo festival – ha detto durante la conferenza stampa il vicesindaco di Lugano, Roberto Badaracco –, è quello di aver sempre portato temi di estrema attualità, rilevanti sia nella storia contemporanea che in quella passata. A Lugano abbiamo tanti festival, ma non avevamo nulla come Endorfine, con personaggi e temi di respiro internazionale». Quest’anno verrà anche assegnato il terzo Premio Marco Borradori, assegnato per la prima volta a Daniele Finzi Pasca, mentre l’anno scorso è andato a Sebastian Marroquin, figlio del narcotrafficante Pablo Escobar. «Quet’anno parteciperanno tre stelle internazionali di assoluto livello – ha commentato Leoni –, e come giurato del premio non sarà facile individuare il vincitore».

Il cartellone della quinta edizione, intitolato Connessioni, accompagnerà il pubblico attraverso percorsi diversi, dal design alla magistratura, dal giornalismo ai diritti umani, con alcuni importanti ospiti internazionali noti in tutto il mondo. Sono delle vere e proprie personalità di alto profilo Elena Kostyuchenko, Patricia Urquiola e Mohamedou Ould Slahi che sottolineano, una volta di più, la forte vocazione internazionale di Endorfine Festival. “Come ogni anno il Festival desidera approfondire fatti, storie ed evoluzioni della nostra contemporaneità – afferma Nicolò –. Connessioni è un viaggio fatto di porte che si aprono su scenari che, a loro volta, spalancano porte su idee e azioni. Il rimbalzo da un link all’altro, la scoperta e l’analisi di collegamenti tra mondi solo apparentemente distanti. Al centro, come sempre, la riflessione sull’essere umano”. Inoltre, tra i molti ospiti, ad aprire il festival vi sarà lo scrittore vincitore del Premio Strega Antonio Scurati, mentre ad allietare la serata di sabato ci sarà il comico Nino Frassica.

‘Un arricchimento culturale per la città’

“Lugano per alcuni giorni si apre verso il mondo intero e diventa la capitale di conferenze di grande interesse – dice Badaracco –. La materia principe della rassegna sono i dibattiti e i confronti con posizioni anche antitetiche, ma in grado di sviscerare a 360 gradi tematiche complesse, in piena libertà e con spirito critico. Riflessioni profonde sui temi strategici della nostra società, occasioni privilegiate per riflettere anche sulla nostra identità e sui cambiamenti del mondo. In questi anni il Festival ha saputo attrarre un pubblico variegato, ma spinto da una medesima passione. Quella di poter ascoltare personaggi carismatici che hanno segnato la nostra storia e contemporaneità. Endorfine rappresenta un arricchimento culturale per la città, posizionando Lugano nel contesto globale come città aperta, internazionale e sensibile a quanto accade nel mondo. Un sentito plauso e ringraziamento va ai promotori e agli organizzatori che, con inalterati entusiasmo e impegno, ogni anno riescono a presentare proposte di alto spessore sociale e di rilevanza internazionale”.

Per informazioni e prevendite, visitare il sito www.endorfine.ch.

Leggi anche:
Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE