ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
1 ora

Gottardo Arena, approvato il principio dei posteggi a pagamento

Luce verde alla convenzione tra Comune e Hcap. Slitta però a lunedì il voto sul messaggio per permettere di applicare la tassa in occasione delle partite
Locarnese
1 ora

Brione, messa in memoria del Vescovo Togni

A un mese dalla scomparsa verrà celebrata una funzione religiosa domenica prossima. Sev e Fondazione Verzasca organizzano un trasporto gratuito
Luganese
1 ora

Lugano, potenziata l’offerta di trasporto pubblico

Con il nuovo orario, Tpl e Arl aumentano le corse, le frequenze nei fine settimana e il servizio nei quartieri. Nuovo nome per alcune fermate
Grigioni
2 ore

Quasi 300’000 franchi ai media del Grigioni italiano

Il Gran Consiglio retico intende rispondere alla difficile situazione in cui si trovano i mezzi di comunicazione
Locarnese
2 ore

Bosco Gurin riparte dopo due stagioni difficili

Nel fine settimana, grazie alle copiose nevicate, impianti aperti. Dimenticata la pandemia e l’inverno 2021/22 dalle temperature estive, c’è grande attesa
Ticino
2 ore

Furti e brutte sorprese natalizie, anche quest’anno c’è Prevena

La Polizia cantonale lancia l’operazione di sensibilizzazione contro borseggi e rapine in casa nel periodo natalizio, con uno sguardo alle truffe online
Locarnese
2 ore

Anziana investita sulle strisce pedonali a Solduno, è grave

L’incidente questa mattina a Solduno in via Vallemaggia: vittima un’89enne della regione investita da una 52enne che circolava verso la Vallemaggia
24.11.2022 - 17:01
Aggiornamento: 18:47

Cocaina, condannati i due camionisti

Droga dall’Olanda a Milano: inflitte pene più miti (3 anni e mezzo e 3 anni e nove mesi di prigione) rispetto alle richieste formulate dall’accusa

cocaina-condannati-i-due-camionisti
Ti-Press/Archivio
I due imputati resteranno in prigione

Non sono sfuggiti a una condanna da espiare i due imputati processati ieri. Le pene inflitte dalla Corte della Assise criminali di Lugano, presieduta dal giudice Amos Pagnamenta sono tuttavia nettamente inferiori rispetto a quelle chieste dalla procuratrice pubblica Margherita Lanzillo. Anche se l’impianto accusatorio, nella sostanza, ha trovato conferma. Lo ha spiegato oggi il giudice Pagnamenta nel motivare la sentenza. Una sentenza che si traduce in tre anni e mezzo di carcere inflitti al 34enne tedesco (la pp aveva chiesto 11 anni di reclusione), mentre il 62enne turco di origine armena è stato condannato a tre anni e nove mesi di prigione (Lanzillo aveva proposto 12 anni di detenzione). Entrambi sono stati espulsi dalla Svizzera, per dieci anni. L’imputato più anziano sarà pure segnato al sistema d’informazione di Schengen.

Il numero di viaggi resta ‘imprecisato’

Il giudice ha chiarito che la Corte, malgrado abbia accertato che i due imputati abbiano fatto numerosi viaggi dall’Olanda alla periferia industriale di Milano, attraverso la Svizzera, trasportando droga e soldi, non ha potuto seguire le tesi sostenute dalla procuratrice. I due imputati sono stati comunque considerati colpevoli di infrazione aggravata della Legge federale sugli stupefacenti e di riciclaggio aggravato di denaro. In altre parole, alla Corte delle Assise criminali non è bastata la stima effettuata dalla procuratrice che, in base al sequestro di 470 grammi di droga e di denaro alla dogana (oltre un milione di euro) di Chiasso lo scorso 17 febbraio, ha prospettato ai due imputati ben 37,5 chilogrammi di cocaina e cinque milioni di euro riciclati. È peraltro una colpa estremamente grave quella attribuita dal giudice al 34enne e al 62enne. La Corte si è detta concorde, in parte, con le tesi sostenute dall’avvocata Melissa Bernasconi, in sede di arringa. Entrambi hanno tuttavia accettato il rischio di trasportare qualcosa di cui avevano il sentore che non fosse lecito, come hanno pure detto nel processo celebrato ieri. Hanno quindi agito in maniera spregiudicata, con ruoli analoghi. Nella commisurazione della pena, hanno giocato a favore dell’imputato più giovane la collaborazione con gli inquirenti durante le indagini, anche se in aula penale ha ritrattato, e le sue precarie condizioni di salute.

Leggi anche:

Cocaina, 23 anni di prigione per un traffico di 37,5 chili

Coca e un milione di euro: colpaccio dei doganieri a Chiasso

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved